Rissa al ristorante,
durante il pranzo della comunione

PORTO RECANATI - E' successo alla Baia del Corso. Attorno alle 15 una tavolata che si trovava all'interno dell'esercizio per festeggiare si è vista arrivare un gruppo di persone che si picchiavano. Tutto è nato da una lite tra due siciliani appartenenti a famiglie diverse. Motivi legati ad una donna. Poi il fuggi fuggi. Alcuni feriti sono stati portati al pronto soccorso
- caricamento letture
Il ristorante Baia del Corso dove è iniziata la rissa

Il ristorante Baia del Corso dove è iniziata la rissa

 

Baia del corso 2

Il ristornate su corso Matteotti

 

di Alessandro Trevisani

Una rissa furibonda, durata oltre 10 minuti, con mulinare di coltelli e bottiglie infrante. E’ scoppiata attorno alle 15, lungo corso Matteotti, all’altezza del ristorante Baia del Corso, dove si stava svolgendo un pranzo di comunione di una bambina residente a Porto Recanati. Il tutto nel pieno di una giornata assolata, con centinaia di passati a godersi il gelato in mezzo all’isola pedonale. Diversi i feriti portati al pronto soccorso dell’ospedale di Civitanova e di Macerata, uno ha una ferita alla testa. Tutto sarebbe iniziato, stando ad una prima ricostruzione, tra due capofamiglia di origine siciliana che sono venuti alle mani in strada. Poi si sono aggiunti altri parenti delle rispettive famiglie. Oggetto della questione sarebbe una donna, anche lei finita nella rissa. Il parapiglia ha coinvolto un gruppo di 4-5 persone, di mezzo anche due fratelli. Uno di questi per fuggire ha cercato scampo all’interno del ristorante. L’altro gli sarebbe corso incontro per aiutarlo, arrivando a bordo di una Mercedes. La scena è stata ripresa dalle telecamere presenti in zona. Lì sono proseguite le botte contornate da un lancio di oggetti: una bottiglia di aceto e un posacenere a cilindro, che hanno scheggiato il muro esterno e la porta a vetri del locale. Qualcuno ha afferrato un coltello appoggiato su un tavolo, per poi lasciarlo cadere e fuggire di nuovo all’esterno. Ancora botte e insulti lungo il corso e dietro l’angolo dell’isolato nelle vicinanze del bar Asso di cuori. Tra i soggetti alcuni avevano vistosi tatuaggi sulle braccia e parlavano in italiano. A quel punto sono intervenuti i carabinieri agli ordini del maresciallo Luca Ciabocco, fermando e portando in caserma alcuni dei soggetti, che se la stavano svignando in auto. Negli occhi e nelle orecchie degli avventori del ristorante – alcuni venivano da Como e da altre parti d’Italia – le grida e la furia scatenata degli aggressori. Ancora ignote le ragioni della rissa, ma sono in corso, nella caserma di viale Europa, i primi interrogatori per ricostruire i fatti. Arrivati in caserma alcuni dei soggetti presi avevano delle ferite e i militari hanno quindi disposto il trasporto in ospedale per definire il tipo e la gravità di lesioni riportate. Sono stati scelti due pronto soccorsi diversi, Macerata e Civitanova, per evitare che le persone, ancora in stato di ira, continuassero anche in ospedale. Si sta valutando anche il tipo di reato contestato e se l’episodio finisca in una denuncia o culmini in uno o più arresti. Sul posto sono intervenuti anche i vigili urbani.

(Servizio aggiornato alle 19,30)

Il posacenere tirato

Il posacenere tirato

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X