Popsophia, Fratelli d’Italia:
«Speriamo possa tornare,
una perdita non averla più»

CIVITANOVA - Il coordinatore cittadino di Fdi, Roberto Pantella, interviene sulla kermesse e sui fondi regionali per la città dice: «la giunta regionale si ricorda di noi a 3 mesi dalle elezioni»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Popsophia-Philoshow-4-650x456

Una edizione di Popsophia

Polemica sull’addio di Popsophia a Civitanova, interviene anche Fratelli d’Italia: «speriamo che la manifestazione il prossimo anno possa tornare in città». Dopo il consigliere Sergio Marzetti anche Fratelli d’Italia si espone sul festival culturale e in un comunicato che tocca varie tematiche, dai fondi regionali fino alla sanità, il coordinatore comunale Roberto Pantella sfiora anche la kermesse culturale. Un accento che ad un occhio attento è un segnale ben preciso: infatti dopo l’addio degli Ercoli a Civitanova l’assessore Maika Gabellieri ha sottolineato come la manifestazione non sarà più legata alla città. Un distacco che ha provocato la richiesta di dimissioni da parte del consigliere Marzetti (e posizione simile ha anche Piero Croia). E’ di oggi poi la difesa strenua da parte dei fedelissimi di Vince Civitanova alla Gabellieri. E pertanto la dichiarazione di Fdi si pone come il bastone di traverso nel dibattito cittadino in contrapposizione alla volontà della Gabellieri. Ma i consiglieri di Fdi ne hanno anche per la Regione: «la giunta regionale si ricorda di Civitanova a 3 mesi dalle elezioni stanziando 100mila euro per le manifestazioni ed per gli aiuti alle famiglie. La stessa somma messa sul piatto per far approdare Popsophia a Pesaro.

roberto-pantella-e1592589139698-325x302

Il coordinatore locale di Fratelli d’Italia Roberto Pantella

Siamo certi che il prossimo anno, quando l’emergenza Covid speriamo sia solo un brutto ricordo, ed il bilancio del comune non sarà dedicato solamente all’aiuto delle categorie commerciali, la manifestazione Popsophia possa tornare nella città in cui ha visto la luce. Per noi non averla più è una perdita. Il governatore Luca Ceriscioli dovrebbe dare a Civitanova altre certezze, ad esempio garantendo in tempi brevi il completamento dei 2 piani della nuova ala dell’ospedale, e che a fine emergenza, quando il Covid Center sarà smantellato, buona parte delle attrezzature vengano destinate a Civitanova Alta. La Regione ha buttato via 12 milioni di euro in una struttura fissa dove gli impianti non potranno essere riutilizzati, a meno che non ci siano accordi sottobanco per il futuro del Covid Hospital, di cui noi non siamo a conoscenza. In merito ai 100mila euro destinati a Civitanova, chiediamo che vengano investiti per rilanciare il centro storico e le piccole e medie attività commerciali, non per foraggiare presunti eventi internazionali come il Motorshow».

 

Vince Civitanova soccorre la Gabellieri «Popsophia? Divorzio mercenario E Marzetti ormai è un antagonista»

Popsophia, l’addio scuote la maggioranza Marzetti si appella al sindaco «E’ ora di cambiare la Gabellieri»

Teatri Civitanova vs assessorato alla cultura «Sentiremo la mancanza di Popsophia»

«Popsophia non era una priorità, disponibili a riaccoglierla nel 2021»

Popsophia divorzia da Civitanova Ercoli: «Decisione presa con amarezza, qui manca la programmazione»

Il “Realismo visionario” di Popsophia rilancia l’estate culturale delle Marche



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X