Suap, la Commissione approva le linee guida
e mette all’angolo il sindaco Carancini

MACERATA - Viene però rinviata la discussione in Consiglio
- caricamento letture
carbonari-pdl

Claudio Carbonari (Pdl)

di Alessandra Pierini

Nuovi Suap in arrivo? Procedure imminenti sulle quali il Consiglio Comunale vuole dire la sua? L’Ufficio Tecnico, ad oggi, non ha ricevuto niente, neanche una telefonata di richiesta di informazioni in merito, eppure l’urgenza con la quale le Commissioni I (affari istituzionali) e III (ambiente e territorio) riunite hanno approvato le linee di indirizzo dei procedimenti Suap fa pensare l’esatto contrario.
« L’importante è chiudere questa discussione, non si possono riaffrontare ogni volta da capo gli stessi discorsi» ha ribadito più volte Luigi Carelli (Pd) e con lui i membri di opposizione. La delibera è riuscita a creare un clima di tensione ed emergenza che il fantasma del Suap Giorgini non basta a giustificare. A tratti, protagonisti sembrano dissidi personali e ripicche e continuano i conflitti tra alcuni componenti della maggioranza e l’amministrazione che faticano a trovare un punto d’incontro.
La seduta inizia con Daniele Staffolani (Pd)  che solleva la questione del vizio di forma. Le ultime votazioni fatte sulla delibera nella riunione di mercoledì e con le quali sono state modificate diverse parti del testo, non hanno tenuto conto degli astenuti nel conto totale dei votanti. La sua obiezione, se corretta, sconvolgerebbe l’esito delle votazioni stesse e bisognerebbe ricominciare tutto da capo ma la segretaria comunale Antonella Petrocelli ci mette una pezza, richiamando le norme.
La precedente seduta ha introdotto un parere preventivo del Consiglio Comunale che potrà così pronunciarsi sul procedimento prima che questo arrivi alla Conferenza dei Servizi e anche nel caso in cui il dirigente avrà dato parere  negativo sulla presenza dei requisiti.

antonella-petrocelli

Il segretario comunale Antonella Petrocelli

La discussione è poi ripresa dal punto relativo all’eventuale  carenza delle aree destinate al Suap. Le Commissioni chiedevano che fosse l’amministrazione a verificare la presenza di lotti idonei. «Non sta né in cielo né in terra – ha sussultato il sindaco Carancini per poi riprendersi – ma se volete fatelo».
Ancora una volta è intervenuta la segretaria:«L’urbanistica è una materia che deve avere dei riscontri di carattere oggettivo, indipendentemente dall’interesse del singolo e l’art. 5 che regola il Suap è derogatorio rispetto alla legge ed è già a sostegno dell’impresa».
A questo punto anche Guido Garufi (Idv) che si era improvvisato potenziale carrozziere in un esempio fatto di sillogismi e ragionamenti logici ha dovuto cedere. D’accordo con l’amministrazione anche Claudio Carbonari (Pdl): «E’ il Piano Regolatore a dare le linee guida, noi non possiamo obbligare il privato a fare delle cose. Il caso Giorgini ha creato un pandemonio perché il piano regolatore non prevede aree per le industrie insalubri ma il Comune non può mettersi a fare l’agenzia immobiliare».

spuri

A questo punto Cesare Spuri, dirigente dell’Ufficio Tecnico ha rimesso in discussione la delibera: «Sarebbe bastato un capoverso per dare le linee guida anziché questo atto».

Diversi membri della Commissione sbottano in tanti «Io l’avevo detto» e i tecnici propongono di riscrivere l’atto ma il presidente di commissione Luigi Carelli non ci sta: «E’già tutto scritto nella prima parte della delibera, quindi teniamo le prime 5 pagine e stralciamo tutto il resto ( che conteneva la parte relativa alla verifica dei requisiti, n.d.r.) ».
Carancini cerca di approfittare del momento appena più collaborativo e propone di riflettere anche sulle decisioni prese in precedenza ma incassa un netto rifiuto. A questo punto sorge il problema sul chi presenterà e quando la delibera in consiglio.  L’atto deve avere il parere positivo di un dirigente e deve arrivare ai consiglieri 48 ore prima del consiglio. Il sindaco sarà assente al consiglio per motivi istituzionali: « Finchè ci sono – ha prima tuonato – sono l’assessore all’urbanistica e forse anche il sindaco perciò vorrei presentarla – poi, viste le risposte contrariate, si addolcisce – chiedo cortesemente alla commissione di spostare la discussione al consiglio del 31 gennaio. » Alla fine la Commissione ha accettato, senza troppa convinzione, la richiesta.
La votazione finale sulle linee guida relative ai Suap  vede i consiglieri così divisi. Nella Commissione I votano a favore Luigi Carelli e Ulderico Orazi del Pd, Michele Lattanzi (Comunisti Italiani), Guido Garufi(Idv) e Claudio Carbonari (Pdl), si astengono Antonio Carlini (Pensare Macerata) e Daniele Staffolani (Pd). La delibera viene così approvata.

romano_carancini

Romano Carancini

Per la Commissione III sono favorevoli Stefano Blanchi( Comunisti Italiani), Maurizio Romoli (Pd), Deborah Pantana e Riccardo Sacchi del Pdl.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X