Lo strano record del Csi Recanati
Quindici gare e nessun pareggio

SECONDA CATEGORIA - Mister Sabbatini analizza il girone d'andata della sua squadra: "Inizio traumatico ma abbiamo le carte in regola per salvarci"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Fabio-Sabbatini1-300x208

L'allenatore del Csi Recanati Fabio Sabbatini

di Mario Nardi

La classifica non è proprio delle migliori ma le ultime performance prima della sosta hanno iniettato una massiccia dose di fiducia in casa Csi Recanati. Il 2011 si è chiuso al quart’ultimo posto e i giallo verdi sono chiamati a sbagliare il meno possibile a partire dalla prima giornata del girone di ritorno quando Pigini e compagni saranno di scena sul terribile terreno di gioco della Vigor Castelfidardo. La salvezza non è una chimera per la squadra di patron Filipponi che deve confermare quanto di buono dimostrato nel tris di vittorie maturato prima di giungere al giro di boa. Tre successi che hanno rigenerato la classifica ma sopratutto il morale di una compagine tra le piu’ giovani della seconda categoria girone E e profondamente rivoluzionata rispetto alla passata stagione.

Mister Fabio Sabbatini, il girone di andata si chiude al quart’ultimo posto, a -5 dalla salvezza. Considerato l’inizio traballante può considerarsi un risultato parzialmente positivo?
“L’inizio è stato traumatico forse perché la squadra è composta soprattutto da giocatori giovani con poca esperienza, con l’80% dei giocatori nuovi per il CSI e alla prima esperienza nel campionato di 2° categoria. Poi nel corso della stagione si è formato il gruppo e si sono raggiunti anche dei risultati: i giocatori hanno preso più confidenza e sicurezza nei loro mezzi e questo ha portato a 3 vittorie nelle ultime 5 partite. Infine penso che nel girone di ritorno, lavorando bene e con tranquillità si potrà raggiungere la salvezza, obiettivo primario del nostro campionato”.

Dopo 15 partite nessun segno X, ciò significa che la squadra gioca tutti gli incontri per raccogliere il massimo?
“Noi giochiamo tutte le partite a viso aperto, può essere anche sbagliato ma questo è quello che a me piace”.

Il Csi è una delle squadre piu’ giovani della Seconda Categoria, qualche rammarico per questa scelta?
“Per la scelta di fare una squadra di giovani sapevo che sarebbe stato difficile ma ero fiducioso, perché credo che i ragazzi che ho abbiano le capacità tecniche per poter affrontare questo campionato di 2° categoria. A dicembre poi la società CSI mi ha messo a disposizione due nuovi acquisti continuando sempre la filosofia che ci eravamo imposti, vale a dire di lavorare con i giovani”.

Presentiamo le new entry?
“Si tratta di Luca Scarponi (classe ’88) centrale di difesa, la scorsa stagione alla Monteluponese, e Ventrella Pasquale (classe ’90) esterno di centrocampo”.

Si riparte dagli errori commessi?
“Abbiamo sbagliato molte partite per inesperienza ma in questi ultimi incontri disputati si è raggiunto un certo equilibrio e siamo pronti per affrontare il girone di ritorno con grande determinazione per raggiungere la salvezza”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X