Giornata dedicata alla disabilità,
a Civitanova “Tutti diversamente capaci”

L'EVENTO - L'appuntamento è per domenica all'Eurosuole, ospite d'eccezione la campionessa paralimpica Assunta Legnante. L'assessore Capponi: «Abbiamo coinvolto le famiglie e i bambini in un programma di sport e divertimento»
- caricamento letture
Gabellieri-Capponi

Gabellieri e Capponi

 

“Tutti diversamente capaci” è lo slogan scelto dall’amministrazione comunale di Civitanova per promuovere le iniziative organizzate in vista della Giornata dedicata alla disabilità. L’appuntamento è per domenica all’Eurosuole forum. «Abbiamo coinvolto le famiglie e i bambini – ha detto l’assessore ai Servizi sociali Barbara Capponi – in un programma di sport e divertimento che sarà solo una prima tappa di un lavoro che durerà tutto l’anno e che coinvolge anche gli altri assessorati comunali. Per quanto riguarda la disabilità agiamo su tre canali: quello sportivo, quello legato all’intrattenimento delle famiglie e quello formativo rivolto a tutta la cittadinanza. Sarà una bella festa per ricordarci che siamo tutti uguali, ognuno con diverse capacità».

assunta-legnante

Assunta Legnante

Il programma si apre alle 9, con un saggio di equitazione integrata “Anche io salto l’ostacolo”, a cura del circolo ippico “Cavalli delle Fonti”. Alle 10, torneo di calcio a 5, con squadre integrate tra i ragazzi delle società: Anthropos, Academy civitanovese,  Civitanovese calcio, polisportiva Santa Maria Apparente, United Civitanova. Madrina dell’evento Assunta Legnante, campionessa paralimpica di getto del peso. Alle  14, “WTutti a passeggio sul pony”, passeggiata aperta a tutti i ragazzi organizzata dall’associazione “Cavalli delle fonti”. Alle 18  “Non solo Handicap” in sala consiliare, conversazione con Giorgio Terrucidoro, autore del libro omonimo. Interverranno Barbara Capponi, assessore alla Famiglia ed alle Politiche sociali, Agostino Basile, presidente asp Paolo Ricci, moderatoreGiorgio Barbatelli. Il convegno sarà sottotitolato, con servizio interpretariato Lis. «Il nostro obiettivo è quello di riconvertire la cultura che vede la disabilità solo come problema – ha spiegato l’assessore Gabelleri – e per questa la giunta si propone di attuare una serie di interventi mirati per arrivare ad una città a barriere zero, dove per barriere si intendono quelle culturali, sociali e architettoniche. Voglio ringraziare le nostre squadre di calcio per il torneo in programma, che hanno compreso a pieno lo spirito di integrazione tra ragazzi normodotati e disabili».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X