Le sanzioni dell’Apm si pagano on line

Approvata all'unanimità la mozione del consigliere del Pdl Claudio Carbonari
- caricamento letture
carbonari-pdl

Claudio Carbonari

La sanzione dei 39 euro per mancata esposizione dello scontrino nei parcheggi a righe blu è ormai entrata in vigore a pieno regime. Il pagamento della sanzione, come anche quello degli avvisi di irregolarità, finora poteva avvenire solo attraverso lo sportello dell’Apm di via Pannelli o tramite bonifico bancario ma in futuro potrebbero essere messi a disposizione degli utenti ulteriori strumenti per il pagamento, sfruttando le potenzialità della rete. E’ stata infatti approvata questo pomeriggio in consiglio comunale la mozione presentata da Claudio Carbonari (Pdl)  per chiedere l’utilizzo di sistemi di pagamento on line certificati. «Lo sportello – ha sottolineato Carbonari – ha degli orari precisi e non consente un accesso continuato. Visto che l’Apm è già dotata di un sito internet  www.apmgroup.it, dove, tra le altre cose, è possibile verificare la propria situazione avvisi chiediamo  che l’amministrazione implementi i sistemi di pagamento, studiando forme di pagamento aggiuntive a quelle attuali verificando anche la fattibilità economica dell’utilizzo dei maggiori circuiti di carte di credito e di sistemi di pagamento online certificati come ad esempio la Paypall».
L’assessore Marco Blunno ha obiettato che la carta di credito non fosse il sistema più adatto per il pagamento di sanzioni, di solito di cifre contenute: «Prevediamo che da quando si è introdotta la sanzione di 39 euro,  prevediamo che il numero delle sanzioni per biglietto scaduto che eleveremo in un anno saranno 15-16.000 circa con un importo medio di 3 euro. Non so se cifre così ridotte potranno legittimare  la spesa da sostenere per attivare un circuito di pagamento differente. Va ampliata la possibilità di pagamento, non so se lo strumento della carta di credito sia il più adatto». Netta la replica di Carbonari: « Avere 15.000 accessi annui nell’ufficio dell’Apm, vuol dire che centinaia di persone si recheranno quotidianiamente allo sportello e questo comporterà una serie di problematiche».

La mozione è stata approvata all’unanimità.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X