Villa Potenza perde un’istituzione
Abdica Almo, il re del prosciutto

La storica salumeria chiude i battenti dopo 119 anni di storia: forse un nuovo tipo di negozio sostituirà quello aperto nel lontano 1894
- caricamento letture
almo_prosciutti

Almo, il re del prosciutto

di Filippo Ciccarelli

Un altro negozio cala la saracinesca a Macerata, questa volta non in centro storico ma nel borgo di Villa Potenza: ma l’esercizio commerciale di Almo Maccioni e Piera Principi, per la frazione e non solo ha rappresentato una vera e propria istituzione. Non a caso Almo è conosciuto, come recita l’insegna di Borgo Peranzoni 78, come il re del prosciutto. La salumeria venne aperta dalla famiglia di Piera Principi, moglie di Almo, nel lontano 1894. Sabato scorso l’ultima apertura in 119 anni di storia: dopo le festività di Pasqua la sorpresa per molti clienti che hanno trovate il locale chiuso.

Almo, come mai avete deciso di chiudere bottega?
“Perché io e mia moglie ci siamo… invecchiati! La gente mi dice che sono un ragazzino, ma la realtà è che ho 81 anni e con gli acciacchi abbiamo preferito fare così”.

almoQuanto tempo fa ha cominciato a lavorare nella storica salumeria di Villa Potenza?
“Ci ho lavorato per 50 anni. Mia moglie invece stava già nella pancia della madre quando ha iniziato a vendere mortadelle!”.

Qual è il segreto di una carriera così longeva?
“Io ho sempre scelto gli ingredienti migliori, la pista me la faceva una persona che conoscevo bene e poi compravo sempre alimenti di prima qualità. Non solo con gli insaccati, anche con formaggi, parmigiano e il resto, prendevo la prima scelta, che era sicuramente più costosa ma garantiva la soddisfazione dei clienti. E poi ho costruito negli anni  un rapporto ottimo con tutti. Con i clienti bisogna essere anche un po’ psicanalisti, c’è chi vuole chiacchierare, chi ha bisogno di attenzioni particolari. Negli ultimi anni di crisi magari vendevo meno rispetto ai colleghi perché la merce era un po’ più costosa ma ho scelto di proseguire sulla strada della qualità”.

In tutti questi anni avrà certamente raccolto molte soddisfazioni…
“Sì, sono tantissime: quella principale è il rapporto con i clienti, perché tanti sono diventati amici. Erano tutti di casa, per così dire, la soddisfazione più grande è proprio quando le persone ti ringraziano e ti fanno i complimenti per il tuo lavoro. L’altroieri per esempio una signora di Montecassiano mi ha telefonato per ringraziarmi del baccalà che le avevo venduto, poi ricordo dei clienti che venivano apposta da Roma tre volte l’anno…”.

Quale sarà il futuro del negozio?
“Ci sono alcune persone interessate: una di queste vorrebbe proseguire l’attività della salumeria, mentre un altro vorrebbe cambiare tipologia”.

Sono tante le persone che conoscono e apprezzano i proprietari della salumeria di Villa Potenza: tra questi il nostro lettore Marcello di Marco: «Ai simpaticissimi Piera ed Almo – scrive –  un grazie ed un augurio di una serena seconda giovinezza! Speriamo che qualche altro volenteroso sappia tramandare ancora le tipicità di questo apprezzatissimo negozio».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X