Maceratese, lavori in corso
per un nuovo cambio di proprietà?

SOMMA ALGEBRICA - Liotti sarebbe intenzionato a cedere il pacchetto di controllo a un industriale campano. Questo avrebbe indotto la dirigenza a chiedere una proroga per la presentazione della documentazione alla Lega. Sullo sfondo la cordata locale e - su tavoli diversi - l'ex presidente Tardella e altri ex dirigenti biancorossi
- caricamento letture
enrico-maria-scattolini

Enrico Maria Scattolini

 

di Enrico Maria Scattolini

FIOCCO AZZURRO IN CASA BERRE’ (+++).E’ nato Elia, il secondogenito del dottor Fabio Berrè, uno dei tre fratelli a cui, direttamente o indirettamente, potrebbe essere connesso il futuro della Maceratese.

SICURAMENTE IL PAPA’ gli avrà trasmesso i geni della sua passione per la Rata (+). Saranno coltivati dall’intera famiglia: dall’infanzia all’età della ragione.

MA QUALE MACERATESE (+/-) FREQUENTERA’ Elia da grande?

UN PAIO D’INTERROGATIVI M’INCURIOSISCONO. Quando andrà allo stadio per gioire (glielo auguro di cuore) o patire (purtroppo), quale storia avrà appreso della Rata? Ai tempi turbolenti della sua nascita.

Tardella_foto-LB

Maria Francesca Tardella

UNA SOCIETA’ poi rimasta fra i professionisti (+) o sprofondata nella selva oscura dei campionati regionali, “…chè la diritta via era (stata) smarrita”?

E QUALE SARA’ IL GIUDIZIO sui protagonisti di quei giorni?

IN PARTICOLARE SULLA TARDELLA. Sarà ricordata come un presidente fra gli indimenticabili del calcio biancorosso, o fra quelli che hanno contribuito ad affossarlo?

AUSPICO LA PRIMA IPOTESI (+). Pur con eventuali aggiustamenti – ma non correzioni – suggeriti dagli approfondimenti storici.

QUANTOMENO LE SARA’ RICONOSCIUTA (+) l’abilità di talent scout. Soprattutto nell’individuazione di talenti della panchina.

ALLENATORI DA LEI SCOPERTI talvolta…. suo malgrado. Come Giunti. Attualmente richiesto da mezza serie C (+).

Claudio-Liotti

Claudio Liotti, proprietario della Maceratese

O PEPPE MAGI (+). Mai amato perché brillante di luce propria, e quindi ingombrante

MA SOPRATTUTTO CRISTIAN BUCCHI (+). Che, nonostante l’altra sera abbia confermato la sua idiosincrasia per le grandi imprese (ha perso il secondo play off consecutivo, stavolta con il Perugia contro il Benevento), sarebbe al centro di importanti trattative nel calcio che conta. Almeno secondo il suo vivace mentore Criscitiello.

PER LA VERITA’ (+), l’interesse non manca neanche attorno all’ex (per molti) “Mariella nostra”.

HO APPRESO (+) di un recente, significativo contatto di suoi rappresentanti con Liotti. L’incontro ci sarebbe stato alla fine della scorsa settimana. Pur se negato dalle parti: esplicitamente da quella locale; implicitamente dal versante partenopeo, abituato, come noto, al silenzio assoluto con i media.

MOTIVO DEL COLLOQUIO sarebbe stato il medesimo (+) che, a suo tempo, avvicinò gli avvocati di La Cava a quelli della dottoressa Tardella.

CHE AVREBBERO DOVUTO TROVARE UN ACCORDO (+) in base al quale quest’ultima rinunciava al diritto di evizione. Ovvero di riacquisizione (attraverso Gianni Piangiarelli) del 95% delle quote del capitale della società biancorossa, che non sarebbe stato mai pagato da Spalletta. Poi ceduto dall’imprenditore italo svizzero a Liotti.

Mosca_Foto-LB

Maurizio Mosca

INTESA RAGGIUNTA IN QUELLA CIRCOSTANZA e pare anche nell’attuale (+).

LA RELATIVA FORMALIZZAZIONE sarebbe soltanto questione di tempo(+).

PASSAGGIO IMPORTANTE (+), perché testimonierebbe dell’intenzione di Liotti e dei suoi collaboratori d’iscrivere la Maceratese al prossimo campionato di Lega Pro

IN ALTERNATIVA, come ho già scritto, sarebbe inevitabile la rinuncia al professionismo (-). Nonostante l’encomiabile impegno della cordata locale e di Maurizio Mosca.

LO STESSO “MOMO”(+) potrebbe però supportare Liotti…

… O CHI PER LUI. Non è infatti escluso il trasferimento – totale o parziale – del suo pacchetto di controllo della Maceratese in capo ad un altro industriale campano. Che ne assumerebbe la presidenza in tempi brevissimi.

L’APPROSSIMARSI DI TALE ACCADIMENTO avrebbe indotto la dirigenza biancorossa a richiedere una proroga riguardo alla presentazione della documentazione in relazione alla quale la Lega dovrà concedere, o rifiutare, il suo gradimento all’attuale Presidente della Rata.

QUINDI L’ATTESISSIMO 3 GIUGNO potrebbe aver perso il suo significato di data limite.

A PROPOSITO DI SCADENZE, un’altra si profila all’orizzonte biancorosso. Ad essa potrebbe essere legata la nomina del nuovo Direttore Generale e del nuovo Direttore Sportivo già conosciuti ai tifosi della Maceratese per un passato in biancorosso (come scritto nel comunicato di Liotti della scorsa settimana).

MA QUANTE COSE, di questi tormentati giorni d’inizio estate 2017, potranno essere raccontate ad Elia Berrè !?!



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X