Trasporti per Vallebona, Officina e Run procedono su strade separate

MACERATA - Le due associazioni studentesche non trovano l'unità di intenti. Pennesi (Officina): " Possono firmare anche loro la nostra petizione". Casalotto: " Siamo stati i primi ad avanzare proposte in merito"
- caricamento letture
Il sindaco Carancini firma per la campagna promossa da Officina Universitaria

Il sindaco Carancini firma per la campagna promossa da Officina Universitaria

di Claudio Ricci

Una battaglia che va di pari passo con la riforma del sistema dei trasporti regionale quella delle due associazioni studentesche Officina Universitaria e Run (Rete Universitaria Nazionale) per il diritto alla mobilità degli studenti maceratesi. Una questione di principio per entrambi gli schieramenti che però si muovono ormai da tempo su fronti differenti.

Da una parte i rappresentanti di Officina Universitaria che l’8 maggio, ultimo di una serie di confronti, hanno incontrato il direttore dell’Apm Stefano Cudini ed il vicesindaco Federica Curzi per definire i profili della questione. Un confronto proficuo, a quanto dichiarato da Francesco Pennesi tra i maggiori rappresentanti del movimento, che segue quello ottenuto in regione con l’assessore ai Trasporti Luigi viventi. Durante l’incontro, successivo ad una raccolta firme on line (“Ticket to Ride”) che ha trovato numerose adesioni (più di 300) anche tra personaggi di spicco della vita maceratese tra cui il sindaco Carancini (leggi l’articolo),  è stata garantita da subito l’implementazione del servizio, con un aumento delle corse da e per la contrada Vallebona (Dipartimento di Scienze della Formazione). Un aumento, che in base a quanto emerso,  potrà essere ottenuto attraverso due possibili modalità: o tramite un accordo tra Apm e Contram,  grazie al quale gli studenti con lo stesso biglietto potranno viaggiare sia sugli autobus urbani che su quelli extraurbani, oppure attraverso la circolare C, che negli orari di punta per gli studenti potrebbe prolungare la tratta fino a Vallebona.  La battaglia non si ferma qui, il 20 maggio infatti è previsto un incontro con il rettore per discutere della possibilità di  ottenere  abbonamenti trimestrali agevolati per gli studenti grazie ad un co-finanziamento che coinvolga l’  Università e il Comune.

da sx: Roberto Tesei, Teresa Lambertucci, Pietro Casalotto,

da sx: Roberto Tesei, Teresa Lambertucci, Pietro Casalotto, Simona Armillei e Maurizio Saìu

Parallelamente si muove invece  la Run e il suo esponente di punta Pietro Casalotto, che in una conferenza sul tema convocata oggi pomeriggio,  ha esposto i punti proposti . Presenti anche Teresa Lambertucci, segretario provinciale del Partito Democratico, Simona Armillei, referente  Run per il Dipartimento di Scienze della Formazione, Roberto Tesei, segretario regionale dei Giovani Democratici e Maurizio Saìu, responsabile per i rapporti con le associazioni e il terzo settore della segreteria provinciale del Pd .  Queste le strategie proposte: agevolazioni del 50% sugli abbonamenti ( del costo di 27,60 € mensili) per gli studenti con borsa di studio per motivi di reddito,  agevolazioni del 25% sugli abbonamenti per tutti gli altri studenti e una navetta per collegare il Multiplex di Piediripa con il centro al termine degli spettacoli serali. Nel suo intervento Casalotto ha inoltre auspicato che si arrivi ad una sintesi del dibattito con i colleghi di Officina Universitaria,  consapevole del ruolo svolto dalla RUN, prima associazione a presentare pubblicamente delle proposte sul tema e orgogliosa di poter giungere a una conclusione positiva della vicenda.

Gli fa eco Pennesi di Officina Universitaria, da noi contattato, che ha dichiarato: ” Se Casalotto vuole ottenere, come noi, un reale beneficio per gli studenti sa come e dove trovarci per poter aderire alla nostra campagna, nel caso voglia invece iniziare tutto da capo  e intraprendere strade alternative solo per mettere il cappello all’iniziativa tutto questo non avrebbe senso e manderebbe in fumo una trattativa che ha già dato e continua a dare i suoi frutti».  Gli studenti intanto aspettano l’autobus sperando che non ci siano ulteriori ritardi dovuti al conducente.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X