Accorpamento tribunali, l’avvocato Ghio:
“Tutto pronto a Macerata”

GIUSTIZIA - Il presidente dell'ordine forense maceratese fa il punto della situazione
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

L'avvocato Stefano Massimiliano Ghio

L’avvocato Stefano Massimiliano Ghio

 

A poco più di due settimane dal via della riforma della geografia giudiziaria, al tribunale di Macerata “tutto è pronto” dice Stefano Massimiliano Ghio, presidente dell’Ordine degli avvocati di Macerata. Al palazzo di giustizia maceratese, quasi deserto in queste giornate d’agosto, è ormai stato preparato tutto per accogliere l’arrivo del tribunale di Camerino e la sede distaccata di Civitanova. L’accorpamento è previsto per il 13 settembre. Anche perché “non mi risulta nulla su proroghe che possano salvare il tribunale di Camerino dalla chiusura. Su questo il ministero è stato molto preciso”. Per accogliere il personale in arrivo da Camerino e da Civitanova “Il tribunale riesce ad avere la medesima attuale dislocazione degli uffici – continua Ghio –. In tribunale non è stato fatto nessun lavoro strutturale. Le aule di udienza rimarranno le stesse”. E per sopperire all’aumento dei processi, saranno fatte duplici udienze. Inoltre gli ufficiali giudiziari, in attesa che siano disponibili gli spazi della scuola Pannaggi, saranno collocati al primo piano del tribunale, davanti a dove ha sede l’Ordine degli avvocati. I fascicoli in arrivo, dai primi di settembre, dalla sede distaccata di Civitanova sono 2.323. Mentre quelli di Camerino sono 1.435. Ghio, infine, rivolge “un particolare ringraziamento da parte dell’Ordine ai dipendenti delle cancellerie, il cui lavoro aumenterà per via dell’accorpamento”.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X