Scritti in onore di Vito Rizzo
presentati alla Camera

CAMERINO - La presentazione tecnica dei due poderosi volumi dell'opera dedicata al professore di Fiuminata è stata affidata a qualificati e autorevoli relatori
- caricamento letture
Prof.-Vito-Rizzo

Vito Rizzo

 

Camerino e il diritto: un binomio di successo che in ogni epoca vede l’affermarsi nel panorama scientifico nazionale e internazionale di eccellenti giuristi che dalla nostra terra traggono radici e ingegno, a cominciare dall’illustre cittadino Emilio Betti fino ad arrivare ad oggi al professor Vito Rizzo, autorevole appartenente alla scuola di pensiero del prof. Pietro Perlingieri. Originario di Fiuminata, il professore inizia proprio nell’antico ateneo camerte la sua brillante carriera universitaria come docente, nel lontano 1976, della facoltà di Giurisprudenza e poi anche della Scuola di Specializzazione in Diritto Civile, di cui è stato anche direttore, ricoprendo anche un’importante insegnamento presso l’università di Cosenza e, infine, nell’università di Perugia.

IMG_4999-325x217Nei giorni scorsi a Roma, alla Camera dei Deputati nell’elegante cornice della Sala del Refettorio, alla presenza di un folto pubblico, sono stati presentati gli “Scritti in onore di Vito Rizzo – Persona, mercato, contratto e rapporti di consumo”, a cura dei professori Enrico Caterini, Luca Di Nella, Antonio Flamini, Lorenzo Mezzasoma e Stefano Polidori. La presidente della Camera, Laura Boldrini, impegnata nella votazione della legge elettorale, ha voluto che venisse letto, in apertura, un suo bel messaggio indirizzato e dedicato al prof. Rizzo, proprio da parte del rettore eletto dell’università di Camerino,  Claudio Pettinari. Numerosi docenti e giuristi provenienti da ogni parte d’Italia, anche stranieri, insieme a importanti autorità istituzionali hanno partecipato alla cerimonia di presentazione: il prof. Fabrizio Figorilli, prorettore vicario dell’università di Perugia, il prof. Pietro Perlingieri, già rettore dell’università di Camerino e di Benevento e senatore della Repubblica, l’arcivescovo di San Severino-Camerino Francesco Giovanni Brugnaro e alcuni magistrati della Corte di Cassazione sono soltanto alcuni degli intervenuti. Il prof. Antonio Flamini, ordinario di Diritto Privato di Unicam che ha presieduto l’incontro, ha sottolineato la gratitudine che la comunità universitaria ha espresso, con gli scritti dedicati, al prof. Rizzo per l’elevato contributo che la sua prolifica attività di ricerca ha dato, abbracciando le più importanti tematiche del Diritto civile, in particolare il problema dell’interpretazione del contratto e, più specificamente, del diritto dei consumi. Da bravo giurista ha saputo leggere i segni dell’evoluzione dei tempi e adeguare di conseguenza l’interpretazione del diritto alle mutate esigenze, senza dimenticare di perseguire sempre la tutela sostanziale del consumatore, e non soltanto formale, con uno sguardo attento in particolare alle ingiustizie contrattuali.

IMG_4988-325x217La presentazione tecnica dei due poderosi volumi dell’opera a lui dedicata, che sfiorano le 3mila pagine, è stata affidata a qualificati e autorevoli relatori: il prof. Augustin Luna Serrano, ordinario di Diritto civile all’università di Barcellona, il prof. Enrico del Prato, ordinario di Diritto civile alla Sapienza di Roma e il prof. Pasquale Femia, ordinario di Diritto privato all’università della Campania “Luigi Vanvitelli”. Costanti del pensiero di Rizzo, ripercorso attraverso le principali opere sulla contrattazione di massa, sono da un lato lo studio sistematico dell’interpretazione del diritto e del contratto, nello specifico, e dall’altro la tutela del consumatore. I curatori degli scritti in onore hanno ricordato, ciascuno da prospettive ed esperienze diverse, non soltanto la qualità del contributo scientifico dato dal Professore allo studio del diritto, ma hanno voluto porre l’accento sul suo elevato profilo umano e sulle sue alte qualità morali. Uomo discreto, dall’innato garbo e gentilezza, ha formato intere generazioni di studenti e di allievi trasmettendo la passione per lo studio, e con acuta intelligenza e operosa umiltà è stato guida e maestro, nella didattica e nella ricerca, anche per i colleghi che hanno visto in lui un punto di riferimento importante, oltre che un vero amico. Di fronte alle tante personalità, colleghi e amici che si sono ritrovati insieme per festeggiarlo pubblicamente, il prof. Rizzo, emozionato, ha espresso parole di profondo ringraziamento: “Forse le mie parole non riusciranno ad esprimere, se non in minima parte, ciò che provo in questo momento. Ho dedicato tutte le mie speranze e attese in un tipo di vita, quella della ricerca universitaria e dell’insegnamento, in cui ho molto creduto e in cui ho dato tutto me stesso, con impegno e passione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X