Il rosario col megafono:
le suore non si arrendono
al Coronavirus

SAN SEVERINO - Oggi alle 17 le sorelle missionarie dell'amore di Cristo intoneranno la preghiera in un modo alternativo. Alle 21 in tutta Italia flash mob dalle finestre delle case
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

rosary-1211064_1280-325x191

 

Il rosario diffuso con i megafoni. Le chiese sono chiuse a causa del Coronavirus, così a San Severino le suore missionarie dell’amore di Cristo (le Smac) hanno trovato un altro modo per non mancare l’appuntamento della domenica con la preghiera mariana. I megafoni si accenderanno oggi alle 17. «Le persone devono restare a casa ed è un modo per venire loro incontro unendoci in preghiera in un momento in cui, anche di preghiera, ce n’è un gran bisogno», dicono le suore Smac. Anche le Clarisse ogni sera alle 18,15 accendono la diretta Facebook sulla loro pagina per i Vespri. Iniziative che si aggiungono alle tante, anche laiche, che in questi giorni di isolamento stanno coinvolgendo terrazze e condomini che condividono a distanza musica e canti. Sempre oggi alle 21 un altro “flash mob” nazionale invita chi vuole ad accendere una luce alla finestra (va bene anche quella del cellulare).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X