Neve, oltre 30 ore di blackout:
«Allevatori costretti a mungere a mano»

MALTEMPO - L'allarme lanciato da Coldiretti per la mancanza di energia elettrica soprattutto a San Severino: «Occorre fare presto per tornare alla normalità e consentire le vendite per le feste di Natale in una situazione in cui lo spopolamento ha provocato il crollo del mercato e messo a rischio la sopravvivenza delle aziende»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

mungitura-a-mano

La mungitura a mano

 

Trattori e mezzi agricoli al lavoro per per pulire le strade dal ghiaccio e della neve in tutta la regione e aziende in difficoltà per blackout che hanno interessato soprattutto la zona di San Severino, ma non solo. La situazione sembra essere tornata alla normalità solo questa mattina dopo 30 ore senza corrente elettrica e gravi disagi per una trentina tra aziende agricole e stalle. Gli allevatori, fa notare Coldiretti, sono dovuto tornare all’antica per mungere a mano mucche, capre e pecore, rifocillare gli animali e tenerli al caldo con l’uso di generatori. Il tutto a causa delle forti nevicate che, nella notte tra domenica e lunedì hanno interrotto 10 chilometri di linee elettriche. Elettricità che è mancata anche alle case fino alle 19 di ieri sera. «Una situazione che – denuncia Coldiretti Marche – aggrava le difficoltà di chi è costretto a fare i conti con l’emergenza post sisma. Nelle stalle non hanno funzionato le celle di refrigerazione e si è rischiato di perdere la produzione di latte e formaggi. Occorre fare presto per tornare alla normalità e consentire le vendite per le feste di Natale in una situazione in cui lo spopolamento ha provocato il crollo del mercato e messo a rischio la sopravvivenza delle aziende». «Per il terzo anno consecutivo – aggiunge la presidente di Coldiretti Marche, Maria Letizia Gardoni – le popolazioni colpite dal sisma devono fare i conti anche con la rigidità di un inverno vissuto in condizioni di estrema precarietà. Il rischio dello spopolamento e dell’abbandono sta aumentando in maniera vertiginosa e questo rappresenta un danno incalcolabile non sono per la nostra regione ma per tutto il Paese».

neve-san-severino-1-650x366

Una delle stalle bloccate a San Severino

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X