Campeggiatori abusivi
aggrediscono carabinieri:
quattro arresti a Fiastra

FERITI il comandante della stazione e un appuntato. Hanno riportato una prognosi di quindici giorni, sono stati presi a calci e pugni da due uomini (Serhii Trofimov e Serhii Shtykhov) e due donne (Angela Bica e Nataliia Koza), tutti ucraini, residenti a Macerata. Avevano bevuto e la furia si è scatenata al controllo dei militari, al massimo rischiavano una multa di pochi euro. Ora sono ai domiciliari
- caricamento letture

 

lago-di-fiastra

Una delle spiagge del Lago di Fiastra (foto d’archivio)

 

di Gianluca Ginella

Un controllo a 4 persone che stavano campeggiando abusivamente al lago di Fiastra finisce in una violenta aggressione a due carabinieri da parte di 2 uomini e due donne che sono stati poi arrestati. È successo ieri pomeriggio, gli arrestati, Angela Bica, 44 anni, Nataliia Koza, 46, Serhii Trofimov, 48, e Serhii Shtykhov, 48, tutti ucraini, che vivono a Macerata, si trovano ora agli arresti domiciliari. Avrebbero agito in preda ai fumi dell’alcol. A restare feriti, con una prognosi di 15 giorni, il comandante dei carabinieri di Fiastra, il maresciallo Antonio Ombra, e l’appuntato Paolo Bianchella, anche lui in servizio al comando del piccolo comune dell’entroterra. Una aggressione choc, avvenuta per un normale controllo (che poteva costare al massimo una multa di 25 euro per campeggio abusivo). L’intervento dei militari c’è stato ieri pomeriggio, in località Paninventre.

carabinieri_Archivio_Arkiv_FF-5-650x434Il comandante era in borghese mentre l’appuntato in divisa. Da subito le cose hanno preso una brutta piega. Prima i campeggiatori abusivi, che ai carabinieri hanno detto di lavorare come badanti, hanno iniziato ad inveire contro i militari. I militari hanno mostrato loro i tesserini e poi le cose sono degenerate. Prima una donna ha strappato il tesserino all’appuntato e ha gettato a terra il militare iniziando a colpirlo con calci e pugni. Poi i due uomini, entrambi particolarmente corpulenti, hanno aggredito il comandante, buttandolo a terra e iniziando a picchiarlo. Delle furie, che hanno ferito entrambi i militari che hanno riportato diverse contusioni a causa dei calci e dei pugni subiti da parte di tutti e quattro. I militari fortunatamente sono riusciti a divincolarsi e ad allontanarsi per chiamare rinforzi. Sul posto sono intervenuti diversi carabinieri della Compagnia di Camerino, comandata dal capitano Roberto Cara. I militari sono riusciti a bloccare i due uomini e le due donne. Sono stati arrestati e si trovano ai domiciliari. Devono rispondere di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. I due carabinieri sono invece andati in ospedale, per entrambi la prognosi è di 15 giorni, hanno riportato dei politraumi.

(Ultimo aggiornamento alle 14)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X