Dopo Montesano l’assessore Scocco
«Ha fatto gli onori alla X Mas
Si scusi con tutti i cittadini»

POTENZA PICENA - L'Anpi chiede la cancellazione del post condiviso dall'esponente della giunta Tartabini: «Condanniamo questo comportamento da chi ricopre una carica pubblica». L'ex parlamentare Mario Morgoni: «Indignati per parole che denotano una spudorata voglia di revisionismo»
- caricamento letture
post-paolo-scocco

Il post incriminato

Dopo il caso “Enrico Montesano” escluso dalla trasmissione “Ballando con le stelle” per aver indossato una maglietta della X Mas, anche Potenza Picena ha il suo corrispettivo “nostalgico” con l’assessore Paolo Scocco.

L’assessore al commercio della giunta Tartabini infatti ha rimestato nella retorica fascista condividendo un post che inneggiava a Teseo Tesei e alla flottiglia Mas sottolineando il valore “eroico” delle imprese compiute.

paolo-scocco

L’assessore Paolo Scocco

Un post che ha scatenato una discussione sulla pagina dell’amministratore della giunta di centrodestra e provocato una serie di reazioni, prima fra tutti quella dell’Anpi di Potenza Picena: «L’assessore Paolo Scocco, con cui abbiamo sempre avuto un buon rapporto e con cui auspichiamo di continuare a collaborare, ieri ha condiviso un post sul suo profilo personale, che faceva gli onori a Teseo Tesei e gli assaltatori della X Mas di fatto giustificando chi decide consapevolmente di indossare magliette con simboli di stampo fascista. Come Anpi condanniamo questo comportamento da chi ricopre una carica pubblica e che in quanto assessore ha giurato sulla Costituzione, nata dal sangue dei cittadini uccisi dalla barbarie nazifascista, compresi i nostri partigiani Mariano Cutini e Mariano Scipioni, che lo scorso giugno ha ricordato insieme a noi, partecipando per conto dell’amministrazione comunale alla nostra iniziativa “Il percorso della Memoria”. L’assessore in un commento esorta anche a studiare la storia e a non dar retta alle cieche ideologie, ma lui per primo non ricorda che la storia ha già dato il suo responso, quel 25 aprile in cui finalmente l’Italia è stata liberata dalla dittatura fascista, quella sì, cieca e spietata. Chiediamo la cancellazione del post e le scuse alla cittadinanza tutta, che ha l’onere e l’onore di rappresentare».

PD_PianoPerMacerata_FF-12-325x216

Il deputato Mario Morgoni

Parole dure anche dall’ex parlamentare Mario Morgoni che parla di “violenza alla storia” e condanna le parole dell’assessore e parla di uno sdoganamento della cultura di estrema destra con la vittoria del centrodestra alle elezioni: «la giunta di Potenza Picena continua ad avere problemi con la storia e con i valori fondanti della nostra Repubblica – ha detto Morgoni portando le parole del Pd della città – il Partito Democratico di Potenza Picena si unisce all’Anpi nel condannare fermamente l’incredibile post dell’assessore Scocco inneggiante ai fasti gloriosi della X Mas. La vittoria della destra alle recenti elezioni non autorizza nessuno, men che meno un rappresentante delle istituzioni, a violentare la storia a proprio uso e consumo.

Esprimiamo tutta la nostra indignazione e il nostro stupore per parole che denotano una spudorata voglia di revisionismo. Non è la prima volta che la giunta Tartabini inciampa sulla rilettura del periodo più drammatico della nostra storia lanciandosi in interpretazioni, equiparazione, giustificazioni assai discutibili quando non oltraggiose». Solo qualche anno fa era esploso un caso simile con l’allora vicesindaco Fausto Troiani, attuale presidente del consiglio di Civitanova per il tatuaggio di un teschio con la rosa, simbolo della X Mas. “E’ il simbolo di una confraternita medievale” aveva rinnegato in quell’occasione Troiani dopo l’avvio dei processi a suo carico per le sparate social.

(l. b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X