Viaggio nel cantiere della biblioteca
Carancini: “Sarà una sorpresa
che meraviglierà”

MACERATA - Sopralluogo nei locali della Mozzi Borgetti sottoposti a restauro. L'assessore alla Cultura Stefania Monteverde: "L'obiettivo è chiudere questo mandato consegnandola alla città. Ci saranno una public library, aule per la ricerca e uno spazio per convegni e concerti"
- caricamento letture

 

biblioteca

La panoramica del cantiere nella biblioteca Mozzi Borgetti postata dal sindaco Romano Carancini su facebook

biblioteca-10

Lo spazio dove sorgerà l’auditorium per convegni e anche concerti

 

di Claudio Ricci

Un viaggio nel tempo alla scoperta dei nuovi locali della Mozzi Borgetti. L’assaggio arriva da un reportage fotografico postato dal sindaco Romano Carancini su facebook. Il primo cittadino ha voluto aprire una finestra sul cantiere pubblicando alcune foto scattate durante un sopralluogo fatto stamattina con l’assessore alla Cultura Stefania Monteverde e i tecnici degli uffici comunali. “Quello che già si vede – ha scritto nel post – fa immaginare un luogo inaspettato, spettacolare: spazi affascinanti, aperti, quotidiani, per tutti. Sarà una sorpresa in grado di meravigliare. Misurarsi sui grandi progetti che restano, è una delle cose che in questi anni fanno il nostro impegno quotidiano per la città. Primavera Buonaccorsi, Novecento Buonaccorsi, Torre dei Tempi con Orologio Planetario, per esempio ma non solo. Penso a quando riapriremo le porte di questa parte della biblioteca, a quanto sarà ancora più incredibilmente bella, Macerata. Ma ora la voglia, la concentrazione e la determinazione di finire”.

biblioteca-7“Una volta terminati i lavori che interessano in tutto una superficie di 9mila metri – svela l’assessore – la biblioteca sarà dotata di una public library, aule per la ricerca, un grande spazio per convegni, concerti e performance artistiche. Parte dei locali saranno destinati anche al museo del risorgimento che aveva sede proprio all’interno della palazzina. Le opere in muratura dovrebbero terminare entro il 2017 ma ci vorrà altro tempo per l’allestimento degli interni. “Il progetto sta procedendo molto rapidamente – dice Monteverde – Ma dopo la fine delle opere in muratura (entro il 2017) credo che ci vorrà almeno un altro anno e mezzo per il completamento. L’obiettivo è chiudere questa legislatura consegnando alla città la sua public library. Macerata sarà città del libro inteso come fondamento di tutte le arti. In quel luogo si potrà parlare non solo di letteratura ma anche di musica, arte, informatica”.

biblioteca-3

 

biblioteca-6Un’opera importante – costo del progetto 2,7 milioni di euro (di cui 2 milioni da fondi Fas e 700mila euro dal Comune) che andrà ad arricchire la “corazzata” delle fabbriche della cultura cittadine. “L’obiettivo è farne una grande moderna biblioteca – spiega Monteverde – intesa come spazio di lettura, conservazione e ricerca (anche su testi antichi ndr), una public library per i bambini e per i ragazzi e un luogo per fare musica. L’idea successiva è investirci gli ulteriori soldi che arriveranno dalla Regione per altri progetti”. Sede un tempo delle terme (i bagni pubblici della città) lo stabile è sottoposto ad una complessa opera di recupero che nel 2008 (con l’amministrazione di Giorgio Meschini) ha visto tornare alla luce la parte anteriore. “La fortuna è che la biblioteca non è mai stata chiusa – sottolinea l’assessore – Di quest dobbiamo ringraziare molto il personale che ha sempre garantito l’accesso anche se magari non tutto era raggiungibile ma consentendo sempre l’uso della biblioteca”.

(Cla. Ri.)

biblioteca-2

 

biblioteca-4

biblioteca-9

biblioteca-5



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X