facebook twitter rss

Un caffè al bar di Rita,
ricominciare a 77 anni

SISMA - A Castelsantangelo Rita Viola, il 19 aprile, riaprirà la sua attività nella nuova zona commerciale. Novità anche da Castelraimondo: il 21 aprile saranno consegnate le 9 sae. A Camerino le ultime casette dovrebbero essere pronte per l'autunno
sabato 14 aprile 2018 - Ore 12:53 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Rita Viola

 

«Andiamo a prendere un caffè al bar di Rita», è un pezzo che a Castelsantangelo non si sente una frase tipo questa. Rita è Rita Viola, una commerciante che oggi ha 77 anni e che per oltre mezzo secolo (53 anni) è stata dietro al bancone del suo bar fino a che i terremoti del 2016 hanno devastato il piccolo comune dei Sibillini e niente più caffè, cappuccini e paste al bar di Rita. Le cose però cambieranno giovedì della prossima settimana (il 19 di aprile), quando la commerciante riaprirà il bar. Non nella sede di prima ma nella nuova area commerciale, che è quasi pronta a piazzale Piccinini. Rita da tempo chiedeva di poter tornare. Ora potrà farlo. E non sarà sola. Nella zona riapriranno anche l’alimentari della famiglia Falcioni ed altre attività. Un segno concreto della rinascita del comune, anche se in strutture provvisorie, dopo la consegna delle ultime Sae.

Altri segnali di ripartenza giungono da Castelraimondo, dove sabato 21 aprile è in programma alle 11 la cerimonia di consegna di 9 Sae, realizzate nella zona accanto al campo sportivo, le uniche richieste. Per la situazione delle aree Sae di Camerino si è tenuta ieri pomeriggio una lunga riunione nella sede provvisoria del Comune, in cui è stato fatto il punto della situazione con il capo nazionale della Protezione civile, Angelo Borrelli ed il sindaco Gianluca Pasqui, altri tecnici ed amministratori. E’ stato preparato un cronoprogramma definitivo sui tempi di consegna. Al mattino Borrelli ha incontrato tutte le ditte che stanno lavorando a Camerino, chiedendo loro di fare presto, accorciando i tempi e sfruttando al massimo le ore di luce e facendo i doppi turni, per terminare al più presto le opere di urbanizzazione ed il montaggio delle soluzioni abitative di emergenza. Le ultime Sae a Camerino dovrebbero essere consegnate in autunno, considerando i tempi medi di sei, otto mesi, richiesti per i lavori nelle aree Sae.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X