Attività chiuse durante il lockdown,
Valfornace azzera la Tari

IL PROVVEDIMENTO è stato deciso dal Consiglio comunale. L’estensione dell’esenzione prevista da una delibera Arera dal 25% al 100% della quota variabile della tariffa rifiuti riguarda l’intero anno 2020,
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Il villaggio Sae di Valfornace

Il Consiglio Comunale di Valfornace, tenutosi nei giorni scorsi, ha approvato l’assestamento generale di bilancio e la salvaguardia degli equilibri per l’anno corrente, un atto importante anche alla luce del pesante periodo di quarantena che ha avuto conseguenze anche sulla gestione finanziaria dell’ente. Tra i provvedimenti che sono stati adottati, il principale riguarda l’approvazione delle tariffe della Tari per il 2020.

«In particolare – si legge in una nota dell’Ufficio sisma – è stata deliberata l’estensione dell’esenzione prevista da una delibera Arera dal 25% al 100% della quota variabile della tariffa rifiuti, per l’intero anno 2020, a favore delle attività economiche che durante l’emergenza Covid-19 sono state sottoposte a chiusura obbligata.

L’esenzione concessa viene finanziata con fondi del bilancio comunale senza, quindi, dover aumentare le tariffe a carico delle altre utenze, come prevede la legge, e senza dover recuperare le somme nelle tre annualità successive. In tal modo vengono liberate risorse per le aziende nell’ottica di favorirle nella fase di “ripartenza”, senza introdurre ulteriori aggravi o ulteriori scadenze tributarie a carico della generalità degli utenti.

Questo provvedimento si inserisce a pieno titolo nelle misure che l’Ente ha cercato di mettere in campo, sia durante la quarantena, con l’erogazione di buoni spesa alle famiglie più in difficoltà e con l’acquisto e la fornitura di mascherine alla popolazione, sia in questa fase di riapertura, con l’obiettivo di agevolare il ritorno alla normalità delle imprese e di tutti i cittadini».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X