Malore nella pausa pranzo,
muore muratore di 50 anni

MATELICA - La vittima è Roberto Rogani originario di Treia, e residente ad Appignano. Era in un cantiere in zona Case rosse, si era appena fermato per mangiare un panino quando si è accasciato al suolo
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
roberto-rogani-3

Roberto Rogani

 

Tragedia nelle campagne di Matelica, un uomo di 50 anni è stato trovato morto. A stroncarlo un infarto. Si tratta di un 50enne originario di Treia, residente ad Appignano, Roberto Rogani. Era al lavoro in un cantiere edile, in zona Case Rosse, lungo la strada per Esanatoglia. L’uomo, dipedente della Cemeco di San Severino che realizza prefabbricati, intorno alle 12.30 era in pausa pranzo, pronto a mangiare un panino, quando si è improvvisamente accasciato a terra. A trovarlo riverso i colleghi di lavoro, lui non rispondeva, loro hanno chiamato i soccorsi. Sul posto sono giunti subito i sanitari del 118, che hanno tentato a lungo di rianimarlo, purtroppo senza esito, visto che era già morto. L’ambulanza è ripartita vuota. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri di Matelica, le pompe funebri hanno recuperato il corpo. Secondo una prima ricostruzione dei fatti a stroncare Rogani è stato un malore, con ogni probabilità un infarto.

«Un bravo lavoratore, da tanti anni impiegato alla Cemeco. Aveva una vita lavorativa molto impegnata» dice il sindaco Mariano Calamita. Ad Appignano vive anche la madre, che per tanti anni ha avuto una macelleria a Chiesanuova di Treia. Non era sposato, lascia i genitori e due sorelle. La salma è all’obitorio dell’ospedale di Macerata.

(M. Or.)

(Ultimo aggiornamento alle 21)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X