Asilo Green, approvato
il progetto preliminare

TOLENTINO - Predisposto dall'architetto Migliorisi prevede un importo complessivo di 1 milione 726mila euro
- caricamento letture
asilo green tolentino (2)

L’asilo Nicholas Green di Tolentino

Asilo Green di Tolentino, la giunta municipale ha approvato il progetto preliminare per la realizzazione del nuovo nido e per la valorizzazione dell’area a verde pubblico. Predisposto dall’architetto Antonio Migliorisi, modificato e integrato a seguito delle attività di verifica da parte del Pcq srl e di validazione da parte del responsabile unico del procedimento (Rup), ammonta ad un importo complessivo di  1 milione 726mila euro. Approvata sia la nuova relazione di stima, relativa alla valutazione dell’attuale edificio e dell’area circostante da cedere in conto pagamento dei lavori di realizzazione dell’edificio del nuovo asilo e di riqualificazione dell’area circostante a verde pubblico, per un valore di beni da cedere di oltre 2 milioni di euro, che la variante urbanistica, con passaggio di tale area dall’attuale destinazione F5 – area ad uso pubblico e servizi a servizio di quartiere a nuova destinazione commerciale/distributiva. La Giunta ha dato mandato al responsabile dell’ufficio appalti e contratti all’implementazione della gara di appalto e quindi per la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori di realizzazione del nuovo asilo e riqualificazione dell’area circostante a verde pubblico, fermo restando che il progetto definitivo sarà richiesto per la partecipazione alla gara e con pagamento della progettazione (definitiva per l’aggiudicatario ed esecutiva) e dei lavori (nuovo asilo e riqualificazione area a verde pubblico) con cessione in pagamento dell’attuale edificio asilo Green ed area di sedime e circostante come individuati nella relazione di stima dell’architetto Antonio Migliorisi.

L'insegna dell'asilo Green di Tolentino

L’insegna dell’asilo Green di Tolentino

La Giunta ha stabilito che il bando prevederà necessariamente la formulazione da parte del concorrente dell’offerta congiunta per l’acquisto del bene, in aumento rispetto al valore posto a base d’asta, a corpo, di 2.025.854 euro, come da stima, e in ribasso percentuale unico sull’importo dei lavori e delle spese tecniche a base di gara, a corpo, pari a 1.344.200 euro, fermo restando che saranno a carico dell’aggiudicatario anche tutte le altre voci di spesa riportate nel quadro economico e nel capitolato speciale d’appalto del preliminare approvato come copra, nonché nel bando e nel disciplinare che verranno approntati per la gara stessa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X