Asilo Green, il Pd a Pezzanesi:
“Basta con le minacce”

TOLENTINO - I democrat intervengono dopo le ultime dichiarazioni del sindaco in merito alla vicenda che sta tenendo banco in città da oltre un anno. "Dovrebbe ascoltare le ragioni di chi da tanto tempo cerca di fargli capire i motivi per cui questa sua idea è sbagliata"
- caricamento letture
Il capogruppo del Pd in consiglio, Bruno Prugni

Il capogruppo del Pd in consiglio, Bruno Prugni

di Marco Cencioni

«Sindaco, la smetta di minacciare ed offendere chi non la pensa come lei». Non usa mezzi termini il partito democratico di Tolentino, che interviene dopo le dichiarazioni del primo cittadino Giuseppe Pezzanesi in merito alla vicenda asilo Green (leggi l’articolo). «Proprio non lo vuole capire che la città, e soprattutto i residenti del quartiere Repubblica, non vogliono l’abbattimento della struttura e la perdita di un giardino pubblico per la realizzazione di un’area commerciale – dichiarano i democrat – Un sindaco dovrebbe ascoltare le ragioni di chi da tanto tempo cerca di fargli capire i motivi per cui questa sua idea è sbagliata. Lui, invece, minaccia querele ed arriva persino alle offese personali come quelle rivolte alla presidente del quartiere Foro Boario. Ogni contestazione rivolta a Pezzanesi viene banalizzata come fosse una contestazione dettata dall’opposizione politica. È stato così quando si è detto che il comitato “Salviamo il Green” era stato creato dal Pd. È stato così quando recentemente il comitato di quartiere Foro Boario si è autosospeso (leggi l’articolo), criticando il mancato coinvolgimento in scelte importanti riguardanti il quartiere». I rappresentanti democrat, infine, rispondono all’accusa di Pezzanesi, che ha evidenziato come “Italia Nostra”, i componenti del neo comitato ed alcuni ex amministratori non siano intervenuti come fatto nel caso del Green (leggi l’articolo) sottolineando come “nei decenni scorsi, sotto le Amministrazioni di sinistra, sono sorti due mega centri commerciali per centinaia di migliaia di metri cubi con asfaltatura di vastissime zone di verde rigoglioso”. «Per quanto riguarda la realizzazione delle due aree commerciali della città, tanto per essere chiari ed onesti, il sindaco dovrebbe riconoscere che queste hanno portato sviluppo e posti di lavoro. Dovrebbe anche ammettere che i 150 alloggi a prezzi calmierati e le sette sale del Giometti non si sarebbero mai realizzate senza il piano Pace. È paradossale che oggi Pezzanesi contesti quelle realizzazioni dopo aver votato, quando era all’opposizione in Consiglio comunale, il piano regolatore che le prevedeva da circa vent’anni – ricordano gli esponenti del partito democratico – Il centrosinistra, caro sindaco, non ha mai demolito scuole né distrutto aree verdi all’interno della città. Noi le scuole le abbiamo sempre costantemente migliorate – concludono – per non dimenticare, inoltre, la realizzazione della nuova “Rodari” che, certamente, non ha fatto lei».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X