facebook twitter rss

Comunità scientifica e cittadini,
il rapporto spiegato
in un documentario sul sisma

VIDEO - Il progetto nell’ambito del corso di studi in Geologia Marina all’università di Brema ed è stato pensato e realizzato dal laureando Philip Schneider e da Alessandra Domizi di Tolentino, che sta facendo un dottorato in Germania
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
89 Condivisioni

 

Un documentario sulla sequenza sismica che ha interessato l’Italia centrale tra l’agosto del 2016 e il gennaio del 2017. Il video è nato come progetto individuale nell’ambito del corso di studi in Geologia Marina all’università di Brema ed è stato pensato e realizzato dal laureando Philip Schneider e da Alessandra Domizi di Tolentino, che sta facendo un dottorato in Germania. 

Una delle immagini del documentario

Il titolo originale è: “Earthquakes explained through the example of the 2016 earthquake series in Central Italy – Connecting the scientific community and the general public”. «Il documentario è stato girato in una settimana lo scorso marzo 2019, quando ci siamo recati in alcuni dei luoghi più colpiti dalla sequenza sismica come Tolentino, Castelsantangelo sul Nera, Ussita e Visso – dice Alessandra Domizi – cercando una risposta soprattutto a questa domanda: quali dinamiche si sviluppano tra la comunità scientifica, i “tecnici” e i cittadini comuni quando si verifica un terremoto?

Ci stiamo ora occupando di diffondere il video per condividerlo con chiunque abbia interesse a confrontarsi con il “nostro” sisma avvicinandolo da una prospettiva diversa dal solito, nella speranza generale di stimolare la riflessione su varie tematiche care a chi vive su un territorio sismico». Gli intervistati che compaiono nel documentario sono Urbano e Rita Viola – titolari del “Bar Rita” di Castelsantangelo, la giornalista di Tolentino Barbara Olmai, il fondatore dell’associazione “Visione Sibillina”di Tolentino Enrico Seri, il professore e responsabile Sezione di Geologia dell’università di Camerino, ex sindaco di Camporotondo, Emanuele Tondi, Marco Ferranti, ingegnere strutturista di Tolentino, l’architetto Stefano Leonangeli di Tolentino e Flavia Giombetti, presidente del “Comitato 30 Ottobre” di Tolentino.

 

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X