facebook twitter rss

Rapina choc a Piediripa,
armati di pistola assaltano le Poste
Dipendenti e clienti chiusi in bagno

MACERATA - Due i malviventi che sono entrati in azione in via Cluentina. Svuotate le casse: il bottino si aggira sui 6mila euro. Non ci sono stati feriti. E' scattata la caccia all'uomo con posti di blocco. La testimonianza di un cliente. IL VIDEO
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
911 Condivisioni

 

di Gianluca Ginella (foto/video Fabio Falcioni)

Armati di pistola entrano alla Posta e dopo aver chiuso dentro il bagno clienti e dipendenti mettono a segno una rapina. Due malviventi hanno agito alla filiale di Piediripa intorno alle 12,30 di questa mattina: dopo essere entrati hanno mostrato una pistola per poi chiudere tutti quanti all’interno del bagno per almeno 10 o 15 minuti. Le persone sequestrate, alcune rapinate dai malviventi, sono poi state fatte uscire da carabinieri e polizia che erano stati chiamati da qualcuno che all’interno aveva portato il cellulare. Il bottino si aggira sui 6mila euro.

Mattinata choc alla Posta di Piediripa di Macerata lungo via Cluentina. Due banditi dopo aver raggiunto l’ufficio postale a piedi venendo da una strada laterale, si sono alzati degli scaldacollo sul volto e hanno mostrato ai sei dipendenti presenti a quell’ora e ai clienti una pistola. Poi rapidamente, puntando l’arma contro i presenti li hanno fatti entrare nel bagno della posta «alcuni li hanno strattonati, per fortuna nessuno si è fatto male». I rapinatori una volta che nell’ufficio non c’era nessuno si sono messi a frugare nelle casse per portare via i soldi (oggi c’erano i pagamenti delle pensioni). Nel frattempo sono arrivati altri tre clienti, uno alla volta. Ognuno di questi è stato minacciato con una pistola, ad un paio è stato intimato di consegnare i soldi. «A me hanno preso 300 euro» dice Manola Luchetti, di Corridonia. Ad un’altra donna sono state invece prese le chiavi dell’auto, che poi i malviventi hanno gettato dopo la rapina. «Sono entrato e mi hanno detto: “Guagliò, guagliò” i soldi. E gli ho dato il portafoglio, dentro c’erano cento euro, poi mi hanno chiuso dentro il bagno». Una rapina che secondo i testimoni è durata tra i 10 e i 15 minuti al massimo. I malviventi una volta vuotate le casse (bottino da quantificare) sono fuggiti. Non ci sono stati feriti ma tanta paura. Sul posto sono subito intervenuti carabinieri e polizia (che procede con le indagini) chiamati dalle persone sequestrate. Immediati anche i posti di blocco che sono stati piazzati in vari punti della provincia: è caccia all’uomo.

(Ultimo aggiornamento alle 15)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X