facebook twitter rss

Sfruttamento del lavoro
nel cantiere del campus:
due imprenditrici nei guai

CAMERINO - Chiuse le indagini, nel mirino le rappresentanti legali di due aziende di Mogliano
giovedì 13 Giugno 2019 - Ore 11:26 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
143 Condivisioni

 

Il Campus Unicam

 

Cinque lavoratori in nero nel cantiere di via D’Accorso a Camerino per lo studentato Unicam, chiuse le indagini: due imprenditrici edili accusate di sfruttamento della manodopera clandestina. Si tratta di Patrizia Petracci ed Elisabetta Piccinno (la falsa avvocatessa delle aste bluff). Terminati gli accertamenti, il procuratore capo Giovanni Giorgio ha inviato l’avviso di fine indagini alle legali rappresentanti della Pama e della El.Gi., due imprese di Mogliano. Le province di Trento e Bolzano, donatrici del campus, avevano appaltato i lavori per 9 milioni e mezzo di euro. Nel cantiere, dopo la segnalazione della Cgil, sono state riscontrate varie irregolarità: al lavoro cinque stranieri in nero, uno dei quali nascosto nel locale caldaie all’arrivo dei carabinieri. A settembre il sequestro del cantiere con la misura revocata dopo le regolarizzazioni ed assunzioni. Ora la chiusura delle indagini con la Piccinno che ha chiesto di essere sentita in Procura e si è detta del tutto innocente e la Petracci della Pama, difesa dall’avvocato Gabriele Cofanelli, che non ha per ora chiesto l’interrogatorio.

 

Campus Unicam, groviglio di subappalti: anche azienda intestata a Elisabetta Piccinno

 

Campus Unicam, battaglia vinta per 18 lavoratori: «La ditta pagherà 98mila euro»

 

Campus Unicam, assunti regolarmente sei lavoratori: «Si è riportata la legalità»

 

Tolti i sigilli al campus, riprendono i lavori a Camerino

 

Blitz nel campus Unicam: operai clandestini tentano la fuga Denunce, sequestri e maxi multa

 

Sequestrato il campus Unicam: sigilli a due blocchi di palazzine

 

La denuncia della Cgil: «Pareti che si muovono e lavoro nero nei cantieri del campus di Unicam»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X