facebook twitter rss

Tutti pazzi per il padel,
la variante del tennis
conquista Macerata

VIAGGIO NELLO SPORT (15a puntata) - La neonata associazione fondata da Giovanni Torresi permette di praticare la specialità negli impianti di via Dante, elevata la presenza di appassionati. «Avremo la gestione per i prossimi dieci anni e questo ci ha consentito di fare investimenti importanti in prospettiva. Probabilmente parteciperemo ad un torneo a squadre promozionale che il comitato regionale organizzerà a primavera»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
160 Condivisioni

 

Il campo di padel con dietro quello coperto per il tennis

 

di Mauro Giustozzi

Padel, lo sport amato da chi ama giocare. Nato per caso da un errore di misurazione si è trasformato in un gioco che sta conquistando sempre più ampie fette di sportivi.

L’angolo dei ricordi nell’impianto di via Dante

E che dalla scorsa estate ha trovato anche a Macerata un suo punto di riferimento nell’associazione Tennis Padel Team Torresi che ha inaugurato un impianto dedicato al padel nei ristrutturati campi di via Dante. Che furono la patria dell’Associazione tennis maceratese di cui Giovanni Torresi, che gestisce assieme al figlio l’attività sportiva, ne è stato per lunghi anni un alfiere. Questo sport è nato alla fine degli anni ’60, quando il magnate Enrique Corcuera, volendo installare un campo da tennis nella sua sfarzosa villa messicana si accorse che lo spazio era limitato e intralciato ai lati da opere in muratura. Non volendo rinunciare al proprio campo diede cosi vita ad una nuova area ristretta e circondata da pareti con la quale, cambiando alcune regole, creerà questa variante del tennis molto più giocosa e adatta a tutti, con palla sempre in movimento e tempi di gioco attivo molto più alti.

Giovanni Torresi

«In Italia il padel sta prendendo sempre più piede e così lo scorso anno ho deciso di fondare questa Asd che porta il mio nome – ci racconta Giovanni Torresi noto non solo agli sportivi ma anche per il suo impegno in politica in diverse vesti di amministratore locale – con la quale ho partecipato e vinto il bando di gestione fatto dal Comune di Macerata per la struttura di via Dante che era stata una delle sedi dell’Atm Macerata, dove anche io da giovane avevo giocato tante partite di tennis. Una gestione che avremo per i prossimi dieci anni e questo ci ha consentito di fare investimenti importanti in prospettiva: in primis trasformando il vecchio impianto in disuso e abbandonato in un moderno centro per promuovere questo sport che deriva dal tennis».

 

L’assessore Canesin e Pallotto della Fit al campo di padel

 

Così la nuova vita per gli impianti di via Dante è arrivata con la ristrutturazione che ha portato alla creazione di un campo di padel all’aperto e della rigenerazione di un campo in terra rossa per il tennis, al coperto, che sono il fiore all’occhiello del Tennis Padel Team Torresi.

Torresi con il centauro di Montecosaro Lorenzo Baldassarri, amante del padel

«Il Padel è un gioco divertente – ci dice Giovanni Torresi – che può essere praticato da persone di diversa età, sesso, condizioni tecniche e fisiche: è una disciplina vantaggiosa per tutti gli sportivi. Può essere un motivo di divertimento e può essere anche semplicemente un’occasione di incontro e di ritrovo; può diventare nello stesso tempo una valida attività motoria senza movimenti aggressivi per tenersi in forma. Infine può essere praticata da tutta la famiglia, è gratificante in termini di risultati sportivi. Da quando abbiamo aperto gli impianti abbiamo una media di presenze di appassionati, tra padel e tennis, di un centinaio di persone di tutte le età, dai giovani a sportivi più maturi, che frequentano abitualmente i nostri campi. Non solo provengono dal capoluogo, ma anche da centri vicini come Tolentino e Urbisaglia. Considerate che in provincia oltre a quello di Macerata esiste solo un altro campo dedicato al padel che si trova a Civitanova. Le regole si avvicinano molto a quelle del tennis. La racchetta è una pala solida e forata tale da renderla più leggera, la cui lunghezza massima non supera i 45,50 cm, mentre le palle, secondo la consistenza e le dimensioni approvate dalla Fip, sono le stesse del tennis. Il giocatore che serve è in posizione diagonalmente opposta all’area di battuta dell’avversario e deve far rimbalzare la palla sul pavimento prima di colpirla. Le battute si alternano iniziando dalla parte posteriore destra del proprio campo verso l’area di battuta destra di chi riceve, e in seguito dalla parte posteriore sinistra».

L’interno della sede di via Dante

Tra gli obiettivi che l’Asd Tennis Padel Team Torresi, oltre quello di far conoscere e propagandare questo sport emergente c’è anche quello di migliorare ulteriormente la struttura e anche programmare l’organizzazione di tornei di padel con la creazione di formazioni che possano partecipare a campionati di questa disciplina che sempre più stanno prendendo piede. «Devo dire che nonostante il freddo di queste giornate, ma grazie al fatto che non piove – prosegue Giovanni Torresi – il nostro impianto ha visto anche in questi mesi invernali un’elevata presenza di sportivi che hanno praticato il padel. Tra i nostri obiettivi nel breve periodo c’è anche quello di poter coprire, come per il tennis, anche il campo di padel in modo da poter offrire anche nei mesi invernali un’accoglienza migliore a chi vuol praticare questo sport. A primavera organizzeremo poi dei corsi per insegnare il padel a chiunque vorrà avvicinarsi a questo sport. Per il momento la nostra associazione non partecipa a campionati di padel sotto l’egida della Federazione: probabilmente parteciperemo ad un torneo a squadre promozionale che il Comitato regionale organizzerà a primavera. Costituiremo sia squadre maschili che femminili per questa occasione. A livello tennistico anche li faremo attività esclusivamente promozionale e non partecipiamo a nessun campionato». Per chiunque volesse avvicinarsi a questa disciplina sportiva può rivolgersi al numero telefonico tel:3920693425.

Cronometristi Maceratesi, un’eccellenza nazionale: da 92 anni misurano successi

Il legame con parrocchie e oratori, la passione di 6mila tesserati: il Csi abbraccia Macerata

Boom del calcio femminile, Yfit Macerata raccoglie il testimone delle pioniere degli anni sessanta

Oltre 400 soci, una scuola di qualità: l’associazione tennis Macerata riferimento di un territorio

La classe non invecchia, l’Atletica Sef gloria di una città: «Macerata compete con le metropoli»

Virtus Pasqualetti volteggia nella storia: da 114 anni un’eccellenza a Macerata

Il baseball a Macerata: la storia di una tradizione e la voglia di restare in Serie A

I 250 della Banca Macerata Rugby: una famiglia che cresce in attesa del campo al Centro Fiere

Macerata è softball, il club più titolato d’Italia vuole tornare al vertice

Cresce i giovani da 91 anni, Macerata a canestro con l’Abm

In tre anni oltre 100 iscritti e ora una Serie B da onorare Volley Macerata, storia di successi

Accademia Pugilistica Maceratese, da oltre 50 anni la culla della nobile arte

Fioretto, spada e ora sciabola: Macerata Scherma cresce i giovani «Senza casa ma con un progetto»

Macerata e la passione per l’hockey, una giovane società custodisce la storia

 

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X