Più sicurezza al Pronto soccorso:
stanza a pressione controllata
ospiterà i sospetti Covid

MACERATA - La richiesta arriva dal primario Emanuele Rossi. Si ridisegnano i percorsi sporco e pulito. Il costo è di 90mila euro. Diverse le assunzioni in Av3
- caricamento letture
covid-ospedale-macerata-pronto-soccorso-container-3-325x184

Il pronto soccorso di Macerata

 

di Luca Patrassi

Novantamila euro per realizzare una stanza a pressione controllata, dove ospitare i pazienti potenzialmente contagiati dal Covid, nei locali del pur nuovissimo Pronto Soccorso dell’ospedale di Macerata.

Il progetto, per un costo di circa 90mila euro, è stato firmato dall’ingegnere Fulvia Dini. La richiesta è stata avanzata dal primario del Pronto Soccorso dell’ospedale di Macerata Emanuele Rossi e il servizio tecnico dell’Area Vasta 3 ha elaborato «un progetto esecutivo di lavori per adeguare un locale del reparto del Pronto Soccorso, attualmente adibito all’accoglienza dei codici rosa, da destinare alla sosta dei pazienti potenzialmente infetti. Il progetto prevede la revisione dei percorsi sporco e pulito del personale e l’installazione di un sistema di controllo della pressione dell’aria finalizzato alla gestione in sicurezza dei pazienti infetti».

Firmate inoltre dalla dirigente dell’Area Vasta 3 Daniela Corsi alcune determine di assunzioni. A tempo determinato l’assunzione di una ginecologa facendo ricorso a una graduatoria dello scorso anno, l’incarico è per Alessia Fiorelli, medico in formazione specialistica. A tempo determinato l’assunzione di un medico di Radiodiagnostica, si tratta di Gianluca Testiccioli. A tempo indeterminato invece le assunzioni di sei medici veterinari sulla base di un concorso appena definita dall’Area Vasta 5 dell’Asur: l’Av3 ha chiamato Luca Costantini, Marco Canalini, Jacopo Catalini, Riccardo Benedetti, Lucia Cardinali e Moira Mattioni. Si torna al tempo determinato per l’assunzione di un tecnico sanitario di laboratorio biomedico: la chiamata è per Simona Beneggiamo. Infine un paio di incarichi direttivi legati ale operazioni di screening della popolazione e alle vaccinazioni: lo Screening è affidato alla dottoressa Lucia Marinelli e gli ambulatori vaccinali alla dottoressa Barbara Airini.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X