Test rapido per i dipendenti,
la scelta della giunta Parcaroli

COVID - L'amministrazione ha deciso di sottoporre tutti al tampone antigenico su base volontaria
- caricamento letture

tampone-covid-coronavirus-archivio

 

 

Tamponi antigenici rapidi ai dipendenti del Comune di Macerata: ad eseguirli sarà il personale del laboratorio ProAvis per una spesa ipotizzata di 15mila euro, Iva esclusa. L’azione è appena stata decisa dall’Ente sulla base dei diversi casi di positività, uno anche grave, verificatisi in alcuni settori dell’Ente. Il Comune ha dunque deciso un’azione a tappeto per avere uno screening dei dipendenti che comunque non saranno obbligati a sottoporsi all’esame, il tampone sarà fatto sulla base di un’adesione volontaria. L’accordo raggiunto con il laboratorio ProAvis – sulla base di un costo di 20 euro stimato per ogni tampone eseguito – prevede che gli esami saranno svolti all’interno di un gazebo che sarà allestito nel cortile del Palazzo comunale. La determina è stata appena assunta dal dirigente comunale Simone Ciattaglia appunto per avere un quadro aggiornato della situazione, alla luce dei diversi casi che si sono registrati di recente, uno dei quali anche grave.

(L. Pat.)

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X