Mendicanti: niente confisca del denaro, in arrivo la multa

MATELICA - Dietrofront sulla norma anti accattoni in Consiglio comunale. Abbassata all'8 per mille l'aliquota Imu sulla seconda casa, si chiederà un incontro con il proprietario del parco dei dinosauri Le Pietre del Drago, per rinegoziare il contratto. Alla fondazione Mattei in arrivo il responsabile finanziario dell'Eni
- caricamento letture

consiglio comunale_matelica (2)

di Monia Orazi

Nella lunga discussione del consiglio comunale di Matelica, aperta dalla vicenda biogas (leggi l’articolo) sono stati esaminati altri quattordici punti all’ordine del giorno. E’ stata rivista la norma che permetteva la confisca del denaro ai mendicanti molesti (leggi l’articolo). La maggioranza ha spiegato di voler “correggere il tiro senza cancellare la norma della giunta Sparvoli, ma rafforzandola” per salvaguardare il diritto a chiedere l’elemosina di chi è in stato di bisogno e il diritto a chi lo vuole, di elargire il proprio denaro, previsti dall’articolo secondo della costituzione italiana. Tolta la confisca del denaro provento delle elemosine per gli accattoni molesti, inapplicabile secondo la maggioranza, per le persone moleste è prevista la sanzione amministrativa da 25 a 150 euro, con il divieto assoluto di chiedere l’elemosina in modo molesto, nelle vie e nelle piazze del centro. Voto contrario di Nuovo Progetto Matelica che ha ribadito le ragioni di tutela dei cittadini più deboli contro questuanti molesti, citando l’episodio dell’ex assessore Rosanna Procaccini spintonata a terra per difendere la madre novantenne e quello sventato da Paolo Sparvoli, con una coppia di anziani presa di mira da uno dei mendicanti.

Sono state presentate alcune interpellanze e mozioni. Pietro De Leo ha sollevato la questione della recente acquisizione della Indesit da parte della Whirlpool, secondo indiscrezioni il piano industriale sarà presentato ad ottobre, De Leo ha ricordato che in uno stabilimento dell’azienda in trentino, circa 400 persone sono state messe in cassa integrazione. Il sindaco Delpriori ha confermato contatti costanti col sindaco di Fabriano, è stata avanzata richiesta di incontro con la proprietà per avere rassicurazioni. Tre le mozioni presentate da Leonardo Mori del Movimento Matelica 5 Stelle. Con la prima ha suggerito di utilizzare i fondi dell’8 per mille destinati all’edilizia scolastica per ristrutturare edifici scolastici, la cui scadenza di presentazione dei progetti è il prossimo 30 settembre. Ritirata la mozione sull’annullamento (impraticabile a meno di sanzioni) o rinegoziazione del contratto ventennale con cui il comune versa alla società Le Pietre del Drago, proprietaria del parco dinosauri in località Pezze, 21 mila euro l’anno, per acquistare i reperti del museo dei fossili. Sarà chiesto un incontro al proprietario, proponendo una rinegoziazione, dato che rispetto alla convenzione approvata nel 2008 e proposta dall’allora assessore Farroni, ci sono solo 5 mila ingressi annui invece dei 30 mila prospettati. Su questo presupposto Mori ha ritirato la mozione. Acceso botta e risposta tra l’assessore Cinzia Pennesi e Paolo Sparvoli sulla mozione relativa al calendario annuale delle manifestazioni, con richiesta di convocare in un prossimo incontro tutte le associazioni, per calendarizzare gli eventi ed evitare sovrapposizioni. L’assessore Pennesi ha ribadito che la sua porta è aperta per chiunque abbia cose interessanti da proporre.

Approvate le modifiche al regolamento comunale, in conseguenze di quello dello statuto, con la previsione della figura del presidente del consiglio comunale e l’allungamento del termine massimo per ottenere dei documenti comunali, tramite la richiesta di accesso agli atti. Approvata la convenzione con il comune di Pioraco per l’utilizzo nella sede comunale, del segretario Alessandro Valentini che sarà per un giorno e mezzo nella città della carta. Approvata definitivamente la variante urbanistica che permette alla Eco-Service di acquisire un terreno per l’ampliamento dell’attività, oltre alla previsionedi assunzione di otto persone. Approvato il regolamento e le tariffe dell’Imu e della Tasi.

Diminuisce l’Imu sulla seconda casa, posta all’8 per mille (era oltre il dieci per cento l’anno scorso), inoltre per la Tasi l’aliquota è del 2,5 per mille, agli inquilini in affitto spetterà il pagamento del 20 per cento dell’importo totale. In una mozione d’ordine cambia lo statuto della fondazione Enrico Mattei, secondo la legge il sindaco non può più esserne il presidente perchè è di totale proprietà del comune, ci saranno due comitati, uno degli esperti e l’altro internazionale con proposta di rendere più visibile la fondazione e reperire fondi. Nella votazione a scrutinio segreto sono stati votati il delegato del sindaco Sergio Palma, per la maggioranza Giusy Foglia, la minoranza ha scelto l’ex consigliere Egidio Montemezzo, la famiglia Mattei ha designato Alessandro Curzi, inoltre entra anche il responsabile finanziario dell’Eni, Massimo Mondazzi. Eletto il comitato di gestione dell’asilo nido: Alessandro Casoni, Flavia Beccaceci, Rosanna Procaccini. L’assessore Montesi ha annunciato che il comune di Matelica è entrato a far parte del comitato dei sindaci del Cosmari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =