In manette un tunisino
responsabile di stupro e rapina

Il 16 giugno, insieme a due complici, aveva violentato e rapinato una ballerina di night. E' finito in manette mentre rientrava all'Hotel House dopo essere stato in Tunisia
- caricamento letture
operazione-hotel-house

L'Hotel House

Un 35enne tunisino, B.A., già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di concorso in violenza sessuale di gruppo, lesioni personali e rapina. L’uomo era appena rientrato dalla Tunisia quando i carabinieri lo hanno ammanettato sotto l’Hotel House. I fatti contestati risalgono allo scorso 16 giugno, quando una 22enne ballerina di night originaria dell’est Europa, era stata adescata in un locale della costa prima di essere picchiata e stuprata. Secondo la ricostruzione dei fatti, B.A. avrebbe agito insieme a due complici. Il tunisino viene ritenuto uno dei principali responsabili di tutta una serie di traffici illeciti che hanno come riferimento l’Hotel House. L’uomo era stato identificato già subito dopo i fatti del 16 giugno. I carabinieri lo ricercavano per eseguire l’ordinanza di custodia cautelare del gip di Macerata, per le accuse di concorso in violenza sessuale di gruppo, lesioni personali e rapina. Alla ballerina, infatti, i tre stupratori avevano anche rubato i soldi che teneva nella borsetta. La ragazza, ancora sotto choc, si era fatta medicare in ospedale e a seguito della segnalazione erano partite le ricerche dei responsabili. Le altre due persone che avrebbero agito insieme al tunisino sono ancora ricercate.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =