Nuovo parco commerciale,
«Il centro si svuoterà
E la lottizzazione è scaduta»

CIVITANOVA - Sessanta commercianti hanno incontrato l'assessore Borroni per discutere del progetto di 19mila metri quadrati nell'area vicino al Cuore Adriatico
- caricamento letture

obi-euronics

 

 

di Laura Boccanera

Nuovo parco commerciale vicino al Cuore Adriatico, 60 commercianti del centro chiedono spiegazioni all’assessore Borroni. Riunione ieri sera tra gli operatori del commercio in Comune per chiarire la questione riemersa in questi giorni nel dibattito cittadino e legata all’edificazione di 19mila metri quadrati di locali commerciali nella lottizzazione “Morichetti”. Ha creato scalpore e polemiche giorni fa la notizia della presentazione in Provincia del piano di opere di urbanizzazione per l’edificazione di nuovi 19mila metri quadrati di edifici a sud/ovest del Cuore Adriatico e di Obi/Terranova. Si tratta di un vecchio progetto su di un’area privata (della famiglia Morichetti) e prevista nel piano regolatore. Nel 2011 l’allora giunta Mobili bocciò la variante richiesta dal privato per trasformare la cubatura che aveva su due livelli in un unico piano e da allora il progetto giace impolverato.

a9495fa8-d430-4de4-b3a8-dd769efbe388-325x244 La novità sta nella presentazione in Provincia del piano delle opere di urbanizzazione che prevedono una nuova strada a 4 corsie parallela alla SS77 e che costeggia la statale di 1,9 km e che collega l’area commerciale a quella industriale. Ieri sera l’assessore Borroni ha illustrato ai commercianti, che male avevano digerito la scoperta di quel progetto presente da tempo, la proposta: «Io non ne sapevo nulla – ha detto Borroni – mi sono documentato con il dirigente Strappato e il progetto è ancora in un plico chiuso negli uffici dopo che la proposta è stata approvata in Provincia. La pratica a livello comunale è ancora ferma. Non se n’è parlato in giunta, né in maggioranza e neanche nei partiti. Ero all’oscuro e poi mi sono informato. Ci sarebbero 19mila metri quadrati destinati a commerciale di cui 10mila previsti per una multisala cinematografica con 9 schermi, altra volumetria è destinata ad un colosso sportivo, il Decathlon che si sposterebbe da Porto Sant’Elpidio a Civitanova, altri 4mila metri quadrati saranno destinati a ristorazione fast food tra cui un Burger King e un altro e infine altri 2500 metri quadrati per un alimentari discount. Ho garantito ai commercianti che non perderemo d’occhio questa situazione che però non impatterà sul commercio del centro, sono target del tutto differenti». Secondo Borroni tutto il progetto non dovrà passare in Consiglio comunale per l’approvazione perché non sottoposto a variante. In realtà però il piano di lottizzazione su quell’area sarebbe scaduto nel 2017 e pertanto andrebbe sottoposto di nuovo al voto del consiglio, senza il quale l’edificazione non è possibile.

Malcontento fra i commercianti: «Siamo usciti ieri sera piuttosto sconcertati – ha detto il presidente dell’associazione Centriamo Mauro Malatini – il malcontento è tangibile. Siamo preoccupati perché non siamo affatto certi che quello che verrà edificato non impatterà col commercio del centro. Se quell’area diventasse ancora più attrattiva il centro si svuoterà. Già lo vediamo, le famiglie la domenica non vengono in centro a meno che non ci siano eventi. Ci muoveremo per vedere se è possibile fare qualcosa per bloccare questa lottizzazione».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X