Studentessa e volontaria,
Aurora Morgoni è una Gen-Z che resiste
«Siate gentili con chi vi circonda»

VITA D'ATENEO (2a puntata) - L'intervista alla ventitreenne di Potenza Picena, iscritta a Unimc, che ha raccontato i motivi della sua scelta e come concilia le due attività. Si è anche fatta portavoce del messaggio di tanti suoi coetanei

- caricamento letture
Aurora_morgoni

Aurora Morgoni

di Irene Properzi

Studia all’università di Macerata ed è volontaria di un’associazione di soccorso e promozione sociale. Aurora Morgoni, 23 anni di Potenza Picena, ha raccontato a “Vita d’ateneo”, il podcast di Cronache Maceratesi dedicato al mondo universitario, i motivi della sua scelta e come concilia gli impegni delle due attività, entrambe impegnative. Soprattutto lascia un messaggio di speranza, che nasconde anche una richiesta di aiuto. Nel suo stile pacato e gentile, ha dato voce ai tanti coetanei, e non solo, che vivono intrappolati in un mondo cieco e frenetico che raramente si ferma alle piccole cose e fa paura. «Siate gentili con le persone» dice.

Iscritta alla facoltà di Scienze della comunicazione, Aurora è amante della musica e accanita lettrice. I romanzi, soprattutto quelli rosa e fantasy, le permettono di staccarsi dalla realtà: «ti portano in mondi nuovi, ti fanno sognare qualcosa di diverso dal mondo reale». Una vera romantica, che ama nascondersi nel suo mondo, ma affronta la realtà senza nascondere un cuore grande.

vita_ateneoDa un anno è impegnata nel volontariato, un’attività che la tiene molto impegnata: «Non è una cosa facile – ammette la studentessa – ma sono sacrifici che fanno star bene. Fare volontariato è dedicare il proprio tempo agli altri». Per Aurora questa attività rappresenta una finestra sul mondo, anche a livello professionale. Le ha permesso di acquisire e sviluppare competenze trasversali per interagire con tutti, dai colleghi alle persone che deve aiutare.

Aurora è una Gen-Z che resiste. Una mosca bianca e rara che non ha paura di considerarsi una “grande romantica”. «Bastano delle semplici cose come fare un sorriso». Parole che ricordano quelle di Cesare Pavese riprese da Jennifer Niven, per il suo romanzo Raccontami di un giorno perfetto: «Non si ricordano dei giorni, ma dei momenti». Il romanzo è una delle letture preferite di Aurora, una struggente storia che pone una lente di ingrandimento sulla salute mentale.

Clicca qui sopra per ascoltare l’intervista in podcast

Unimc verso le elezioni studentesche «Ecco le nostre proposte per l’ateneo»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X