L’appello di una mamma a Ceriscioli:
“Ripristinate il reparto di pediatria,
i bambini non s’ammalano ad orario”

SAN SEVERINO - “Mio figlio si è sentito male ed è stato fortunato che c'era il pediatra, altrimenti non so come sarebbe arrivato a Macerata”
- caricamento letture
L'ospedale di San Severino

L’ospedale di San Severino

 

“Mio figlio si è sentito male ed è stato fortunato che c’era il pediatra, altrimenti non so come sarebbe arrivato a Macerata”. A raccontare la disavventura capitata ad un bambino di otto anni, residente non lontano da San Severino, è la mamma che si dice preoccupata per la chiusura del reparto di pediatria dell’ospedale settempedano. “Mio figlio ha avuto un attacco fortissimo ed improvviso di febbre intorno alle 11 del mattino, è stato preda delle convulsioni per circa un’ora e mezza – racconta la donna – lo abbiamo portato al pronto soccorso di San Severino dove è stato subito curato, sono stati chiamati il pediatra, che per fortuna era in servizio e l’anestesista per stabilizzarlo”. Ci è voluta un’ora e mezza per far riprendere il bambino, stabilizzando le sue condizioni in modo che fosse idoneo per il trasporto in un’altra struttura, per essere ricoverato.  “Mio figlio si è sentito male nelle tre ore in cui a San Severino c’è il pediatra, mi è stato detto che se dovesse capitare ancora, mi converrebbe andare direttamente a Macerata, come si fa a fare quasi un’ora di strada con un bambino in preda alle convulsioni? L’anestesista la sera non c’è e neanche il sabato pomeriggio, sono molto preoccupata”.

Il bambino è stato ricoverato a Macerata, nel reparto di pediatria, dove è stato assistito. “Tra noi mamme c’è un malessere enorme, insormontabile, non possono esserci bambini di serie A o di serie B, che si ammalano a comando, solo negli orari stabiliti, perché al di fuori di quelli manca l’assistenza – continua la donna – non si possono lasciare i bambini così, a Macerata mio figlio è stato seguito bene, ma ci sono solo dieci posti letto e mancano i pediatri, un pediatra è andato in pensione, un altro ci andrà a settembre, un’altra è in dolce attesa, ci sono anche le ferie estive da coprire”. Conclude la giovane mamma: “Chiediamo che venga ripristinato il reparto di pediatria dell’ospedale di San Severino, in modo da poter garantire le cure, anche a chi abita nell’entroterra, i bambini non possono pagare le scelte politiche sulla sanità”. Questa mattina a San Severino si è svolto un sopralluogo in ospedale del direttore di area vasta tre Alessandro Maccioni e della direttrice sanitaria dell’ospedale Giovanna Faccenda, per visionare i lavori quasi ultimati, al quarto piano. Prevista per venerdì la visita del presidente della Regione Luca Ceriscioli all’ospedale settempedano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X