Vince Civitanova soccorre la Gabellieri
«Popsophia? Divorzio mercenario
E Marzetti ormai è un antagonista»

CIVITANOVA - I consiglieri della maggioranza attaccano l'esponente di Liberamente, reo di aver chiesto le dimissioni dell'assessore alla cultura, e gli organizzatori del festival
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
maggioranza-rossi-belletti-pizzicara-civitanova-FDM-e1528565427218-325x381

Il capogruppo di Vince Civitanova Enzo Pizzicara

 

Vince Civitanova corre in soccorso dell’assessore Gabellieri dopo la richiesta di dimissioni da parte del consigliere Sergio Marzetti. La civica dei fedelissimi del sindaco e dell’assessore alla cultura di Civitanova incalza e interviene sul divorzio con Popsophia: «Marzetti ormai è un antagonista, il festival ha abbandono per scelte mercenarie». Così il capogruppo Enzo Pizzicara e i consiglieri Armando Lazzarini, Monia Rossi e Fabiola Polverini si schierano al fianco della politica culturale dell’assessore. «La famiglia Ercoli dimentica l’ospitalità di Civitanova, l’entusiasmo con la quale è stata accolta e sostenuta nonostante l’amministrazione non sia mai stata coinvolta nella programmazione e nelle scelte delle date dell’evento Popsophia che non era neppure esclusiva della città, e gli gira le spalle – scrivono –  Delude l’abbandono categorico di Popsophia a Civitanova, un abbandono dettato da scelte mercenarie senza neppure un contraddittorio, facendo ricadere la colpa sulla mancanza di programmazione di cosa? Con chi si è confrontato Ercoli sulla programmazione? E poi perché Ercoli non ha realizzato Popsophia a Civitanova con 100mila euro di contributo dati dalla Regione? Cento mila euro sono stati legati all’evento Popsophia o all’evento Popsophia a Pesaro per soddisfare le esigenze politiche del presidente uscente Ceriscioli? L’assessore Gabellieri ha pienamente accolto ogni loro scelta dimostrando sempre soddisfazione e stima ed è stata soprattutto dalla parte degli Ercoli, anche durante i numerosi e frequenti tentativi di sabotaggio da parte dell’azienda speciale dei teatri che oggi manifesta solidarietà mentre durante la realizzazione dell’evento non trovava soluzioni ma solo problemi». I difensori della Gabellieri si schierano a testuggine poi contro Sergio Marzetti, componente indipendente della maggioranza che l’altro giorno ha chiesto un incontro al sindaco assieme a Piero Croia proprio per discutere del “problema Gabellieri” e di “Popsophia”. «Il tradimento di Ercoli è diventato un teatrino per Marzetti – continuano – che prosegue nei suoi appelli al sindaco per rimuovere l’assessore Gabellieri che al contrario di quanto lui afferma si è dimostrata all’altezza del ruolo che riveste andando oltre le parole e i fatti sono chiari e parlano da soli, basti guardare la grande ripartenza che è stata in grado di attivare nella nostra città, in un momento di grande crisi economico-turistica come quella che stiamo vivendo. Grazie all’operato del nostro assessore tutti hanno parlato del sistema turistico di Civitanova che per la prima volta è stato protagonista e addirittura modello sia a livello regionale che nazionale. Siamo stanchi di vedere questi continui e ingiustificati attacchi che soddisfano la rabbia di chi vuol ancora oggi un ruolo di comando. Siamo noi a chiedere al sindaco di chiedere una volta per tutte da che parte sta Marzetti e magari invitarlo a prendere una decisione netta a definitiva ma soprattutto coerente con il suo ruolo che è quello di antagonista».

Popsophia, l’addio scuote la maggioranza Marzetti si appella al sindaco «E’ ora di cambiare la Gabellieri»

Teatri Civitanova vs assessorato alla cultura «Sentiremo la mancanza di Popsophia»

«Popsophia non era una priorità, disponibili a riaccoglierla nel 2021»

Popsophia divorzia da Civitanova Ercoli: «Decisione presa con amarezza, qui manca la programmazione»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X