Rrhudo trascina la Monteluponese
Apiro e Matelica sognano

IL PUNTO SUI TORNEI DI PROMOZIONE - La sfida tra Trodica e Portorecanati finisce a reti bianche, l'Aurora Treia maledice i minuti finali
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Topa

L'Apiro è in vetta nel girone A di Promozione

di Federico Bettucci

Il Potenza Picena torna al successo, il primo del nuovo anno e del girone di ritorno, agguanta la quarta piazza in graduatoria e fissa l’obiettivo: il secondo posto è possibile. Tolta la capolista Pagliare, scappata via, le altre sono lì: la Folgore, piegata da Rrudho e dalla Monteluponese, a più 2 ed il Montegiorgio, salvo al fotofinish a Treia, a più 1. I potentini, in casa contro il Montottone, si vendicano del 2-3 dell’andata piegando gli avversari di turno con il minimo sforzo grazie ad un penalty di Dell’Aquila (i suoi ultimi 3 centri tutti dagli 11 metri), che proprio contro i fermani, a settembre, mise a segno il suo primo gol giallorosso. In compagnia della truppa di Santoni, a quota 36 punti, ci sono Porto Sant’Elpidio e Vis Macerata. Quest’ultima nel 2012 ha già raccolto 7 punti, con due vittorie ed il pari a reti bianche con il Potenza Picena. Gentili (su rigore) e Aquino, decisivo come a Montottone, rispettivamente in apertura e chiusura di match, stendono 2-1 il Sirolo Numana. Trodica e Portorecanati (molto pericoloso nel primo tempo) impattano 0-0 malgrado i locali giochino tutta la ripresa in inferiorità per l’espulsione di Cicconofri. L’Aurora Treia maledice i minuti finali per l’ennesima volta in stagione: il Montegiorgio, infatti, riacciuffa l’ormai insperato 1-1 al 94’ dopo il vantaggio siglato da Fraticelli appena un quarto d’ora prima, beffando i ragazzi di Fermanelli, che già pregustavano lo sgambetto ai quotati nemici. Porto Potenza in crisi nera. Con la Cuprense, prima di sabato attardata in classifica rispetto ai rossoneri, è 0-4 casalingo. Le scusanti al quinto ko consecutivo non mancano: squadra ultra rimaneggiata e espulsione più che discutibile di Paniconi prima dell’intervallo, in occasione del penalty del raddoppio ospite. Sale al quart’ultimo posto la Monteluponese grazie all’importantissimo 3-2 sulla vice capolista Folgore Falerone. L’ex Chievo Verona Rrudho (doppietta) e Garbuglia trascinano la matricola al sesto hurrà stagionale. Il Chiesanuova non può nulla a Pagliare (0-3), mentre la Vigor Pollenza compie un altro passettino in avanti pareggiando 2-2 con il San Marco: Patacchini apre dopo un paio di minuti, Ulivello chiude con una acrobazia da videogame che si insacca sotto l’incrocio. Nel girone A è da incorniciare il week end delle squadre di Apiro e Matelica. Una, complice il turno di riposo osservato dall’Atletico River Urbinelli, si insedia addirittura al comando con 36 punti, riscattando la debacle di mercoledì; l’altra (punti 31) piomba in zona playoff dopo aver passato gran parte del girone di andata a rincorrere. Il centravanti Topa (in un paio di minuti rigore fallito e gol decisivo) e il portiere Carbini (super nel finale) autografano il sofferto 1-0 sul Fabriano degli apirani di Latini. Non soffre affatto invece il Matelica, che cala il poker contro l’Offagna, per giunta scavalcato in classifica. I tenori di giornata sono Federici (dal dischetto), Lazzoni, Jachetta e Fede: 4-1.

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA: Xhulian Rrudho (Monteluponese). L’attaccante albanese classe ’87 (ex professionista, 1 gettone in A in un Milan-Chievo Verona) punisce la Folgore Falerone alla mezz’ora della prima frazione e in chiusura di match, sfornando una doppietta superlativa e regalando 3 punti d’oro in chiave salvezza ai suoi.

LA FORMAZIONE DELLA SETTIMANA:
1 – Carbini (Apiro)
2 – Patacchini (Vigor Pollenza)
3 – Agus (Trodica)
4 – Fioretti (Apiro)
5 – Serangeli (Portorecanati)
6 – Lazzoni (Matelica)
7 – Jachetta (Matelica)
8 – Aquino (Vis Macerata)
9 – Rrudho (Monteluponese)
10 – Fede (Matelica)
11 – Ulivello (Vigor Pollenza)
Allenatore: Santoni (Potenza Picena)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X