Maceratese, un’altra vittoria in casa
All’Helvia Recina cade la Jesina

SERIE D - Derby accesissimo quello disputato dalle due formazioni: biancorossi avanti con Gabrielloni e Cavaliere (rigore). Nicola Cardinali ha accorciato le distanze, ma nel recupero il gol di Donzelli ha garantito il successo. Paura per l'infortunio di Arcolai, rivelatosi meno grave del previsto. Polemiche sull'arbitraggio
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

(In alto la galleria fotografica di Lucrezia Benfatto)

 

Tifosi_Maceratese (9)di Filippo Ciccarelli

La Maceratese vince il derby con la Jesina, una partita che non mancherà di suscitare polemiche per via dei tanti episodi contestati, ma soffre contro un’avversaria giovane e ben messa in campo dall’allenatore Francesco Bacci. Di fronte al migliaio di tifosi accorsi all’Helvia Recina i ragazzi di Favo mettono in mostra un’altra grande prova di carattere e concretezza, dimostrando che per vincere bisogna anche saper soffrire. Il primo tempo è ben giocato da entrambe le formazioni che, sostanzialmente, si equivalgono. Ma, al 42′, Conti trova un rasoterra geniale per Ambrosini che sguscia in area di rigore, arriva sulla linea di fondo e in diagonale supera Giovagnoli: la palla sembra volersi arenare sulla linea bianca, ma Gabrielloni di potenza ribadisce in rete anticipando due difensori ospiti pronti a spazzare via il pallone. Il primo tempo si chiude molto male per la Jesina, che però ha un inizio di ripresa ben peggiore. Passano 52 secondi e l’arbitro concede un rigore per trattenuta su Ambrosini. Un fallo evitabile, perché la punta biancorossa era sì in area, ma in posizione piuttosto defilata. Dal dischetto si presenta Cavaliere che trasforma in modo impeccabile, spiazzando il portiere ospite con una conclusione sotto l’incrocio.

Maceratese-Jesina (8)I leoncelli non ci stanno: viene richiamato in panchina Tullio, e al suo posto entra Mbaye, attaccante classe ’94 che darà più di un grattacapo alla retroguardia della Maceratese. La Jesina mostra un pressing asfissiante e lotta su ogni pallone, collezionando un calcio d’angolo dietro l’altro. La Maceratese concede metri e, alla fine, proprio sugli sviluppi di un corner Nicola Cardinali accorcia le distanze con un bel colpo di testa sul quale Turbacci non può nulla. La partita sale di ritmo e il clima si innervosisce: la Jesina protesta per il calcio di rigore concesso alla Maceratese ad inizio ripresa (ma i biancorossi ne avevano reclamato uno nel primo tempo per fallo di mano su un pallone giocato da Gabrielloni). Al 25′ Nicola Cardinali stende Pietropaolo con un intervento da espulsione, ma viene graziato con il giallo. Stesso trattamento clemente riservato a Donzelli che, due minuti dopo, è entrato durissimo in scivolata su Mbaye. Ma il clou delle proteste si raggiunge poco dopo, al minuto 38: Benfatto entra in scivolata su Pierandrei, nell’intervento sembra prendere pallone e avversario. Tutta la panchina della Jesina entra in campo protestando ferocemente, il direttore di gara però non torna sui suoi passi e non concede il penalty. Anche i giocatori si fanno sentire: Sebastianelli rimedia il secondo giallo e finisce anzitempo sotto la doccia. Nonostante l’inferiorità numerica, la Jesina si butta alla ricerca disperata del pareggio.
Maceratese-Jesina (10)Sulla strada dei ragazzi di Bacci c’è però un super Turbacci, che allo scadere prima allontana di pugno una palla crossata da calcio d’angolo, poi con un gran colpo di reni mette in corner una conclusione destinata in rete e calciata da fuori area. Il colpo del ko arriva però da Francesco Donzelli, il terzino classe ’94 a lungo fermato dalla pubalgia: dopo una sgroppata di 70 metri, dalla propria area di rigore a quella avversaria, finalizza un contropiede portato avanti da Ambrosini sull’out di sinistra. E’ il gol che fa esplodere l’Helvia Recina e che riporta la Maceratese al terzo posto solitario, alle spalle della capolista Ancona e del Termoli, distante un punto.
Tra le note negative c’è da registrare l’infortunio di Arcolai, colpito al volto ad inizio del secondo tempo, e che fino a quel momento era stato il migliore della retroguardia biancorossa. Il difensore è stato sottoposto ad accertamenti all’ospedale di Macerata, ma fortunatamente gli esami non hanno evidenziato nulla di preoccupante per il capitano della Maceratese, che da martedì dovrebbe essere regolarmente al lavoro con i suoi compagni di squadra.

***

Il tabellino:

MACERATESE: Turbacci 7.5, Donzelli 6.5, Russo 6, Conti 7, Aquino 6,  Arcolai 7 (8’st Benfatto 6.5), Romano 6.5 (41’st Orta sv), Pietropaolo 6, Ambrosini 6.5, Cavaliere 7.5 (29’st Ruffini sv), Gabrielloni 6.5.
A disposizione: Rocchi, Perfetti, Lattanzi, Romanski, Orta, Belkaid, Troccoli. All. Favo

JESINA: Giovagnoli 6, Tullio 5.5 (3’st Mbaye 6.5), Carnevali 6, M. Strappini 6.5, Tafani 6, Tombari 6 (43’st Iazzetta sv), M.Cardinali 6.5 (23’st Giansante 6), N. Cardinali 7, Pierandrei 6.5, Rossini 7, Sebastianelli 5.5. 
A disposizione: 
Tavoni, Campana, Ambrosini, S. Strappini, Bastianelli, Sassaroli. All. Bacci

Arbitro: Gironda Velardi di Bari

Maceratese-Jesina (13)Marcatore: Gabrielloni al 42’pt, Cavaliere (rig.) al 1’st, N. Cardinali al 15’st, Donzelli al 46’st

Note: Spettatori 1.000 circa (84 tagliandi venduti con biglietto nominativo ai tifosi ospiti). Calci d’angolo 4-11. Ammoniti Tullio, Cavaliere, N. Cardinali, Sebastianelli, Romano, Donzelli, Ambrosini, M. Strappini. Espulso Sebastianelli

***
La cronaca live:

 

50′ – Con una ventina di secondi di anticipo il direttore di gara fischia la fine del match. La Maceratese vince 3-1 contro la Jesina, ma il risultato non rende giustizia alla formazione ospite, che ha combattuto fino alla fine ed è una delle migliori viste, finora, all’Helvia Recina

49′ – Pierandrei controlla dal limite e conclude, para Turbacci

48′ – Battute finali di un match che avrà sicuramente strascichi polemici. La Jesina ha sfiorato il pareggio al 90′, ma è stata fermata dal miracolo di Turbacci. Meno di un minuto dopo Donzelli ha chiuso il match

46′ – Rete!!! Contropiede velocissimo della Maceratese portato avanti da Ambrosini che corre indisturbato sulla sinistra, si presenta in area a tu per tu con Giovagnoli, lo fa uscire e serve Donzelli che insacca a porta vuota!

45′ – Turbacci mette fuori un corner di pugno e rimane a terra, lob da fuori area ma Turbacci con un guizzo felino mette in angolo

45′ – Ci saranno 4′ di recupero

43′ – Ultimo cambio nella Jesina: Iazzetta rileva Tombari

41′ – Sostituzione nella Maceratese. Fuori Romano, dentro Orta

41′ – Si riprende a giocare dopo le proteste per il rigore chiesto dalla Jesina dopo l’intervento di Benfatto su Pierandrei. Calcio d’angolo per la Maceratese

38′ – Pierandrei entra in area di rigore, c’è un intervento in scivolata e cade, l’arbitro non fischia rigore. Parapiglia con tutta la panchina ospite che entra in campo a protestare. Anche i giocatori protestano e Sebastianelli, alla fine, viene espulso. Caos in campo

Maceratese-Jesina (1)37′ – Miracoloso recupero di Benfatto su Mbaye, dopo che Donzelli aveva bucato l’anticipo

35′ – Fallo tattico di Marco Strappini su Pietropaolo, i biancorossi stavano ripartendo. Cartellino giallo per il capitano della Jesina

33′ – Pressing asfissiante della Jesina, che sta giocando molto bene in questa ripresa. Guadagnato il decimo corner

31′ – Ammonito Ambrosini: ha colpito il pallone con il braccio, nell’area di rigore Jesina

29′ – Esce Cavaliere, entra Ruffini: ecco il secondo cambio della Maceratese

27′ – Donzelli perde palla, Mbaye la recupera e lo stesso Donzelli interviene in scivolata e lo colpisce in modo molto duro: cartellino giallo per il terzino biancorosso, ma anche qui sembrava più appropriata l’espulsione

26′ – Fallo tattico a centrocampo, ammonito Romano: la gara si sta innervosendo

25′ – Intervento davvero brutto di Nicola Cardinali, graziato dall’arbitro con il cartellino giallo. Fallo su Pietropaolo con intervento a piedi uniti proprio sotto la tribuna

23′ – Secondo cambio nella Jesina. Fuori Mattia Cardinali, dentro Giansante

20′ – Pierandrei prende in controtempo Aquino: perfetto l’inserimento dell’attaccante leoncello, meno la conclusione, alta di testa. Aveva crossato Mbaye, entrato bene in partita

19′ – Tiro dalla distanza di Sebastianelli, Turbacci controlla i due tempi, poi sbaglia il rinvio: Maceratese in difficoltà

17′ – La Jesina non si è persa d’animo dopo il 2-0 di Cavaliere e si è riversata in avanti, schierando Mbaye al posto di un terzino come Tullio. Molta pressione e i corner guadagnati

Tifosi_Maceratese (6)15′ – Rete!!! Nicola Cardinali di testa, su palla crossata da calcio d’angolo, insacca ed accorcia le distanze!

14′ – Pierandrei ci prova con una conclusione dall’interno dell’area di rigore, blocca Turbacci

12′ – Benfatto anticipa di testa Mbaye, che stava ricevendo di testa un cross da destra

11′ – Ambrosini, Gabrielloni e Cavaliere provano a ripartire in contropiede dopo due angoli di fila battuti alla Jesina, ma all’autore del primo gol viene fischiato fallo in attacco

8′ – Ammonito Cavaliere, per un’irregolarità evitabilissima a centrocampo. Intanto ristabilita la parità numerica: Benfatto rileva Arcolai

6′ – Arcolai non è in grado di continuare: al suo posto entrerà Benfatto, che sta accelerando il riscaldamento

5′ – Gioco fermo per un infortunio occorso ad Arcolai, che esce dal campo. La Jesina va vicinissima al gol con Rossini, che controlla in area e conclude di potenza, colpendo solo l’esterno della rete

3′ – Cambio nella Jesina: esce Tullio, dentro Mbaye

3′ – Romano ci prova di sinistro da fuori area, ma calcia alto

1′ – Rete!!! Simone Cavaliere implacabile dal dischetto, tocco morbido sotto l’incrocio che spiazza Giovagnoli!

1′ – Calcio di rigore per la Maceratese: trattenuto Ambrosini poco dentro l’area, protesta la Jesina per questo inizio choc dopo 50 secondi

1′ – Partiti! Ricomincia il secondo tempo, non sembrano esserci stati cambi

46′ – Dopo un minuto di recupero le squadre vanno a riposo. Il primo tempo sembrava avviarsi verso il pareggio, ma il guizzo di Ambrosini e il tap-in di Gabrielloni hanno fatto la differenza

45′ – Maceratese sulle ali dell’entusiasmo: gran lavoro e dribbling di Cavaliere sulla sinistra, palla messa in mezzo ribattuta di piede da un difensore della Jesina, che ha accusato il colpo

Tifosi_Maceratese (11)42′ – Rete!!! Assist geniale di Conti per Ambrosini, la palla filtra in area tra una selva di gambe, Ambrosini salta il portiere e quasi dalla linea di fondo calcia in porta: sulla linea il pallone viene spinto dentro da Gabrielloni!

40′ – Lampo della Jesina: conclusione pericolosissima di Sebastianelli, palla fuori di poco

38′ – La partita si accende improvvisamente: Gabrielloni aggancia una palla di Conti al limite dell’area, si gira e cerca il lob per Ambrosini. Il pallone viene però respinto da un difensore con un braccio, l’arbitra lascia correre tra le proteste dei giocatori locali. Sugli sviluppi dell’azione i biancorossi recuperano palla, Tullio atterra da dietro Cavaliere e viene ammonito. Poi però il direttore di gara si avvede della segnalazione di fuorigioco e concede punizione alla Jesina

35′ – Ambrosini aggancia il pallone in area e si guadagna un calcio d’angolo, il terzo per la Maceratese. Corner battuto corto, la Jesina esce in pressing e il cross dalla destra è completamente sballato: rimessa dal fondo per la formazione di mister Bacci

30′ – Fase più equilibrata del match, disputata soprattutto a centrocampo, anche se latitano le occasioni

26′ – Conti apre sulla sinistra per Russo, che tenta il cross al volo. Ne esce un passaggio comodo per Giovagnoli

25′ – Palla filtrante che mette in difficoltà la Maceratese, Turbacci esce dalla propria area e di piede sventa la minaccia, rinviando lungo

21′ – Donzelli anticipa Mattia Cardinali: nuovo corner per la Jesina, è il quarto

20′ – Nicola Cardinali ci prova da fuori area: la palla viene deviata, spiazzando Turbacci, e finisce in calcio d’angolo

16′ – Dopo un inizio dove gli ospiti hanno spinto parecchio, sono i padroni di casa a rendersi più pericolosi. Ma le imprecisioni sui cross vanificano il buon lavoro di costruzione

15′ – Maceratese vicina al gol: cross dalla bandierina, Aquino prende il tempo a tutti ma schiaccia troppo e, di testa, non inquadra lo specchio della porta

Tifosi_Maceratese (12)14′ – Rossini manca l’anticipo a centrocampo, Russo può correre tutto solo sulla fascia sinistra, entra in area ma crossa malissimo e la sfera finisce in fallo di fondo. Errore evidente del terzino biancorosso, che non era marcato e aveva tutto il tempo di gestire meglio il possesso

10′ – Un altro intervento preciso di Arcolai permette alla Maceratese di ripartire: Cavaliere sfodera un bel doppio passo e va sul fondo, crossando una palla perfetta sul secondo palo, ma Giovagnoli di mette la mano e mette fuori causa i biancorossi appostati per la botta a rete

10′ – Retropassaggio pericoloso di Pietropaolo, se la cava bene Arcolai, pressato a centrocampo ed ultimo uomo

9′  – Conclusione debole e centrale di Rossini, blocca Turbacci

6′ – Palla corta per Mattia Cardinali, che rasoterra calcia centrale: Turbacci devia in corner

5′ – Arcola in ritardo su un avversario: punizione per la Jesina da ottima posizione, centrale, circa 24 metri dalla porta difesa da Turbacci

3′ – Incomprensione tra Cavaliere ed Ambrosini a centrocampo, la Jesina recupera palla ma poi perde nuovamente il possesso. Alla fine viene fischiata una punizione per la Maceratese, sull’out di destra. Palla crossata in area, ma c’è un fallo in attacco

2′ – Immediata risposta della Maceratese: Cavaliere ci prova, palla in angolo

1′ – Parte subito forte la Jesina: calcio d’angolo messo fuori da Romano di testa, sugli sviluppi dell’azione Tombari prova a coordinarsi in area ma finisce a terra. Gli ospiti protestano chiedendo il calcio di rigore, l’arbitro non concede nulla

1′ – Partiti! Il primo pallone del match sarà giocato dalla Jesina, in maglia blu con banda diagonale rossa, bianca e blu. In tenuta biancorossa la Maceratese. Poco prima del fischio d’inizio abbraccio tra Sebastianelli e l’ex Gabrielloni

Maceratese-Jesina (18)PREPARTITA: Non c’è Borrelli nei biancorossi, ma torna Donzelli. Davanti spazio dal 1′ a Cavaliere. Le squadre stanno osservando un minuto di raccoglimento.

PREPARTITA: Nella Maceratese c’è il ballottaggio tra Borrelli e Romano: le formazioni sono in ritardo. Dovrebbe però tornare Donzelli nei biancorossi, dopo uno lungo stop dovuto alla pubalgia.

PREPARTITA: Cielo grigio, temperatura intorno ai 13 gradi, squadre in campo per il riscaldamento. Tra pochissimo il fischio d’inizio di Maceratese-Jesina, derby importante tra due squadre che non si risparmieranno. La Maceratese, dopo il pareggio di Ancona, cerca il successo contro i leoncelli. Corposo lo schieramento di forze dell’ordine intorno allo stadio Helvia Recina: i tifosi ospiti giunti a Macerata sono 84.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X