A Macerata arriva il microchip
per la raccolta differenziata

RIFIUTI - Il nuovo metodo promosso dal Cosmari partirà il 24 marzo nel centro storico. Dal 17 marzo sarà possibile ritirare i sacchetti blu (multimateriale) e gialli (rsu) nell'ufficio comunale in via Lido Bastianelli. Ogni famiglia avrà un codice utenza identificativo e una Riciclocard. Il sindaco Carancini: "Puntiamo ad estendere questo tipo di raccolta a tutta la città"
- caricamento letture
Romano Carancini, Daniele Sparvoli e Giuseppe Giampaoli durante la conferenza di presentazione

Romano Carancini, Daniele Sparvoli e Giuseppe Giampaoli durante la conferenza di presentazione

di Carmen Russo

(foto di Lucrezia Benfatto)

Anche a Macerata la raccolta differenziata fa passi avanti. La realtà dei sacchetti dotati di microchip, già presente in 9 comuni della provincia, sarà attivata nel capoluogo dal prossimo 24 marzo. Un lavoro di preparazione che ha coinvolto l’Amministrazione Comunale e il Cosmari. Quest’ultimo, dopo aver siglato l’accordo con la Smea, si è subito prefisso l’obiettivo di dotare la città di Macerata del sistema dei sacchetti con il microchip e di ultimare la nuova discarica.
Il microchip porta a porta ha portato, nei comuni in cui è attiva, un sostanziale aumento della raccolta differenziata e una reale sensibilizzazione alla cura dell’ambiente e della città. “Dopo aver buttato nella spazzatura tutte le inutili parole, ecco che si è concretizzato il programma che avevamo in mente – ha affermato il sindaco Romano Carancini in conferenza stampa – Il percorso sarà diviso in tre momenti sostanziali: il primo è quello di attuare questo tipo di raccolta con microchip nel centro storico, il secondo sarà quello di estenderlo nelle zone che ad ora non sono raggiunte con la prossimità e il terzo e ultimo sarà quello di racchiudere nel programma definitivamente tutte le zone della città”.

Enzo Valentini, Romano Carancini, Daniele Sparvoli e Giuseppe Giampaoli

Enzo Valentini, Romano Carancini, Daniele Sparvoli e Giuseppe Giampaoli

E proprio dal primo punto si partirà il prossimo 24 marzo, con un iter di preparazione sia tecnico che di formazione per la cittadinanza. A tal fine sono già previsti due incontri in assemblea il 13 marzo nella Sala Castiglioni della Biblioteca Comunale e il 14 marzo all’Asilo Ricci. Dal 17 marzo saranno attivi i punti di consegna dei nuovi sacchetti. Saranno, per ora, dotati di microchip le buste blu e quelle gialle, rispettivamente il multimateriale e i rifiuti solidi urbani. Per la raccolta della carta, dell’organico e del vetro sarà mantenuta l’attuale predisposizione. A cambiare però, non saranno solo i sacchetti, ma anche gli orari di raccolta e di conseguenza anche le abitudini per i cittadini: si potrà esporre i sacchi fuori dalle abitazioni dalle 7 alle 9, i rifiuti indifferenziati nei giorni lunedì e venerdì, il multimateriale il martedì e il sabato. Rimangono invariati gli orari per i restanti rifiuti.
“Stiamo cercando di andare incontro a tutte le esigenze della popolazione – ha detto il direttore del Cosmari Giuseppe Giampaoli – Per questo attueremo particolari accorgimenti per i locali commerciali, per quelli pubblici e per gli studenti universitari”.
Per questi ultimi saranno, infatti, predisposti appositi cassonetti video sorvegliati in cui poter smaltire i rifiuti anche in orari differenti da quelli indicati.
Un particolare trattamento sarà riservato anche a quei rifiuti quali pannolini, pannoloni e assorbenti igienici. Previa richiesta all’ufficio comunale, si potrà richiedere il sacchetto “rosso” profumato, da smaltire ogni martedì, giovedì e sabato sempre dalle 7 alle 9.

I microchip sui sacchetti

I microchip sui sacchetti

Ad ogni famiglia corrisponderà una tessera – la Riciclocard – che sarà consegnata con il primo ritiro dei sacchetti dotati di microchip. Questa servirà per i successivi ritiri e servirà da identificazione per il proprio codice-utenza, anche per coloro che affittano case a studenti universitari. “La raccolta differenziata con microchip sarà un primo utile strumento per far crescere la differenziazione anche nel capoluogo – ha detto il presidente del Cosmari, Daniele Sparvoli – Ma siamo già all’opera per altre iniziative. Presto sarà inaugurato un nuovo sistema di differenziazione del multimateriale e stiamo investendo anche sui centri di raccolta e riuso. Uno verrà presto aperto a Tolentino”.
Il ritiro dei sacchetti sarà gratuito all’ufficio comunale di via Lido Bastianelli (di fronte alla farmacia Petracci), nell’occasione si potranno restituire quelli senza microchip. “Potenzieremo il servizio ai cittadini e il ritiro non sarà più solo il sabato. A tutte le famiglie e le attività commerciali interessate sarà inviata una lettera con i propri dati e i codici a barre necessario per poter prendere i sacchetti”, ha detto l’assessore all’Ambiente Enzo Valentini. 
Carancini_SparvoliL’attuazione di questa nuova pratica di raccolta differenziata sarà controllata, appunto, tramite i microchip e qualora dovessero presentarsi irregolarità, questa saranno sanzionate secondo la normativa vigente sui rifiuti  in seguito all’intervento della Polizia Urbana. “Inizialmente – ha continuato Valentini – le infrazioni verranno solo segnalate per poter permettere una progressiva presa di coscienza da parte della popolazione”.
Macerata si aggiunge ai vicini comuni di Civitanova, Porto Recanati, Castelraimondo, San Severino, Urbisaglia, Loro Piceno, Monte San Giusto, Camerino, Recanati oltre alla recente sperimentazione a Petriolo. Notevole è stato in questi luoghi l’incremento del riciclo dei rifiuti in seguito all’aggiunta del microchip identificativo.
Per ulteriori chiarimenti, oltre a poter partecipare agli incontri organizzati per la cittadinanza, si può contattare il numero verde del Cosmari 800.640.323 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 14 e il sabato dalle 8 alle 13).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X