Civitanova, Sel pronta a lasciare la maggioranza
“Se entra Fli ce ne andiamo”

L'ipotesi di un ingresso di Pollastrelli alla guida di una municipalizzata ha scatenato la dura reazione del partito, che minaccia di passare all'opposizione. Accorpamenti in vista per le partecipate, la Civitas sarà assorbita dall'Atac
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
pollastrelli3-254x300

Giorgio Pollastrelli

di Laura Boccanera

“Non ho ancora ufficializzato i nomi delle presidenze per le aziende partecipate, ad ogni modo ci saranno gli accorpamenti”. Così il sindaco Tommaso Corvatta a margine di una conferenza stampa nella quale per ora non conferma le indiscrezioni sulla rosa di nominativi per le aziende municipalizzate, segnalando invece che sono in fase di strutturazione le novità in merito ad un dimagrimento complessivo delle società.Sicuramente la prima ad essere tagliata sarà l’Atac servizi: “chi sarà nominato nelle partecipate sa già fin da ora che comunque verranno accorpate”. Assorbimento anche per la Civitas che dovrebbe essere assorbita dall’Atac. “Stiamo verificando con il segretario – continua Corvatta – come operare e programmare gli accorpamenti, vogliamo fare tutto nel massimo della regolarità e della trasparenza”. Rimane un punto interrogativo per Farmacie comunali e Mercato ittico dal momento che gli attuali presidenti nominati dalla precedente amministrazione non essendo però in scadenza di mandato hanno reso noto che non si dimetteranno. “Anche in questo caso stiamo prevedendo degli strumenti normativi da sottoporre al prossimo consiglio”, come dire che si cercano pezze burocratiche per destituire gli attuali presidenti.
Ma c’è anche chi non ha digerito le prime voci circa la presenza di Fli con Giorgio Pollastrelli alla guida dell’azienda Teatri di Civitanova. E’ il caso di Sel che non ammette margini di negoziazione: “Entra Fli? Allora  Sel esce dalla maggioranza”. Sinistra e libertà che aveva appoggiato Corvatta alle amministrative parla di “incompatibilità politica sostanziale”. “Vogliamo ricordare che Fli ha partecipato alle elezioni con una propria candidata alla carica di Sindaco sostenuta da una coalizione concorrente alla coalizione di centrosinistra e al Sindaco Corvatta. Si è trattata di una scelta legittima tanto che anche al ballottaggio si è mantenuta equidistante ai duellanti. Con questo non vogliamo affermare una nostra candidatura a poltrone, anzi, piuttosto auspichiamo personalità di spiccate capacità e addirittura nominati sulla base di curricula per la guida degli enti comunali. Prevedere quindi Presidenze e ruoli di governo per rappresentanti di Fli significa snaturare la sostanza politica della coalizione e in una certa misura tradire il voto di quanti hanno scelto il centro sinistra. Se le indiscrezioni sulle eventuali Presidenze delle municipalizzate a Fli diventassero concrete diventerebbe un fatto compiuto il cambio della natura politica della maggioranza che ha portato Corvatta a diventare sindaco. E ovviamente sarebbe una maggioranza anomala e sarebbe naturale il passaggio di Sel all’opposizione. Noi continuiamo a sperare che sindaco e giunta  non compiano questo passaggio e che tali indiscrezioni restino solo esercizi di politologia”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X