facebook twitter rss

Ciclabile con fondi europei per il sisma
Casini: «Non sono quelli
per la ricostruzione»

LA REPLICA della vicepresidente della Regione ai comitati: «È ora di isolare chi alimenta false notizie e distrugge l'immagine delle Marche». Ma le critiche ricevute parlavano di altri finanziamenti: quelli comunitari aggiuntivi per le aree colpite dal terremoto
domenica 27 Gennaio 2019 - Ore 19:48 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

0 Condivisioni

 

Fondi europei per il sisma destinati alla ciclovia mare-monti. I comitati attaccano la decisione regionale (leggi), il vice presidente della Regione Anna Casini replica, «non è vero. Sciacalli delle fake news. I fondi della ricostruzione non si possono usare per altri scopi».

Anna Casini

Tuttavia i fondi “incriminati” dal coordinamento dei comitati Terremoto centro Italia, che allega alle critiche la delibera di giunta regionale del 22 gennaio, non sono quelli per la ricostruzione. Ma quelli, appunto, europei. Destinati dall’Ue alle Marche. I “fondi sisma” del Por Fesr dove per Por si intende il Piano operativo regionale. In questo contesto quindi la replica dell’assessore Casini va fuori rotta rispetto alle critiche ricevute. «Le somme a disposizione per la ricostruzione sono: un miliardo di euro per le opere pubbliche e sette miliardi per le abitazioni private – prosegue la vice presidente -. La Regione ha finanziato un piano con fondi dedicati alle infrastrutture per realizzare una rete regionale di ciclabili per rendere le Marche un luogo più sostenibile, per ridurre le emissioni nocive, per implementare il turismo lento che è il futuro della nostra economia e per connettere le aree interne. Siamo capofila di sette Regioni per la progettazione della ciclovia Adriatica e abbiamo implementato la produzione di prodotti biologici e di agricoltura di qualità, abbiamo approvato accordi ambientali d’area per limitare l’inquinamento delle acque e strategie per la valorizzazione delle aree interne. Se le maggiori testate giornalistiche europee ci dedicano servizi e consigliano di visitare le Marche è anche grazie a queste scelte coraggiose e innovative che hanno aumentato l’attrattività dei nostri splendidi luoghi. È ora di isolare chi alimenta false notizie – conclude Casini – e distrugge l’immagine della nostra Regione mettendo a rischio il futuro di tanti operatori seri e di tanti giovani che hanno investito in settori come turismo, cultura, agricoltura e zootecnia».

 

Il post su Facebook dell’assessore Anna Casini

 

La delibera

Piste ciclabili con i fondi per il sisma I comitati: «Vergognatevi, sarà battaglia»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X