Conti ai sindaci: “Dimissioni in massa
per far sentire la voce dei territori”

Il sindaco di Camerino convoca per domani (martedì 24) i sindaci del circondario sulla proposta di allargamento della circoscrizione giudiziaria inviata al ministro Cancellieri
- caricamento letture
Dario Conti, sindaco di Camerino

Dario Conti, sindaco di Camerino

A Camerino la battaglia sul tribunale cambia obiettivo ma non cessa. Torna alla carica il sindaco Dario Conti che, dopo il plateale gesto della consegna della fascia tricolore al prefetto, in occasione dell’apertura delle scuole (leggi l’articolo), invia una lettera aperta ai sindaci del territorio convocando un incontro domani, martedì 24 settembre, alle 16,30 nella sala dei Priori del palazzo del municipio:  «Cari colleghi sindaci,  il nostro territorio e la nostra gente stanno  passando un  momento difficile per i tagli che vengono attuati  in merito ad  alcuni servizi e per la difficile situazione finanziaria che investe i nostri comuni, che pur dovrebbero essere tutelati dalla legge sulla montagna. Purtroppo  le istituzioni governative  non la stanno rispettando. Il 13 di settembre u.s. è stato chiuso il nostro Tribunale, nonostante i diversi interventi fatti unitamente ad altri sindaci colpiti dalla chiusura dei piccoli tribunali ed ai parlamentari dei diversi schieramenti per scongiurare l’applicazione  della legge sulla loro soppressione. E’ stata fatta pervenire al ministro Anna Maria Cancellieri una proposta di allargamento della circoscrizione giudiziaria comprendente altri comuni della provincia di Macerata e la circoscrizione della sezione distaccata del tribunale di Fabriano, anche mettendo a disposizione senza oneri di spesa da parte del Ministero di Giustizia lo stabile sede del nostro Tribunale. Ritengo opportuno quanto necessario ed urgente incontrarci per mettere in atto tutte quelle azioni possibili a tutela della nostra area montana. Nel consiglio comunale aperto di sabato 14  a difesa del nostro Tribunale si è stabilito di un percorso per tenere alta la protesta. Oltre all’invito di porre la fascia al contrario in ogni manifestazione ufficiale – come già sto facendo – propongo di porre sul piatto della discussione l’eventuale dimissione da sindaco, di cui sono convinto dell’efficacia. Solo così si potrà far sentire alta la voce di questo territorio. Se poi anche i sindaci dei comuni sede di tribunali soppressi rimettessero il proprio mandato, si creerebbe un grosso e non indifferente problema al governo nel trovare tanti funzionari da nominare commissari. Pertanto vi chiedo la vostra disponibilità ad un incontro da tenersi  martedì 24 settembre alle  16,30 nella sala dei Priori del palazzo del municipio di Camerino. Consapevole del momento che stiamo attraversando, sono certo che non mancherete».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X