Maceratese-Samb, Helvia Recina blindato
Savi: “Si fa di tutto per non far andare
la gente allo stadio”

VERSO IL BIG MATCH - Il consigliere comunale critica le restrizioni attuate da questura e prefettura: "Situazione mortificante per i tifosi. Il sindaco si adoperi per un approccio più sereno e rispettoso della città". Intanto la società ha ufficializzato l'acquisto del 23enne attaccante Marco Villanova
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
I tifosi della Maceratese sono pronti ad incitare i propri beniamini contro la Samb

I tifosi della Maceratese sono pronti ad incitare i propri beniamini contro la Samb

di Andrea Busiello

Sale l’attesa per il big match di domani (domenica) alle 14.30 all’Helvia Recina tra la Maceratese e la Samb. Le due squadre non fanno mistero di voler puntare alla vittoria del campionato: i biancorossi sono in testa con 32 punti mentre i rossoblu sono quarti a quota 27. Dopo l’addio a capitan Benfatto (leggi l’articolo) e l’arrivo del portiere Saitta (leggi l’articolo), la società ha ufficializzato l’acquisto dell’esterno offensivo classe 1991 Marco Villanova. Quattro anni in serie C con la maglia del San Marino e prima parte di stagione con la casacca del Ribelle in serie D: questo il curriculum del valido attaccante che mister Magi avrà a disposizione già da domani. Ma non sarà l’ultimo colpo di mercato, infatti tra lunedì e martedi il ds Maurizio Gagliardini dovrebbe tesserare un centrocampista e un centravanti. In vista della sfida contro la Samb in città le restrizioni applicate dalla questura di Macerata nei confronti dei tifosi, biglietti nominativi e prevendita obbligatoria, non sono passate inosservate.

Il consigliere comunale Alessandro Savi

Il consigliere comunale Alessandro Savi

Sul tema è intervenuto anche il consigliere comunale Alessandro Savi, da sempre tifosissimo della Maceratese: “Con la squadra prima in classifica, il ritorno del bel gioco, il rinnovato feeling tra tifosi, squadra e società, a Macerata sta crescendo domenica dopo domenica un notevole entusiasmo. Peccato si stia facendo il possibile e l’impossibile, settimana dopo settimana, per spegnere questo aspetto della vitalità cittadina – sottolinea Savi – . Le scelte della questura e della prefettura vanno infatti in questa direzione comportando una limitazione delle libertà dei cittadini e dei tifosi che, in una città tranquilla come Macerata, appare eccessiva, inverosimile e financo mortificante. In occasione della gara contro la Sambenedettese si è addirittura superata la logica della prevendita del biglietto e della conseguente chiusura domenicale dei botteghini adottando una serie di provvedimenti che nessuno in città riesce a comprendere: la vendita nominale dei tagliandi e l’obbligo di esibire il biglietto esteso anche ai bambini (con tanto di dichiarazione da parte del genitore di nome, cognome e data di nascita del proprio figlio) rappresentano il culmine di tutta una serie di azioni che non hanno altra spiegazione se non contestualizzati in una ben precisa intenzione: fare in modo che allo stadio vada meno gente possibile. A ciò, infatti, si aggiunge la ormai consueta chiusura del parcheggio dell’Helvia Recina che convincerà tantissimi sportivi a restarsene a casa a guardare la serie A in tv. Pur comprendendo la potenziale pericolosità di alcuni eventi sportivi, ritengo tali provvedimenti irrispettosi nei confronti della città nonché enormemente dannosi per la Maceratese che, proprio a causa di tali limitazioni, subisce un mancato introito quantificabile in decine di migliaia di euro nell’arco dell’intera stagione calcistica”.

Marco Villanova

Il nuovo acquisto Marco Villanova

L’intervento di Savi prosegue chiedendo l’aiuto del primo cittadino Romano Carancini: “Chiedo al sindaco di adoperarsi, per quanto nelle sue possibilità, affinché prevalga un approccio più sereno e rispettoso della città e dei cittadini nell’organizzazione delle misure anti-violenza negli stadi: Macerata non merita tali assurde limitazioni perché, nella sua lunga storia calcistica, non si è mai resa protagonista di episodi di violenza e di intolleranza”.

All’Helvia Recina ci sarà ugualmente un ottimo colpo d’occhio: a San Benedetto sono stati polverizzati i 1.200 biglietti del settore ospiti messi a disposizione mentre sono circa 800 i tagliandi acquistati dai tifosi biancorossi per assistere al confronto. Per gli ultimi ritardatari ci sarà tempo fino a stasera alle 19.  Le sedi dove è possibile comprare il biglietto per l’incontro sono: Eros Telefonia di corso Cairoli, punto ristoro del Campo sportivo di Collevario, Bar dei Pini e biglietteria dello stadio Helvia Recina.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X