«Ricostruzione e appalti pubblici,
si privilegino le aziende locali»

MACERATA - Confartigianato a confronto con l'assessore Narciso Ricotta. Il responsabile del Servizio Sviluppo e Categorie, Pacifico Berrè, ha chiesto snellimento delle procedure e attenzione alle aziende del territorio
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

incontro-Comune-Macerata-Ass-Ricotta

La delegazione di Confartigianato assieme all’assessore Narciso Ricotta

 

Una delegazione di Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno-Fermo, guidata dal presidente territoriale di Macerata, Francesco Cacopardo, dal responsabile del Servizio Sviluppo e Categorie, Pacifico Berrè e dal responsabile della sede provinciale, Marco Mangoni, è stata ricevuta questa mattina dall’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Macerata, Narciso Ricotta. L’incontro, proficuo e concreto grazie alla sensibilità e disponibilità che l’assessore Ricotta riserva in particolare modo alle imprese locali, fa seguito ad un confronto di qualche giorno fa svoltosi nella sede dell’associazione e nel corso del quale sono stati affrontati temi che riguardano la ricostruzione post sisma, gli appalti di opere pubbliche, i lavori, i servizi e le forniture che gli Enti normalmente appaltano. «Dopo una profonda crisi di oltre dieci anni che ha colpito tutti i comparti, in particolare quello delle costruzioni – ha detto Cacopardo – i tragici eventi sismici del 2016, se da un lato hanno lasciato una ferita insanabile nelle popolazioni colpite e una devastazione inimmaginabile, dall’altro si presentano come occasione di ripresa per il settore edile e quindi per l’intero sistema economico». Una delle questioni su cui si è discusso durante l’incontro, è stata quella relativa allo snellimento e alla velocizzazione dei processi burocratici per far decollare la ricostruzione, e la possibilità di favorire, o quantomeno non penalizzare, le imprese locali che garantiscono beni e servizi di altissima qualità.

Ri-MettitiInGioco_FF-4-325x217

Pacifico Berrè

Il responsabile del servizio sviluppo Pacifico Berrè, che segue da molti anni proprio il settore delle costruzioni, ha ribadito che «per coinvolgere di più le imprese locali nella ricostruzione pubblica, occorre disciplinare le procedure di gara per gli appalti con regole che garantiscano la trasparenza e l’efficienza, sempre tenendo in considerazione il ruolo prioritario che spetta alle imprese locali». Nei meccanismi di gara, ad esempio occorrerebbe favorire l’offerta economicamente più vantaggiosa, «inserendo fra i criteri di scelta dell’impresa aggiudicataria- prosegue Berrè -quello dell’idoneità operativa in funzione dei luoghi, come elemento distintivo e selettivo che tenga conto della maggiore affidabilità che le imprese locali possono assicurare nell’esecuzione dei lavori pubblici, proprio per la reputazione da onorare». Fondamentale creare inoltre dei principi di premialità per le imprese di prossimità, che valorizzino l’anzianità di esercizio con sede legale nel cratere, l’occupazione di manodopera locale e la maggiore qualificazione derivante dalla partecipazione a corsi di formazione specifici sulla sicurezza presso Enti accreditati. Gli appalti delle grandi opere, infine, andrebbero suddivisi in lotti funzionali, in modo da abbassare la base d’asta e favorire la partecipazione delle imprese locali più piccole, ma adeguatamente strutturate.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X