Il Consiglio comunale fa i conti:
“Basta assenze strategiche e ritardi”

CIVITANOVA - Presentato il bilancio delle attività svolte: 22 sedute, 111 delibere e 21 mozioni. I più assenti Massimo Mobili e David Mariani. Critico Pier Paolo Rossi: "E' inammissibile che si venga in Consiglio solo per mezz'ora e si voti per avere il gettone". Il presidente Costamagna non risparmia critiche alla Belevederesi: "Non mi sembra molto coerente, né renziana"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Da sinistra Pier Paolo Rossi, Daniele Maria Angelini, Ivo Costamagna e Mirella Franco

Da sinistra Pier Paolo Rossi, Daniele Maria Angelini, Ivo Costamagna e Mirella Franco

di Laura Boccanera

Criticità delle commissioni consiliari, richiamo ai dipendenti, questioni politiche e anche un “cammeo” pensiero su Charlie Hebdo. Sulla base di queste premesse si apre la conferenza di inizio anno del consiglio comunale, un bilancio sulle attività svolte nel 2014 e le aspettative per l’anno che ci si trova davanti. Ad aprire è il presidente del consiglio Ivo Costamagna che si unisce al coro di Je suis Charlie mettendo una matita nel taschino della giacca. Un pensiero oltre il locale come è solito fare il presidente del consiglio. Ma poi subito dai fatti di politica internazionale si passa a Roberta Belvederesi che ieri senza tanti giri di parole aveva attaccato l’operato della giunta e stigmatizzato la proposta di far intervenire l’esercito (leggi l’articolo).

Il presidente del consiglio Ivo Costamagna

Il presidente del consiglio Ivo Costamagna

Costamagna è sarcastico: “Vedo con piacere che la Belvederesi è ricomparsa sulla scena politica, l’ultima volta che l’ho vista era nelle file dell’Idv, però la trovo poco renziana, ha scelto il momento peggiore per palesarsi, occorre essere coerenti e lei non lo è. Se vuol fare la renziana che la faccia veramente altrimenti le rimane solo l’hashtag #Robertastaiserena”.
Dopo la parentesi politica Costamagna lancia un appello che prevede la ristrutturazione delle commissioni consiliari, dove si registrano carenze e come aveva già fatto anche in passato lancia una strigliata ai dipendenti comunali, complice la necessità questa mattina di dover reperire alcuni dati in un giorno di chiusura al pubblico: “Tutto il consiglio comunale e le attività consiliari stanno in piedi se c’è il personale. Tra questi c’è chi lavora per tre, chi tira a campare e chi boicotta”.
Si passa poi alla rendicontazione dei dati: nel 2014 sono state 22 le convocazioni di Consiglio comunale che hanno prodotto 111 deliberazioni, in 4 occasioni l’assise si è riunita in seduta aperta. 21 le mozioni discusse e 11 le conferenze dei capigruppo. Numerose le attività istituzionali organizzate in occasione delle celebrazioni ufficiali come 25 aprile, 1 maggio, anniversari, convegni e commemorazioni. In cantiere nel 2015 c’è un grosso progetto dal titolo Cruzar el chargo che si terrà il 18 e 19 maggio in contemporanea con la tappa del Giro d’Italia. Un progetto sul quale sta lavorando anche l’Università di Camerino e interesserà i circa 8000 emigrati civitanovesi in Argentina, San Martin, città con la quale Civitanova è gemellata dal 1990. L’anniversario sarà l’occasione per una grande festa. In questo mese verrà adottata una delibera di finanziamento pari a 10mila euro e un successivo impegno di spesa per 30mila euro.
Tra i dati rendicontati anche le presenze e assenze dei consiglieri comunali. Il più assente in assoluto è il consigliere comunale di centrodestra Massimo Mobili con 8 assenze, segue David Mariani del Pd con 6 assenze. Ex aequo nel centrodestra con Erminio Marinelli, Giovanni Corallini e Fabrizio Ciarapica con 5 assenze. Seguono con 4 assenze Ermanno Carassai (Ncd), Livio De Vivo, Paolo Rachiglia (Idv), Daniele Maria  Angelini (Pd) 3 assenze, Antonio Colucci (Pd) 3 assenze, Belinda Emili (Rifondazione) 3 assenze, Claudio Morresi (Insieme per Civitanova) 3 assenze, Sergio Marzetti (Ncd) 3 assenze. Chiudono con due assenze Marco Dolci (La nuova città), Rosalba Emiliozzi (M5s), Pierpaolo Pucci (M5s). Una sola assenza per il sindaco Tommaso Corvatta e per Mirella Franco (Pd) e Pier Paolo Rossi (Uniti per cambiare. Sempre presenti a tutti i consiglio comunali Ivo Costamagna, Piero Gismondi (la nuova città), Lidia Iezzi (Pd),  Giorgio Morresi (Pd),Gustavo Postacchini (Pd) e Roberta Rutili (Pd).

Presente all’incontro di stamattina anche Mirella Franco presidente della Commissione servizi sociali che ha annunciato che a breve si dimetterà dal ruolo di presidente di commissione e che ha stilato le iniziative fatte nel 2014 per il sociale tra cui l’abbattimento delle barriere architettoniche della comunicazione con il concerto Lis and music, l’accessibilità agli incontri di Futura grazie alla traduzione simultanea in Lis e sottotitoli e la giornata internazionale della persona disabile.

Più critico invece Pier Paolo Rossi che ha richiamato i consiglieri di maggioranza ad un atteggiamento più serio durante le sedute: “E’ inammissibile – ha detto – che un consigliere arrivi alle 23.30 e se ne vada poco dopo mezzanotte, è un atteggiamento non adeguato, assenze strategiche e ritardi per ottenere qualcosa non devono più essere ammessi. In particolare faccio il nome di De Vivo che è fuori dalla maggioranza, ma ancora siede all’interno delle nostre file, ma che sulla rete e fra la gente parla di giustizia equità e parteciperà ad una manifestazione come la fiaccolata per la sicurezza che è tutto meno che apartitica e apolitica. Solo nell’ultimo consiglio comunale è arrivato alle 22.45, ha votato per avere il gettone di presenza e se n’è andato alle 23,32”. Sullo svolgimento del consiglio si registra anche il vice presidente Daniele Maria Angelini che aggiunge: “i consigli devono terminare a mezzanotte. Oltre è fisiologicamente difficile mantenere l’attenzione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X