Civitanova, resta il divieto
ma riapre Maranello
Tornano i bagni a Porto Recanati

MARE SPORCO - L'Arpam ha reso noti i risultati delle analisi sulle acque: restano off limits il lungomare nord e la zona interessata dal divieto a Porto Potenza. Lunedì nuovi campionamenti
- caricamento letture

divieto balneazione cartelli3

 

Torna balneabile la foce del Maranello, rimane il divieto sugli altri tratti del litorale nord di Civitanova. Spiagge riaperte a Porto Recanati, non nel tratto interessato a Porto Potenza. Le analisi effettuate dall’Arpam sul campione prelevato il 15 giugno, durante la mareggiata, hanno riscontrato ancora la presenza di eschirichia coli. Rimane dunque il divieto (disposto dal 15 giugno) di fare il bagno a Fontespina in prossimità della foce in località Tre case, fosso Caronte, viale IV novembre all’altezza del civico 138 (lungomare nord), fosso Castellaro e in prossimità dell’area portuale a sud fino circa allo chalet l’Oasi. Torna incontaminata dall’eschirichia lo specchio d’acqua di fronte alla foce del Maranello, nei pressi dello chalet Batik. Un risultato abbastanza scontato secondo gli operatori balneari dal momento che i nuovi campioni sono stati prelevati in un momento di mareggiata. Ora l’Arpam effettuerà nuovi riscontri lunedì mattina e la risposta dovrebbe essere poi resa nota mercoledì. Fino ad allora niente bagni e con la giornata di sole di oggi, dopo una settimana di tempo incerto o con vento forte per i concessionari di spiaggia è l’ennesima sfortuna di una stagione ancora non decollata. Stessa situazione a Porto Potenza dove il divieto permane nella zona che era stata interessata dall’ordinanza di mercoledì in direzione fosso a mare (nella zona a sud dello chalet l’Ancora fino allo chalet Nettuno) , mentre a Porto Recanati torna nella norma la situazione e riaprono le spiagge a sud. Il nuovo sindaco Roberto Mozzicafreddo ha emesso una nuova ordinanza di revoca della precedente. Sì ai bagni a 450 metri a sud della foce del Potenza e nello specchio d’acqua denominato in direzione fosso Acquarolo. Nell’ordinanza si specifica invece che rimane il divieto permanente di balneabilità (che c’era anche prima di queste ultime analisi) a 300 metri a sud della foce del Potenza e a 400 metri a nord.

(L. B.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X