L’album di due maceratesi
nella top ten di Rolling Stone Brasile

- caricamento letture
Il video Silas dei Vivendo do Ocio, interamente girato nella provincia di Macerata

 

Selva mundo

Vivendo do ocio

 

La rock band brasilana-maceratese “Vivendo do Ocio” promossa da Rolling Stone del Brasile. Il loro nuovo album, “Selva Mundo”, che contiene 11 brani autoprodotti, è stato inserito tra i dieci album più rilevanti del 2015. La metà dei Vivendo do Ocio ha origini maceratesi, Luca e Davide infatti sono figli di Fabizio Bori, un imprenditore trasferitosi in Brasile qualche decina d’anni fa. «In questo album (in italiano “mondo giungla”) abbiamo voluto mescolare il nostro rock con la musica tradizionale, vogliamo sentire il ritmo brasiliano – spiegano i due fratelli – Abbiamo invitato Dadi (il bassisita dei Novos Baianos) per incidere un brano. Poi abbiamo inserito una poesia di Vinicius De Moraes, e Pepeu Gomes ha scritto per noi una bellissima canzone “Amor em Construção. Siamo felicissimi di di avere queste grandi responsabilità».

Selva mundo 2

La band

Oltre a Luca e Davide ci sono Jajà, cantante, e Dieguito, batterista. Il primo a ricevere Selva Mundo è stato il Juke-box all’idrogeno di Macerata dal quale è avvenuto il collegamento in diretta con il Brasile. Nel 2016 la band porterà il suo nuovo lavoro in tour in tutto il Brasile e probabilmente, in estate, arriveranno anche in Europa. Come è già avvenuto, potrebbero tornare in Italia. Nel 2011 hanno suonato nello stadio di Lecce per L’italia Wave dopo Lou Reed e prima dei Verdena, e nella stessa estate hanno realizzato il video della canzone “Silas”, girato interamente nel maceratese, con la regia di Federico De Marco e Rodolfo Craia e presentato in esclusiva su Mtv. Le immagini del video abbracciano i monti Sibillini fino ad arrivare al mare di Civitanova passando per Macerata. La canzone Silas è risultata anche finalista agli Mtv Video Music Awards grazie ai voti popolari e si è classificata seconda nell’Mtv “Dia do rock” (miglior canzoni rock dell’anno).

Selva mundo 3

Il gruppo in uno scatto per il nuovo album

«Selva Mundo è una sintesi dei nostri ultimi anni, dei luoghi che abbiamo visto e conosciuto che, ovviamente, portano con sé molte cose belle ma anche molte brutte – spiega la band – Ognuno di noi rischia di essere un “prisioneiro do futuro” perché ogni scelta che facciamo la valutiamo in base alle conseguenze che può avere nel futuro, è una forma psicologica nella quale siamo ingabbiati e dovremmo liberarcene». Selva Mundo è il quarto album dei Viver do ocio ma è il primo prodotto senza etichetta discografica, totalmente indipendente e ha preso vita da un progetto su kickstarter. L’obiettivo era quello di poter andare a incidere “Selva Mundo” in uno dei migliori studi di San Paolo, traguardo velocemente raggiunto e superato. «Abbiamo potuto constatare in questo modo che abbiamo moltissimi sostenitori, molti anche dall’Italia e siamo felicissimi. La libertà di aver autoprodotto il disco ci ha permesso di essere molto liberi, non abbiamo dovuto accontentare il maggior numero di persone ma abbiamo potuto fare solo quello che più ci piaceva e che ci appagava di più».

 

Selva mundo 4



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X