Harakiri Maceratese
L’Ancona ringrazia

Subito in vantaggio con Petrucci e in superiorità numerica per l'espulsione di Pasqualicchio, i biancorossi si fanno rimontare e perdono 3 a 1: doppietta di Genchi e gol su punizione da 40 metri di Pesaresi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email


maceratese_ancona_01-300x200

di Matteo Zallocco

Quarta sconfitta consecutiva per una Maceratese che, davanti al pubblico delle grandi occasioni (quasi 1500 spettatori in tribuna e circa 500 tifosi dorici in gradinata) sciupa un’occasione d’oro. Perdere con la capolista Ancona ci può stare, ma non in questo modo. I biancorossi di casa si sono ritrovati in vantaggio dopo appena tre minuti grazie a un bel gol dell’ex Ascoli Petrucci e in superiorità numerica dopo sette minuti per la sciocchezza del 18enne terzino Pasqualicchio, espulso dopo il pugno in pieno volto ai danni di capitan Cacciatori. Nonostante questo la squadra di Sabbatini ha lasciato la partita in mano all’Ancona non riuscendo mai a far girare palla nonostante l’uomo in più e subendo così la rimonta dei dorici.

maceratese_ancona_02-300x200

Il 3 a 1 finale pesa come un macigno su una classifica sempre più critica (salvarsi ora non sembra così facile) e sul morale dei biancorossi che hanno confermato di avere tanti problemi: insicurezza, mancanza di personalità e di organizzazione di gioco in primis. Le responsabilià vanno suddivise tra tuttI ma – a nostro avviso –  ci sono due persone che più degli altri stanno rischiando di portare la Maceratese in Promozione e rispondono ai nomi di Sandro Sabbatini e Gabriele Bonsignore. Arrivati per risollevare le sorti dei biancorossi stanno facendo molto peggio dei loro rispettivi predecessori. L’allenatore Sabbatini non ha dato a questa squadra quella aggressività e mentalità vincente che ci SI aspettava e soprattutto va segnalata la totale assenza di un impianto di gioco.

maceratese_ancona_05-300x200

Bonsignore, arrivato a dicembre al posto di Cardinali con grandi aspettative da parte di tutti, continua a sbagliare l’inimmaginabile ed è anche grazie a lui se l’Ancona non ha affatto accusato l’inferiorità numerica. Lascia quasi senza parole vedere un giocatore della sua esperienza lasciarsi ingannare dai fischi che arrivano dal settore ospite scambiandoli per quelli dell’arbitro. Questo è successo più di una volta, il resto lo racconteremo in cronaca. Certo è che le responsabilità sono anche di una dirigenza che nonostante l’impegno e i buoni propositi continua ad affidarsi agli uomini sbagliati. Pesa anche il mancato arrivo di un portiere (lo si sta cercando ormai da due mesi), il baby Martinelli non è ancora pronto e i suoi errori, oggi come in altre circostanze, hanno fatto perdere punti pesanti. Irriconiscibili Romagnoli e Benfatto, le due bandiere biancorosse, che oggi hanno commesso troppI svarioni in una linea difensiva che ha fatto acqua da tutte le parti e dove è apparsa sbagliata la scelta di riportare Grcic al centro del pacchetto arretrato.

maceratese_ancona_21-300x200

maceratese_ancona_03-300x241
La cronaca. Maceratese in vantaggio al 3′ con un bel gol del 19enne Andrea Petrucci, recentemente arrivato dalla Primavera dell’Ascoli e proprio per questo preso di mira dai tifosi dorici. Grcic mette in mezzo, Romagnoli sfodera un lodevole assist di petto per l’accorrente Petrucci che con un bel tiro infila Recchi. Al 30′ Cacciatori, imbeccato da Bonsignore, si ritrova a tu per tu con Recchi, ma l’assistente alza la bandierina. Passa un minuto  e l’Ancona trova il pareggio: cross di Mattia Santoni, Genchi viene marcato male in area da Benfatto e di testa batte un Martinelli non esente da colpe. Al 33′ Bonsignore, servito da Petrucci, si trova a tu per tu con Recchi ma clamorosamente perde l’attimo mettendosi a guardare l’assistente nonostante non fosse in fuorigioco e consente al portiere ospite di intervenire.

maceratese_ancona_09-290x300

Al 38′ rovesciata sottomisura di Tedoldi su una punizione da sinistra di capitan Pesaresi: palla sul fondo. Due minuti dopo replica la rovesciata Cacciatori (su cross del solito Petrucci), Recchi blocca. Al 42′ Nardone si trova a tu per tu con Martinelli, stavolta il portierino biancorosso è bravo ad intervenire in uscita bassa e respingere di piede. Al 45′ clamorosa palla gol per l’Ancona propiziata dall’ottimo Mattia Santoni che va sul fondo e mette in mezzo con un preciso rasoterra per Genchi, il quale sbaglia un rigore in movimento sparando alto.
La ripresa si apre con un’occasione per i padroni di casa dopo appena 30 secondi: Bonsignore, servito da Cacciatori di testa, si ritrova i area ma il suo diagonale è inguardabile e finisce quasi in fallo laterale. Gol sbagliato, gol subito. L’Ancona passa in vantaggio dopo neanche due minuti con una punizione di Emanuele Pesaresi dai 40 metri: un tiro forte e teso ma centrale che Martinelli avrebbe dovuto respingere con una certa tranquillità.

maceratese_ancona_04-300x200

maceratese_ancona_08-300x200

Al 10′  la rete del definitvo 3 a 1 nasce da un errore in mezzo al campo di Bonsignore che va a contrastare di testa il suo compagno di squadra Trillini, la pallla finisce sulla destra a Mattia Santoni che verticalizza benissimo per Genchi, la difesa di casa si fa ancora infilare, il centravanti ospite entra in area e infila con un rasoterra un Martinelli che anche in questa circostanza poteva opporsi. Al 17′ Bonsignore fa di nuovo il gioco dell’Ancona andando su un pallone nonostante si trovasse in posizione irregolare e togliendo così l’opportunità a Petrucci  di trovarsi davanti al portiere.
La Maceratese non è capace di reagire, ai giocatori tremano le gambe e non arrivano mai tre passaggi di fila. Al 29′ Sabbatini inserisce un difensore (Del Moro) al posto di un centrocampista (Trillini)  avanzando Grcic in mediana. Subito dopo il tecnico sorprende tutti togliendo il migliore dei suoi (Petrucci), entra Testa al fianco di Cacciatori e del fantasma Bonsignore. La Maceratese non combina nulla, per l’Ancona è un gioco da ragazzi portare a casa i tre punti. Per non perdere questa partita la squadra di Sandro Sabbatini avrebbe dovuto giocare almeno in 11 contro 8.

maceratese_ancona_24-300x200

maceratese_ancona_20-300x200

***
IL TABELLINO

FULGOR MACERATESE: Martinelli 4, Romagnoli 4.5, Borgiani 5 (15′ st Belkaid 5.5), Trillini 5 (20′ st Del Moro n.g.), Benfatto 4.5, Grcic 5, Iuvalè 5, Gigli 4.5, Bonsignore 3, Cacciatori 6, Petrucci 6.5 (30′ st Testa n.g.). A disp.: Ortenzi, Sgalla, Bruno, Romanski. All. Sabbatini.
ANCONA 1905: Recchi 6, Belelli 6, Pasqualicchio 4, Ionni 6 (’42’ st Elia Santoni n.g.), Arcolai 6.5, Pesaresi 7, Cercaci 6.5, Tedoldi 6.5, Genchi 7.5 (41′ st Malavenda n.g.), Mattia Santoni 8, Nardone 6.5. A disp.: Angiolani, Caiazza, Duranti, Faieta, Cremona. All Lelli.
Arbitro: Lopreiato di Perugia.
Reti: 3′ pt Petrucci, 31′ pt e 10′ st Genchi, 2′ st Pesaresi.
Note: spettatori 2000 circa; espulso Pasqualicchio al 7′ pt per comportamento violento; ammoniti Gigli, Bonsignore, Trillini, Arcolai e Genchi.

(foto di Guido Picchio e Matteo Cicarilli)

maceratese_ancona_12-297x300
maceratese_ancona_11-300x243
maceratese_ancona_10-300x242

maceratese_ancona_07-300x288
maceratese_ancona_06-300x200

maceratese_ancona_22-300x200

maceratese_ancona_20-300x200
maceratese_ancona_19-300x200
maceratese_ancona_18-300x200
maceratese_ancona_17-200x300
maceratese_ancona_16-300x227

maceratese_ancona_14-232x300
maceratese_ancona_13-233x300

maceratese_ancona_32-200x300
maceratese_ancona_31-200x300
maceratese_ancona_30-300x200
maceratese_ancona_29-300x200
maceratese_ancona_28-300x200
maceratese_ancona_27-300x200
maceratese_ancona_26-300x200
maceratese_ancona_25-300x200

maceratese_ancona_23-200x300

maceratese_ancona_42-200x300
maceratese_ancona_41-200x300
maceratese_ancona_40-200x300
maceratese_ancona_39-200x300
maceratese_ancona_38-200x300
maceratese_ancona_37-200x300
maceratese_ancona_36-300x200
maceratese_ancona_35-300x200
maceratese_ancona_34-300x200
maceratese_ancona_33-200x300
maceratese_ancona_44-300x200
maceratese_ancona_43-300x200



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X