Renato Coltorti


Utente dal
10/8/2013


Totale commenti
77

  • Movida molesta e assembramenti:
    multati 24 giovani senza mascherina

    1 - Ott 3, 2020 - 14:19 Vai al commento »
    Va tutto bene. Ma perché analoghi controlli a tappeto non vengono fatti anche a Civitanova Marche? Forse lì è zona franca dal covid?
  • «Mai viste processioni
    da Comune a Duomo,
    sbagliati i tempi della visita di Salvini»

    2 - Set 26, 2020 - 18:43 Vai al commento »
    Scispichetti, il pudore le avrebbe dovuto consigliare il silenzio in questi giorni , ma evidentemente ha prevalso ancora una volta l arroganza della vostra presunta superiorità antropologica, che l ha spinta addirittura a voler spiegare al nostro Vescovo come deve comportare. Siete irrimedibili. A proposito, si ricorda la sua infelice battuta sugli insegnanti di sostegno di Parcaroli? Beh, vista la "sberla" che Parcaroli ha rifilato ai suoi amici del PD maceratese, le consiglio di contattare il nuovo sindaco per farsi dare il numero di telefono dei predetti insegnanti: chi lo sa, magari con la loro bravura riusciranno a riconnettere i "sinistrati trinariciuti" maceratesi con la realta'.
  • Inaugurato l’Itinerario ricciano (Foto)
    «Macerata s’immerge nella sua storia»

    3 - Set 10, 2020 - 16:38 Vai al commento »
    Prime due imperessioni. L'architetto Crucianelli aveva ristrutturato con sue risorse ed energie la specola della biblioteca per destinarla a sala di lettura. L'intervento odierno viene meno all'impegno assunto di rispettarne la destinazione e quindi è da ritenersi un tradimento alla sua memoria ed alla sua volontà di mecenate. L'allestimento appare francamente scarno e, seppur multimediale, non presenta elementi di rilevanza tale per cui possa essere considerato una eccellenza che possa attirare in modo particolare studiosi e turisti . Con tutto il rispetto e l'apprezzamento dovuto per il prezioso lavoro scientifico del Prof. Mignini, ben altro l' amministrazione comunale può e deve fare per rendere Macerata, grazie a Ricci, Tucci e gli altri, un polo di attrazione e di alta formazione dell' orientalistica.
  • Strappati i manifesti elettorali di Ricotta:
    «Colpa del clima d’odio
    creato dalla Lega»

    4 - Ago 31, 2020 - 18:47 Vai al commento »
    Il malcostume di strappare manifesti elettorali purtroppo è sempre esistito e nessuno mai si è messo ad urlare ala luna per questo, né nessuno si è mai permesso di accusare di tali misfatti gli avversari politici. Ulteriore sintomo del grande nervosismo di Narciso Ricotta. Curioso è il richiamo ai fondi europei che fa Ricotta nel suo dolente comunicato. Stranamente ne ha cominciato a parlare diffusamente solo dopo che è stato pubblicato il programma di Parcaroli che ne tratta diffusamente e analiticamente. Sul punto e sulla sua preparazione al riguardo, depone negativamente il decennio trascorso, nel quale è stato parte integrante della giunta carancinina, durante il quale dei fondi europei hanno ottenuto solo briciole, utilizzate malamente per realizzare scatole vuote, senza alcun progetto organico utile allo sviluppo della città. Non me ne voglia l'amico Narciso, ma così facendo sembra uno di quegli studenti un po' somari che, per cercare di ottenere la sufficienza, ripetevano a pappagallo e male quello che avevano orecchiato dal primo della classe.
  • Parcaroli all’attacco con i suoi 31 civici:
    «Siamo la fine del loro potere
    Per questo ci combattono»

    5 - Ago 27, 2020 - 12:46 Vai al commento »
    Valenti: proprio non Le riesce di leggere e capire. Io non ho mai detto che Gandhi era estimatore di Mussolini o che fosse fascista. Ma che applicando il Suo rozzo metodo di analisi, Tra Parcaroli e Gandhi il fascista risulta il secondo. La citazione della lettera di Gandhi è esatta ed ognuno può trarne la sua valutazione. Tira in ballo Traini che non c'entra nulla (tipico di chi non sa o non può argomentare). Da giudizi su di me senza neanche conoscermi. Mi sembra che la Sua prosa incarni perfettamente lo steoreotipo di fascista rosso. Parcaroli può solo essere contento di non avere la Sua approvazione e povero Narciso Ricotta se è sostenuto da chi ragione come Lei.
    6 - Ago 26, 2020 - 17:36 Vai al commento »
    "Mussolini è un enigma per me. Molte delle riforme che ha fatto mi attirano. Sembra aver fatto molto per i contadini. In verità, il guanto di ferro c'è. Ma poiché la forza (la violenza) è la base della società occidentale, le riforme di Mussolini sono degne di uno studio imparziale. La sua attenzione per i poveri, la sua opposizione alla superurbanizzazione, il suo sforzo per attuare una coordinazione tra il capitale e il lavoro, mi sembrano richiedere un'attenzione speciale. [...] Il mio dubbio fondamentale riguarda il fatto che queste riforme sono attuate mediante la costrizione. Ma accade anche nelle istituzioni democratiche. Ciò che mi colpisce è che, dietro l'implacabilità di Mussolini, c'è il disegno di servire il proprio popolo. Anche dietro i suoi discorsi enfatici c'è un nocciolo di sincerità e di amore appassionato per il suo popolo. Mi sembra anche che la massa degli italiani ami il governo di ferro di Mussolini." (da una lettera di Gandhi al giornalista scrittore Rolland del dicembre 1931).
    7 - Ago 26, 2020 - 17:21 Vai al commento »
    Stefano Valenti, vada a rileggersi un po' di storia e guardi la realtà senza paraocchi. Il "fascistume" dietro a Parcaroli lo vedete solo Lei e i "sinistrati" che, a corto di argomenti, sanno solo urlare "arrivano i fascisti". Per seguire la sua grossolana interpretazione dei fatti, vorrei ricordarle che il buon Gandhi fece una trionfale visita in Italia ai tempi del Duce, per il quale espresse molti elogi, anche una volta tornato in India. Quindi tra Parcaroli e Gandhi il fascista, secondo i Suoi parametri, sarebbe proprio il secondo. Alla solita compagnia di giro (Cerasi, Ardiccioni, Poloni) ormai è inutile anche replicare, vista l'assenza di contenuti nel merito. Certo è che hanno proprio paura.
  • Ricotta per Piediripa:
    «Progetto per l’area industriale,
    una ciclabile lungo il fiume»

    8 - Ago 22, 2020 - 9:58 Vai al commento »
    Guido Cari ci sei troppo intelligente per credere a quello che dici. Ricotta è stato parte essenziale del governo della città per quasi tutto il funesto decennio Caranciniano. Non hanno fatto nulla di quello che Ricotta elenca eppure di tempo ne hanno avuto. Dice anche falsità circa progetti con il Comune di Corridonia per Valleverde e trattative con il Fallimento de Il Bracciale. Sul mercato ortofrutticolo ci sarebbe da scrivere una monografia sulle malefatte della giunta in cui Ricotta sedeva. Questi tentativi di presentarsi con una sorta di verginità politica da parte di Ricotta sono un insulto ai Maceratesi prima che ridicoli.
  • Renis boccia il programma di Parcaroli:
    «Un libro dei sogni improvvisato»

    9 - Ago 21, 2020 - 8:38 Vai al commento »
    Iesari: protocollo di mutualità di vicinato firmato a luglio 2020 a distanza di sei anni dall'idea di Renis. Mutualità di vicinato che non ha avuto alcuna applicazione. Solo l'ennesima iniziativa di cartone preelettorale del trio Carancini Ricotta Monteverde. Giocata questa volta sulla buona fede di Renis Da oltre tre anni molti comuni della nostra provincia hanno sottoscritto in prefettura il protocollo del "Controllo del vicinato" e lo hanno applicato. L'amministrazione di Macerata no. Singoli gruppi di cittadini lo hanno utilizzato nei quartieri (come alla Pace). Veramente Ricotta e i suoi sodali pensano che i Maceratesi abbiano l'anello al naso?
  • Lavoro, formazione e servizi
    Parcaroli: «Ecco cosa farò
    per portare Macerata nel futuro»

    10 - Ago 20, 2020 - 10:14 Vai al commento »
    Mi permetto di consigliare ai commentatori (Cerasi & co.) i quali, non potendo criticare il progetto organico di sviluppo della citta'che risulta dal programma di Parcaroli, protestano per la mancata indicazione delle risorse per realizzarlo, di leggere tutto il documento: al paragrafo 10 sono riportati analiticamente gli ambiti previsti di finanziamento da parte dell'Unione Europea per il 2021 - 2027 e gli interventi per Macerata che potranno essere finanziati con gli stessi. La faziosità e la presunzione di avere una prosa all'altezza di quella di Groucho Marx giocano brutti scherzi talvolta.
  • «Finiremo la Mattei-Pieve
    e il collegamento con Villa Potenza
    Troppi ostacoli dalla sinistra»

    11 - Ago 15, 2020 - 19:41 Vai al commento »
    Giustamente Parcaroli ricorda che la responsabilità dell'asfissia della nostra città è di tutta la sinistra maceratese degli ultimi venti anni. Le giunte Meschini cominciarono l'opera, quelle Carancini la aggravarono. Evitiamo che Ricotta, che è stato sempre compartecipe del loro ferale operato, porti a compimento il misfatto insieme al resto degli attori che lo circondano, che sono sempre gli stessi (Monteverde in primis).
  • L’ospedale provinciale finisce nel cassetto:
    33 mesi persi solo per la variante
    E la Regione non ha più margini di manovra

    12 - Ago 14, 2020 - 22:17 Vai al commento »
    Carancini Ricotta e company ricordano un film di Alberto Sordi del 1959 "I magliari", che vendevano porta a porta tessuti di pessima qualità spacciandoli per prestigiosi. Hai voglia a fare manifesti elettorali con promesse improbabili, la realtà ti corre dietro e ti raggiunge caro Ricotta.
  • «Ricotta fa pubblicità ingannevole:
    “Zero consumo di suolo”?
    Ha approvato lottizzazioni e Piano casa»

    13 - Ago 12, 2020 - 21:53 Vai al commento »
    Cerasi devo dire che è ormai veramente stucchevole e ripetitivo nei suoi commenti ad ogni articolo su Parcaroli. La sua posizione é chiara, dietro una parvenza ironica non entra mai nel merito. Va bene il giochino del soprannome per una o due volte, poi però bisogna argomentare altrimenti è chiacchiera da bar che lascia il tempo che trova. Suvvia si dedichi ad altro, persistendo non si fa un buon servizio.
  • «Caro Romano, io non ti ho mai citato
    A me interessa solo ridare speranza»

    14 - Ago 5, 2020 - 9:00 Vai al commento »
    Sig. Brunetti leggendo il suo commento mi domando in quale città abbia vissuto in questi dieci anni, non certo a Macerata. Per smentire la Sua tesi basta leggere l'ottimo articolo scritto dal direttore Zallocco in questi giorni sulla fallimentare esperienza del decennio Caranciniano, ma, aggiungo io, anche di tutti gli assessori conniventi e complici; dei danni arrecati alla città, delle occasioni perse, delle promesse fatte e mai mantenute. L'unica cosa che ci consola é che Macerata ha superato la peste del trecento e la seconda guerra mondiale e supererà anche questa sciagura se eviteremo di prolungare la presenza nel palazzo comunale del luogotenente di Carancini. Sig Ardiccioni avendo avuto modo di leggerla in altre occasioni mi sento di poter dire che il suo orientamento politico e di pensiero, per sintesi e senza volerla offendere, appartiene al mondo 'cattocomunista'. Non mi meraviglia quindi che non comprenda un imprenditore che usi la sua esperienza di vita per dialogare con il.mondo del terzo settore. Sono certo che se lei provasse ad abbassare la sua barriera ideologica e ascoltasse senza pregiudizi il sig. Parcaroli scoprirebbe che rappresenta una fantastica occasione anche per il mondo del volontariato maceratese che con lui potrà venire valorizzato per l'apporto che può dare alla nostra comunità e non più unicamente strumentalizzato come utile riserva di voti.
  • Taglio del nastro per il Matt,
    “ecosistema urbano”
    per le nuove imprese

    15 - Lug 21, 2020 - 18:44 Vai al commento »
    tante parole in inglese (qualcuno avverta i nostri amministratori che esistono termini nella nostra lingua per esprimere gli stessi concetti) per nascondere il nulla del solito intervento con uso di risorse pubbliche per un progetto inconsistente, buono solo per far vedere che qualcosa si fa. Mi tornano in mente le parole di una bella canzone interpretata da Mina: " Parole, parole, parole Soltanto parole Parole tra noi Che cosa sei, che cosa sei, che cosa sei Cosa sei Non cambi mai, non cambi mai, non cambi mai Proprio mai"
  • Con Calenda c’è anche Adolfo Guzzini
    “Azione” muove i primi passi a Macerata
    «L’operazione Parcaroli non è credibile»

    16 - Lug 10, 2020 - 18:38 Vai al commento »
    Cambiano la casacca ma sono sempre gli stessi attori, tutti amici, che passano con leggerezza e senza arrossire da uno schieramento all'altro. Chi si è sempre dichiarato di destra, oggi si scopre vicino a Calenda, che proviene dal PD, e per autogiustificarsi proclama che destra e sinistra non esistono più, ma chiama alla presentazione del movimento chi è apertamente schierato con chi si definisce sinistra. Il male della politica maceratese è forse proprio questo, un "club" amicale che vuole interpretare tutte le parti e gradirebbe non lasciare spazio a qualcuno di nuovo che potrebbe cambiare veramente le cose. Proprio per questo, pur proclamando di non volersi schierare alle prossime amministrative, hanno pensato bene di attaccare uno solo dei candidati a sindaco, guarda caso proprio quello estraneo alla eterna consorteria. Concludo, celiando e senza offesa per gli interessati che conosco e stimo umanamente e professionalmente, che al momento più che un movimento politico, mi sembra uno studio legale associato :-)
  • Ricotta: «Parcaroli non ha cultura politica,
    governerebbero i nani che ha dietro»

    17 - Lug 7, 2020 - 16:16 Vai al commento »
    Reazione scomposta che non è da Ricotta. Lo teme molto.
  • «Al Sacro Cuore norme Covid rispettate
    E l’ostia è il corpo di Cristo
    che non può essere infetto»

    18 - Lug 7, 2020 - 13:49 Vai al commento »
    Caro Alessandro,sul focolaio da te citato ti prego di informarti bene. Si è trattato di una convivenza del cammino neocatecumenale in cui si condivide il calice del vino consacrato. Non c'entra nulla con le normali celebrazioni eucaristiche. Quanto alla superstizione trovo molto più perniciosa quella vetero comunista a te molto cara, ma questo già lo sai e non ci impedisce, credo di stimarci reciprocamente. La Chiesa non obbliga nessuno a credere, ma almeno chi non crede lasci libero chi vuole di farlo. Infine mi scuserai se mi fido più delle parole di S.Tommaso l'aquinate che di quelle dei Pooh.
  • Carancini-Ricotta, staffetta Pd
    Corso Cairoli per la scalata in Comune
    «Ripartiamo da 10 anni di buon governo»

    19 - Lug 5, 2020 - 14:24 Vai al commento »
    10 anni di buon governo? Cade la menzogna della discontinuità si disvela l'incubo della prosecuzione della peste che ha ammorbato la nostra bella e violata città. È il momento che chi ha cuore il destino della nostra comunità rompa gli indugi e si mobiliti per scongiurare questo incubo. Mi spiace per l'amico Ricotta ma in questo momento rappresenta il tossico che ha avvelenato Macerata
  • «Covid, alla chiesa del Sacro Cuore
    non si rispettano i protocolli:
    palese sottovalutazione del rischio»

    20 - Lug 2, 2020 - 23:00 Vai al commento »
    Ma che tristezza questi parrocchiani che hanno paura delle loro ombre. Mi è capitato di frequentare qualche funzione al Sacro Cuore:all'ingresso c'è il dispenser per sanificare le mani, la distanza nei posti a sedere è garantita, la fila per ricevere l'Ostia prevede la distanza di almeno un metro tra un fedele e l'altro, il sacerdote si disinfetta le mani prima di distribuire la Comunione ed indossa la mascherina. Credo che quello che da' fastidio ai solerti parrocchiani guardiani della rivoluzione sia il fatto che il parroco non è accodato al clero organico ai dettami del politicamente corretto e non ha timore di indicare ciò che è vero da ciò che è falso.
  • Rodolfo Craia, j’accuse della compagna:
    «Macerata non usi ora il suo nome
    E’ stato lasciato morire nella miseria»

    21 - Giu 24, 2020 - 17:44 Vai al commento »
    Ho evitato di scrivere un commento quando è stato pubblicato l'articolo che comunicava la scomparsa di Rodolfo Craia perché mi è sempre sembrato quasi una ostentazione di cattivo gusto fare delle condoglianze o manifestare il proprio dispiacere per la perdita di una persona che si è conosciuta in un commento ad un articolo. Questo sfogo della sig.ra Grelloni però mi dà l'opportunità per poter dire che, purtroppo, quello che dice è tutto vero. Ho conosciuto Rodolfo Craia quando io ero una giovane comparsa allo Sferisterio e lui era aiuto regista (quante indimenticabili estati noi ragazzi abbiamo passato in Arena facendo i figuranti). Abbiamo poi collaborato quando ero componente del CdA dell' ERSU di Macerata ed insieme abbiamo organizzato diversi appuntamenti di spettacolo e culturali per gli studenti dell' Università di Macerata. Sono stato testimone di come sia stato improvvisamente escluso da qualsiasi ruolo nelle stagioni liriche senza alcuna ragione se non quella, forse, di fare posto a qualche amico degli amici. Così' come, anche dopo il cambio della Presidenza e del Consiglio dell' Associazione Sferisterio, mi riferì gli fosse stato negato anche solo un incontro per poter proporre di riprendere la collaborazione. Del pari, mi disse, diverse sue proposte di iniziative musicali e culturali presentate all'amministrazione trovarono la strada sbarrata. Rodolfo Craia, qualunque sia il giudizio che si voglia dare sul suo valore artistico o di organizzatore di appuntamenti culturali, avrebbe meritato lo spazio che altri, sicuramente non particolarmente migliori di lui, hanno avuto ed hanno. Purtroppo, però, la sua storia è quella anche di altri esponenti della cultura maceratese (ad esempio, e non me ne vogliano se li cito, tra tutti Maurizio Boldrini e Filippo Davoli) che da anni a stento riescono a proseguire in una attività ignorata se non ostacolata da chi amministra la città, forse perché non parte degli ambienti "giusti". Per questo mi permetto di dire che lo sfogo della sig.ra Grelloni non può essere considerato un attacco alla città, dove aveva tanti amici, ma, semmai, a chi, per volontà o per miopia intellettuale, ha ostracizzato Rodolfo Craia. Mi permetto, infine, di dire che, probabilmente, alcuni dei presenti alle esequie di Rodolfo Craia avrebbero dovuto avere la sensibilità e la delicatezza umana di astenersi dal partecipare. Ma questa è una mia valutazione soggettiva.
  • Tutto ok alle messe domenicali
    ma alla Comunione in bocca
    alcuni non rinunciano

    22 - Mag 26, 2020 - 12:30 Vai al commento »
    Sig. Pasquarè, io non penso di avere la verità in tasca, ho solo suggerito di avere rispetto per quei fedeli che chiedono di accostarsi all'eucarestia senza toccarla con le proprie mani, senza giudicarli con isteria sanitaria infondata. Robert Sarah attuale Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti (quindi il massimo esperto in materia di liturgia) ha scritto: "Che nessun sacerdote osi pretendere di imporre la propria autorità su questa questione rifiutando o maltrattando coloro che desiderano ricevere la Comunione in ginocchio e sulla lingua. Santa Madre Teresa di Calcutta, religiosa eccezionale che nessuno oserebbe trattare da tradizionalista, fondamentalista o estremista, la cui fede, santità e dono totale di sé a Dio e ai poveri sono da tutti noti, aveva un rispetto ed un culto assoluto verso il Corpo divino di Gesù Cristo. ... Madre Teresa si asteneva di toccare il Corpo transustanziato del Cristo; piuttosto ella lo adorava e lo contemplava silenziosamente, rimaneva per lungo tempo in ginocchio e prostrata davanti a Gesù Eucaristia. Inoltre, ella riceveva la Santa Comunione nella sua bocca, come un piccolo bambino che si lasciava umilmente nutrire dal suo Dio." Tutto qui.
    23 - Mag 26, 2020 - 8:13 Vai al commento »
    Parlare di ciò che non si conosce è sempre imprudente (Mi riferisco ai commenti e non al Vescovo naturalmente). La comunione in bocca non è vietata da alcuna disposizione. Dal punto di vista sanitario, tra l'altro, è la forma più sicura ed igienica. Dal punto di vista liturgico basta leggere cosa dicono i padri della Chiesa e oggi, tra gli altri, il cardinale Robert Sarah.Su come la pensino i sacerdoti e i fedeli della diocesi non mi pronuncio, sottolineo solo che se tutti fossero consapevoli della presenza di Cristo in ogni più piccolo frammento di Ostia consacrata vi si accosterebbero con maggior rispetto e cautela.
  • Fase 2, il vescovo Marconi:
    «Sulle messe è mancato il dialogo
    Le decisioni non si impongono»

    24 - Apr 28, 2020 - 12:05 Vai al commento »
    "Obbedienza e prudenza". Forse era una libera citazione dal Don Abbondio dei Promessi Sposi :-)
    25 - Apr 28, 2020 - 9:23 Vai al commento »
    Buongiorno sig. Iddas. Ero certo che la sua fonte fosse l'articolo di Vatican News scritto da un giornalista e non da uno storico. Il fatto che lei paragoni l'assistere alla messa dalla finestra, quindi dal vivo, al guardarla in tv o in streaming è conferma della sua ignoranza in materia (mi scusi). In merito Le consiglio la lettura del catechismo della Chiesa Cattolica edito sotto il pontificato di San Giovanni Paolo II. Le preciso inoltre che non solo il Borromeo fece celebrare messe all'aperto con partecipazione del popolo, ma guidò anche tre imponenti processioni lungo le vie di Milano. Per San Carlo Borromeo le consiglio la lettura di "vita di San Carlo Borromeo" stamperia della Camera Apostolica Roma 1610. Oppure "Historie de Saint Charles Borromee" del Channoine Charles Sylvain ,Lille 1884. Può trovarli facilmente nelle biblioteche digitalizzare. Se avrà difficoltà l'aiutero' volentieri. Apprezzo che abbia taciuto sulla "topica" che ha preso sulla peste a Roma.
    26 - Apr 27, 2020 - 21:09 Vai al commento »
    Gentile sig. Iddas, forse sarò anche ignorante, ma anche lei non scherza. Quando si citano fatti storici è importante approfondire bene e citare le fonti. Se lo avesse fatto avrebbe visto che in entrambi i casi da lei citati vennero individuati modi per permettere la partecipazioni alle messe (ad es. S. Carlo Borromeo fece celebrare le funzioni agli incroci delle strade e nelle piazze per permettere la partecipazione all'aperto.A Roma vennero sospese le processioni e i pellegrinaggi non le funzioni). Comunque la questione principale non era la storia ma la situazione attuale.
    27 - Apr 27, 2020 - 17:14 Vai al commento »
    Signora Garulli e Sig. Fermanelli, scusate se mi permetto, ma le vostre parole mostrano come non sapete di cosa state parlando. Mai nella storia si è impedito di celebrare le messe con la partecipazione dei fedeli. Anche oggi altre nazioni come Spagna, Francia, Polonia (solo per fare qualche esempio) si son ben guardate da prendere una tale decisione, limitandosi a prevedere l'adozione di misure cautelari che permettano di garantire la tutela della salute. Paragonare la preghiera personale alla partecipazione al sacrificio eucaristico, sig. Fermanelli, dimostra che Lei non è cattolico o ha le idee molto confuse riguardo la nostra fede. Con tutto il rispetto per il Vescovo della Diocesi di Fermo trovo sconcertante che possa porre le cerimonie religiose sullo stesso piano di ogni altra cerimonia. Posso comprenderlo da un laico ma non da un vescovo che è chiamato a conservare il clero ed i fedeli della sua diocesi nella fede. La cosa mi lascia veramente perplesso. Sembra quasi che si voglia considerare il poter assistere ad una funzione religiosa come il poter andare al cinema o in un museo. Se i Pastori sono i primi a non rivendicare l'irrinunciabilità del culto divino, perché dovremmo aspettarci attenzione a tale problema da un governo in evidente stato confusionale sul come gestire l'attuale situazione. Condivido le parole del nostro Vescovo Marconi.
  • «Messe e funerali sospesi,
    chiese solo per preghiera personale»

    28 - Mar 9, 2020 - 8:47 Vai al commento »
    Mi perdonerà il nostro vescovo, ma con tutto il rispetto che gli è dovuto mi permetto di criticare tale scelta. Il Santo Sacrificio della Messa mai è stato interrotto nella storia. Non per guerre, non per pestilenze, non per persecuzioni. L'odierna scelta della CEI (che credo e spero che Monsignor Marconi non condivida) fa pensare che i vescovi italiani abbiano perso la consapevolezza di cosa è e di qual è l'effetto anche sulle vicende umane di ogni Messa celebrata. In tempi come questi andrebbero moltiplicate non annullate. Sarebbe bastato disporre un numero limitato di accessi per ogni funzione. In questo modo si indica implicitamente ai fedeli che la Messa non è (come invece è) la cosa essenziale per ogni cristiano.
  • Fratelli d’Italia frena sulle primarie:
    «Trovare subito intesa senza attardarci»

    29 - Mar 6, 2020 - 7:36 Vai al commento »
    Francamente mi aspettavo un po' più di coraggio e di indipendenza da fratelli d'Italia. La scusa del poco tempo non regge visto che fanno passare i giorni senza fare nulla. In politica non esiste solo lo spicciolo interesse immediato, ma anche la dignità di partito e personale. Atteggiamenti come questi non sono certo un indice di interesse primario per le esigenze della città.
  • Stop del Tar, Ceriscioli va avanti
    e firma una nuova ordinanza
    Scuole chiuse venerdì e sabato

    30 - Feb 27, 2020 - 19:38 Vai al commento »
    Appunto. Come avevo detto in calce all'articolo sulla sospensiva.
  • Coronavirus, ordinanza sospesa:
    il Tar accoglie la richiesta del governo

    31 - Feb 27, 2020 - 17:50 Vai al commento »
    Non sono d'accordo con il commento dell'amico e collega Bommarito. Se solo si legge la motivazione dell'ordinanza si può verificare che la sospensione è dovuta solo alla circostanza che al momento della emanazione non risultava alcun soggetto positivo al coronavirus nella nostra Regione. Circostanza che è stata invece confermata NELLA STESSA SERATA (ad oggi sono tre le persone nelle Marche affette da coronavirus). Quindi Ceriscioli potrebbe emanare una nuova ordinanza e sarebbe inattaccabile e rispetterebbe il D.L. N. DEL 2020. Direi che il TAR ha emesso un provvedimento con motivazione alquanto "stirata" giusto per non contraddire il governo. A mio avviso la figura del prepotente politicamente isterico l'ha fatta il Presidente del Consiglio che ha completamente perso il controllo della situazione. Preciso che non sono un sostenitore di Ceriscioli.
  • «Ristabilire il diritto alla memoria»,
    Macerata ricorda le vittime delle Foibe

    32 - Feb 10, 2020 - 15:32 Vai al commento »
    Il sindaco uscente e gli altri partecipanti alle primarie, presenti ad ogni inaugurazione anche la più inutile, pronti ad esporre la bandiera francese dal palazzo comunale come i tristi giacobini che saccheggiarono la nostra città, che hanno riempito Macerata di immigrati illegali e che ad ogni occasione parlano di accoglienza, fratellanza ed ascolto, non hanno trovato modo di essere presenti e commemorare i nostri connazionali infoibati o cacciati dalla loro terra solo per il fatto di essere italiani. Spero avesseto tutti una ottima ragione per farlo. Ma temo di no.
  • Un Convitto d’interessi

    33 - Gen 24, 2020 - 7:28 Vai al commento »
    Dall'articolo e dai due interventi dell'assessore Ricotta in calce si possono ricavare alcune interessanti certezze: 1 - il sindaco Carancini stavolta è stato beccato con le mani nella marmellata, è stato stoppato ed ha mentito palesemente nelle successive dichiarazioni sulla stampa; 2 - il candidato in pectore a primo cittadino Ricotta pur di non prendere posizione sulla vicenda ricorre all'uso di una lingua morta della quale lui è evidentemente esperto cultore: il democristianese; 3 - tanta reticenza è la conferma che Ricotta è in perfetta continuità con le nefaste amministrazioni Meschini e Carancini che non hanno perseguito gli interessi della città ma l'hanno spolpata ed annichilita; 3 - i genitori degli studenti del Convitto, gli addetti della scuola e tutti coloro che hanno a cuore il suo destino è quello della città hanno capito chi non devono votare alle prossime amministrative.
  • Convitto verso il trasloco ai Salesiani,
    i genitori non ci stanno

    34 - Gen 20, 2020 - 17:40 Vai al commento »
    Se fosse vero quanto ipotizzato, ci sarebbe da dire che questa amministrazione è peggio della "peste nera" del 1348. Ogni iniziativa che assume si rivela un danno alla città. Non riescono a farne una giusta. Il solo ipotizzare di spostare il Convitto da dove è ora per portarlo ai Salesiani, con tutti i problemi di agibilità ricordati nell'articolo e la mancanza di strutture in quel luogo, è talmente assurdo che solo uno sprovveduto o qualcuno in malafede potrebbe pensarlo.
  • Soprintendenza, scontro interno al Pd
    Sciapichetti: «Più brava Giunta di Ascoli»
    Carancini: «Lui non ha mosso un dito»

    35 - Gen 17, 2020 - 18:26 Vai al commento »
    Dimenticavo. Almeno valutate di impugnare il provvedimento dinanzi alla giustizia amministrativa se veramente pensate che la scelta non sia giustificata, invece di esternare inutilmente sulla stampa e sui social.
    36 - Gen 17, 2020 - 18:14 Vai al commento »
    Spettacolo penoso e patetico. Hanno dimostrato ancora una volta la totale incapacità a raggiungere obiettivi veramente importanti per la città, riuscendo solo a fare proclami, dietro i quali non c'è nulla, e ad imbellettare l'ordinaria amministrazione, svolta in modo comunque insufficiente, come imprese straordinarie. La inadeguatezza politica ed amministrativa di tutta la giunta è resa ancora più palese da come oggi ognuno di loro cerca di nascondere la propria inadeguatezza accusandosi l'uno con l'altro. Neanche la dignità di assumersi tutti loro la responsabilità di questo disastro. Il silenzio sarebbe stato più sopportabile per questa bellissima città così ingiustamente mortificata da questa politicamente nefasta armata Brancaleone. E lo dico con la tristezza nel cuore anche perché conosco e considero amici a livello personale diversi tra loro.
  • Primo giorno nelle nuove scuole,
    scatta il conto alla rovescia:
    30 vigili per evitare il caos traffico

    37 - Gen 5, 2020 - 19:23 Vai al commento »
    Quindi due scuole richiedono trenta vigili per regolare il traffico. Quando ci saranno (se mai ci saranno) anche la piscina il supermercato e la questura chiameranno il battaglione S.Marco con installazione di check point? Un intervento urbanistico progettato ex novo che presenta da subito tali criticità è conferma evidente di una incapacità programmatica e progettuale. Amministrare significa saper gestire con razionalità e lungimiranza, non improvvisare. Spiace dirlo ma in questo pressappochismo è pienamente coinvolto anche l'assessore ai lavori pubblici Ricotta.
  • «Il ‘miracolo’ di san Giovanni Paolo II:
    una nuova generazione di preti maceratesi»

    38 - Gen 5, 2020 - 9:39 Vai al commento »
    È una bellissima realtà per la quale dovremmo ringraziare ogni giorno. Non solo forma sacerdoti per evangelizzare il mondo, ma, soprattutto, permette di mantenere vivo il tessuto delle nostre parrocchie garantendo nuovi sacerdoti. La situazione della nostra diocesi è privilegiata per questo rispetto anche a quelle limitrofe. Come disse San Giovanni Paolo cerchiamo di meritarci questa grazia aiutando per quanto è nelle possibilità di ognuno questo seminario.
  • «Civitanova capoluogo»,
    la provocazione di Marzetti

    39 - Dic 20, 2019 - 19:04 Vai al commento »
    Quando l'anzianità si tramuta in senescenza purtroppo o per fortuna rende come i bambini che credono alle fiabe e con la fantasia vedono come vere cose che non esistono e mai esisteranno.
  • Centro di Climatologia verso la chiusura:
    «Stiamo cercando una soluzione»

    40 - Set 16, 2019 - 7:15 Vai al commento »
    Istituto da salvare ad ogni costo. È di rilevanza quanto meno regionale. Entri tra i sostenitori l'università di Macerata affiancando quella di Camerino. Il Comune faccia pressioni sulla Camera di Commercio perché rinnovi il suo impegno (sciagurata la scelta della Cciaa unica regionale che ancora una volta ha dimostrato l'inadeguatezza della classe dirigente locale). Che si muova confindustria Macerata e mostri come le imprese possono svolgere anche un ruolo sociale per il territorio. L'assessore Ricotta invece di rilasciare interviste ecumeniche se vuol dimostrare di essere all'altezza faccia muovere l'attuale amministrazione.
  • Lutto nel mondo della scuola,
    addio al preside Alfredo Perri

    41 - Ago 17, 2019 - 10:57 Vai al commento »
    Lo ricordo ancora ai tempi delle mie medie alla Mestica che allora sotto la sua direzione era considerata la miglior scuola della città. Persona seria che svolgeva il suo ruolo con professionalita ed umanità.
  • Macerata desidera in rosso
    Oltre 30 eventi per la Notte dell’opera

    42 - Lug 25, 2019 - 20:44 Vai al commento »
    Va tutto bene. Ma per favore almeno Cronache Maceratesi rispetti la grammatica italiana. "Assessora" non si può proprio sentire. "Assessore"si deve usare, sia per gli uomini che per le donne. Non arrendiamoci a questa barbarie linguistica che è brutta e ridicola.
  • Sferisterio, si accendono le luci

    43 - Lug 4, 2019 - 11:59 Vai al commento »
    Il mio parere, che esprimo a titolo del tutto personale, è che le foto rimandano un'immagine reale ancora peggiore di quella che avevamo visto nel rendering. Si perde l'insieme dell'edificio monumentale e non si legge la scritta sul timpano" ad ornamento della città, a diletto pubblico". Luci inadatte ad una illuminazione fissa.
  • Supermercato davanti alle scuole,
    polemiche sulle ex Casermette:
    «Una scelta assurda»

    44 - Giu 14, 2019 - 18:13 Vai al commento »
    Signor Poloni, le va riconosciuto il costante ed indefesso tentativo di difendere l'attuale amministrazione. Devo però evidenziarle che il tentativo di giustificare il pesante calo degli iscritti alla Mestica con il calo demografico non coglie nel segno. A fronte del calo della Mestica corrisponde infatti il forte incremento di iscritti presso la Dante Alighieri ed il Convitto.
    45 - Giu 14, 2019 - 11:12 Vai al commento »
    Che la scelta di realizzare due scuole dello stesso ordine e grado una accanto all'altra sia una follia dovuta a soli intenti speculativi trova conferma nel fatto che la Mestica mi risulta che quest'anno riuscirà ad avere una sola prima classe a causa del drastico calo delle iscrizioni. Tra le tante malefatte di questa amministrazione dovremo annoverare anche l'annichilimento di una scuola storica e con grande tradizione come e' sempre stata la Mestica.
  • Da ex Casermette a nuovo campus,
    Carancini apre il cantiere alla città:
    «Le scuole sono a buon punto » (Foto)

    46 - Giu 10, 2019 - 7:58 Vai al commento »
    Tutto bene e tutto bello. Ma nessuno pensa che sia un po' assurdo collocare due scuole dello stesso ordine e grado una accanto all'altra e lasciando invece sguarnito dello stesso tipo di scuola il centro storico e la zona limitrofa?
  • Scientifico, Pettinari dopo le proteste:
    «Ogni decisione sarà condivisa»

    47 - Giu 9, 2019 - 9:56 Vai al commento »
    Il.presidente Pettinari nulla ha detto circa l'opzione più idonea e semplice. Spostare gli uffici provinciali di Palazzo Studi nel palazzetto Mattei, nella sede centrale sole Provincia e nel palazzo in via Armaroli. Le scuole avrebbero entrambe lo spazio necessario e i dipendenti dell'ente resterebbero in centro storico.
  • Palazzo degli Studi conteso,
    la preside del Classico:
    «Serve spazio per i nuovi iscritti»

    48 - Giu 5, 2019 - 16:46 Vai al commento »
    Come ho già detto commentando l'articolo che illustrava la protesta degli studenti del liceo Galilei, la soluzione è semplice e risponderebbe alle esigenze di entrambe le scuole: spostare gli uffici della Provincia presenti a Palazzo degli Studi e portarli nel Palazzetto Mattei in C.so della Repubblica (di proprietà della Provincia e inspiegabilmente vuoto da anni), nel Palazzo della sede centrale della Provincia e nel palazzo della Provincia in via Armaroli.
  • Rivolta allo Scientifico,
    la protesta rallenta lo “sfratto”
    «Chiediamo sede unica»

    49 - Giu 4, 2019 - 7:17 Vai al commento »
    L'unica soluzione logica è liberare gli spazi di Palazzo Studi occupati dagli uffici della Provincia i quali potrebbero essere tranquillamente appostati al palazzo Mattei in C.so della Repubblica oggi tenuto inspiegabilmente vuoto, nella sede centrale della Provincia dove ci sono altri spazi liberi e nel palazzo di via Armaroli.
  • Congresso delle famiglie a Verona,
    50 docenti Unimc si schierano contro:
    «Preoccupanti le idee diffuse»

    50 - Mar 31, 2019 - 15:41 Vai al commento »
    Il titolo di docente sia pur universitario non impedisce di dire stupidaggini. Invocare a sproposito il metodo scientifico per impedire a chi non la pensa come loro di esprimere le proprie idee è triste sintomo della natura prettamente ideologica del loro argomentare. Consiglierei comunque ai docenti di ripassare il concetto di "diritto naturale" che appartiene alle scienze giuridiche.
  • Bandiera francese sulla finestra del sindaco
    Sacchi: «Carancini tifoso a fini politici»
    Coltorti: «Atto illegittimo, va tolta»

    51 - Feb 9, 2019 - 19:58 Vai al commento »
    Per correttezza faccio presente che il mio intervento era a titolo esclusivamente personale e non nella veste di presidente della Camera Penale di Macerata.
  • Bandiere di Francia e Italia
    alle finestre del municipio:
    «Difendiamo la nostra amicizia»

    52 - Feb 9, 2019 - 17:22 Vai al commento »
    La nostra amministrazione dovrebbe sapere che esiste un regolamento emanato nel 2000 che stabilisce quando è per quali motivi possono essere esposte bandiere di altre nazioni dagli edifici pubblici italiani, tra i quali non rientrano quelli forniti dal sindaco. Quanto posto in essere è pertanto illegittimo e spero che si provveda a rimuovere la bandiera francese autonomamente o che altrimenti intervenga il Prefetto. Protocolli e forma sono manifestazioni estrinseca della inviolabilita' della sovranità ed indipendenza di una nazione. Purtroppo nella mancanza di consapevolezza istituzionale e nella foga ideologica si dimenticano i principi basilari dello Stato che vanno oltre le appartenenze politiche.
  • Giorno del Ricordo,
    iniziative e incontri con le scuole

    53 - Feb 8, 2019 - 7:23 Vai al commento »
    Affidare la commemorazione delle foibe all'istituto per la resistenza è decisione quantomeno inopportuna. I protagonisti della resistenza furono infatti in prima fila a nascondere per decenni questa tragedia, a negarla o a sostenere che si trattava "solo" di fascisti che se lo erano meritato.
  • Targa a Mario Coltorti senza celebrazioni,
    il Pd: «Un insulto alla cittadinanza»

    54 - Gen 5, 2019 - 9:35 Vai al commento »
    Parente di mio padre e tra loro legati da una amicizia durata tutta la vita di entrambi, ho potuto verificare in tantissime occasioni la profonda stima, l'affetto e la riconoscenza di tantissimi civitanivese per la sua persona e per la disponibilità di medico che dimostrava verso i suoi concittadini ogni volta che si trovava a Civitanova Marche. Coinvolgere la cittadinanza ed i parenti sarebbe stato sicuramente opportuno.
  • Biogas, battaglie a rischio:
    rinnovata autorizzazione per Sarrocciano

    55 - Dic 24, 2018 - 10:30 Vai al commento »
    All'amico Bommarito ed ai lettori, per correttezza informativa, devo evidenziare che dal punto di vista penale l'ipotesi accusatoria che riguardava le società VBIO e il loro legale rappresentante si è concluso con sentenza di assoluzione passata in giudicato.
  • Fiori o opere di bene?
    Ora insieme si può

    56 - Nov 2, 2018 - 10:57 Vai al commento »
    Francamente mi sembra un'operazione abbastanza discutibile. Secondo i promotori quindi bisognerebbe aiutare la cooperativa Meridiana che già è sufficientemente egemone in plurimi settori di attività economiche nella nostra città e sulla quale si dovrebbe prima o poi aprire un approfondimento magari proprio su Cronache, a discapito di tutti i vivaisti e fiorai che quotidianamente cercano di svolgere al meglio il lavoro e dallo stesso ricavare quanto serve per loro e le rispettive famiglie? Per quale motivo la prima sarebbe da preferire agli altri? Mi sembra anche una concorrenza un po' sleale facendo leva sui buoni sentimenti al fine di guadagnarsi più clienti in una attivtà commerciale.
  • Il Flauto politico di Vick…
    è magico ma non per tutti

    57 - Lug 21, 2018 - 16:05 Vai al commento »
    Che tristezza e che sterilità creativa. Nessuna intelligente provocazione o “pugno alo stomaco” agli spettatori, ma solo la noia del conformismo pseudo rivoluzionario del progressismo globale politicamente corretto che infila la retorica piagnona sui migranti (illegali)e sul riscatto della donna vittima secolare in ogni dove, senza alcuna giustificazione drammaturgica o coerenza con l’opera rappresentata. In definitiva una scelta da Saviano “de noantri” che non manifesta alcuna giustificazione artistica (al contrario di altri spettacoli con regia non convenzionali a cui abbiamo assistito con soddisfazione nelle scorse stagioni)e con risvolti politici di parte (la patetica presenza della ruspa ad esempio) che non rispettano i maceratesi e gli ospiti dello Sferisterio, ma degni più di una serata da centro sociale che di un festival della lirica ricco di tradizione e prestigio. Speriamo nei prossimi titoli della stagione. Renato Coltorti
  • Marzetti: “Agraria, alberghiero e corsi di formazione alla Stella Maris”

    58 - Feb 22, 2015 - 9:08 Vai al commento »
    Il sig. Marzetti dovrebbe trovare qualche idea più originale. La scuola di agraria c'è già a Macerata da oltre cento anni, l'alberghiero è a Cingoli da moltissimo tempo. Si tratta di scuola di grande tradizione e efficienza cui accedono studenti anche da fuori provincia e regione. Creare degli inutili doppioni non servirebbe a nulla. Un poco più di fantasia e di riflessione prima di parlare non guasterebbe.
  • A rischio il centro anticoagulante
    Levata di scudi dei pazienti:
    “Ipotesi organizzativa fantasiosa”

    59 - Feb 17, 2015 - 9:52 Vai al commento »
    Quando chi amministra la cosa pubblica, specie la sanità, diviene l'ostacolo principale al buon andamento dei servizi e al rispetto delle esigenze minime dei soggetti più bisognosi, in particolare quando il suo operato non risponde a ragioni di buon senso, di logica o a insormontabili esigenze economiche, è evidente la irrimediabile abdicazione al compito a lui affidato. In qualsiasi comunità civile tale soggetto verrebbe immediatamente rimosso dal suo incarico. Un servizio così delicato per di più unico in ambito regionale non può essere messo in discussione. Mi permetto di invitare Cronache Maceratesi a non lasciare cadere la cosa, a sentire la versione della dirigenza del reparto e dell' ASUR Area Vasta di Macerata (a proposito a che punto siamo con il reparto di Oculistica?). E' incredibile come siamo costretti ogni giorno a dover lottare per difendere servizi di prima necessità dal "leviatano" regionale, considerato in tutte le sue articolazioni, che invece di garantire un buon governo è sempre più il nemico del cittadino.
  • Villa Lauri negli accordi Unimc-Cina,
    in arrivo 4 milioni di euro

    60 - Dic 15, 2014 - 16:03 Vai al commento »
    Teniamoci stretto il Rettore Lacchè che ha chiara visione progettuale e realuzza quello che pensa supportato da validi collaboratori in primo luogo l'attuale direttore amministrativo. Comune Provincia Fondazione Carima Camera di Commercio devono a mio avviso mettersi a completa dispisizione per fornire il supporto amministrativo e economico possibile per questa fondamentale iniziativa. Questo è il futuro per la nostra comunità ben di più che il palazzetto o le piscine.
  • Oslo, Stoccolma e Helsinki
    le nuove destinazione da Falconara

    61 - Set 3, 2014 - 16:12 Vai al commento »
    Come al solito le "premure" del Governatore Spacca per le Marche si fermano alle province di Pesaro e Ancona. I turisti che arriveranno piuttosto che portarli a visitare le zone poste al di sotto di Loreto li si indirizza ad Assisi, Roma e Napoli! Peccato che quel milione di euro in più destinato all' aeroporto di cui parla il "Magnifico" Spacca provengono anche dalla tasche dei marchigiani delle altre province.
  • Il Libro dei morti si legge sull’iPad
    L’Aida tecnologica incanta lo Sferisterio

    62 - Lug 20, 2014 - 12:18 Vai al commento »
    Spettacolo di ottimo livello che ci riporta alla qualità delle produzioni della gestione Orazi. Recensione puntuale e competente della Gelsomini che ci piacerebbe leggere con maggiore frequenza su Cronache Maceratesi
  • Perdonami Oriana (Fallaci)
    se oso scrivere  
    “Lettera a un bagnino mai nato”

    63 - Lug 9, 2014 - 18:53 Vai al commento »
    Mi spiace dover correggere quanto dice l'ottima redazione di Cronache Maceratesi che seguo e apprezzo quotidianamente. La smentita dell' Ufficio anagrafe di Macerata è apparsa nei giorni scorsi su un quotidiano locale che ha interpellato tale ufficio e ha interpellato anche l' ISTAT. In ogni caso per sincerarvi della reale situazione, quali ottimi giornalisti come siete, potete andare alla fonte diretta e interpellare anche voi l' ufficio Anagrafe del Comune di Macerata. Tengo a precisare che il mio accenno alla questione non aveva alcuna intenzione polemica nei vs confronti, ma tendeva solo ad evidenziare un dato di fatto. Infine devo sottolineare che quella che conta è la realtà, che non può certo essere negata da una comunicazione sia pur ufficiale dell' ISTAT che come tutti può sbagliare. L'unico soggetto infatti che può certificare con certezza il numero di residenti in un Comune è solo il competente Ufficio Anagrafe.
    64 - Lug 9, 2014 - 16:43 Vai al commento »
    Egregio sig. Cambi certo alcune (solo alcune) delle critiche che lei solleva sono in parte condivisibili. Ma è davvero così difficile evitare di elevare ogni volta questo stucchevole ritornello del declino di Macerata? Guardi che l' Università è viva e vegeta, grazie anche all'ottimo lavoro dell'attuale rettore. L'Accademia ugualmente procede in un crescendo di qualità didattica e in numero di studenti. La chiusura della Banca d' Italia risale ormai a diversi anni orsono ed è inutile stare a rimuginarci sopra. Abbiamo più di due case editrici, di cui almeno una (liberilibri) di qualità indiscussa e ben conosciuta a livello nazionale. Abbiamo ottime scuole di ogni ordine grado (ottime scuole elementari, liceo scientifico, classico, scuola agraria ecc. ecc.). Francamente di quello che fa Civitanova Marche dovrebbe importarcene poco in quanto nessun confronto con la stessa dobbiamo fare. Sono due città completamente diverse e tra loro complementari (a proposito NON è vero che abbiano lo stesso numero di abitanti come apparso su Cronache Maceratesi qualche giorno fa. Macerata ha circa 1.200,00 abitanti in più come certificato dall' Ufficio Anagrafe, mentre l' ISTAT ha ammesso l' errore). Potrei continuare ancora a lungo ad elencare le positività della nostra città, ma non è possibile nel breve spazio di un commento. L'unica versa sciagura per Macerata è la sua classe politica e in particolare le amministrazioni che l'hanno governata in questi ultimi anni (Maulo, Meschini e, purtroppo, Carancini) a cui si deve aggiungere il "coro" delle prefiche piangenti sul declino ineluttabile. La realtà è che ognuno di noi si deve chiedere cosa può fare per migliorare questa nostra città e, soprattutto, farlo. Lamentarsi solo e spesso in maniera pretestuosa non serve a nulla.
  • La Lube scrive al Comune di Macerata
    e chiede la disponibilità del Fontescodella

    65 - Giu 12, 2014 - 9:02 Vai al commento »
    E' evidente che il Comune di Macerata deve dare una risposta positiva alla richiesta avanzata, magari con l'impegno scritto a mantenere la squadra al Fontescodella per l'intero campionato. La gestione di un Comune deve prescindere da ripicche e rancori personali. Inoltre sarebbe una evidente dimostrazione di serietà e evidenzierebbe maggiormente la condotta meschina della società e, soprattutto del sindaco e del "vicesindaco" di Civitanova.
  • Associazione Sferisterio: “Biglietteria affidata all’Amat per un miglior servizio”

    66 - Mar 19, 2014 - 10:14 Vai al commento »
    Prendo atto delle precisazioni di Bianchini che rispetto ma che non mi convincono. La presenza del sindaco Castelli nel Cda, senza voler offendere il diretto interessato, appare come la "foglia di fico" che non riesce a nascondere una realtà che appare evidente considerando la complessiva composizione del CDA, chi opera materialmente all' interno dell' Amat, le scelte degli spettacoli, le nomine che vengono fatte ecc. ecc. Se non sbaglio il presidente dell' AMAT è  il sig. TROLI ex assessore alla cultura di area PD della Regione Marche prima di Marcolini.
    67 - Mar 18, 2014 - 21:21 Vai al commento »

    Francamente mi sfugge l’utilità di dover beneficiare dei soldi dei maceratesi (dato che i soci e maggiori finanziatori di Macerata Opera sono il Comune e la Provincia) l’ennesimo carrozzone regionale, l’ amat, che  non brilla per qualità ed efficienza nella sua attività e sembra più che altro rispondere a logiche di vicinanza ed egemonia da parte del partito democratico regionale. La biglietteria dello Sferisterio per la mia esperienza ha sempre funzionato bene con la attuale gestione. Non vorrei che dietro le invocate motivazioni economiche ci fosse un “suggerimento” giunto dagli ambienti vicini alla Giunta regionale per favorire il monopolio amat nelle attività culturali regionali.

  • La biglietteria Sferisterio cambia gestione
    “Buttano via i nostri 30 anni di esperienza”

    68 - Mar 18, 2014 - 21:11 Vai al commento »
    Francamente mi sfugge l'utilità di dover beneficiare dei soldi dei maceratesi (dato che i soci e maggiori finanziatori di Macerata Opera sono il Comune e la Provincia) l'ennesimo carrozzone regionale, l' amat, che  non brilla per qualità ed efficienza nella sua attività e sembra più che altro rispondere a logiche di vicinanza ed egemonia da parte del partito democratico regionale. La biglietteria dello Sferisterio per la mia esperienza ha sempre funzionato bene con la attuale gestione. Non vorrei che dietro le invocate motivazioni economiche ci fosse un "suggerimento" giunto dagli ambienti vicini alla Giunta regionale per favorire il monopolio amat nelle attività culturali regionali.
  • Ivo Pannaggi, da Macerata al museo Guggenheim di New York

    69 - Mar 10, 2014 - 9:23 Vai al commento »
    Un altro ottimo reportage dalla "inviata" di Cronache Maceratesi negli USA. Questo articolo potrebbe essere un ottimo spunto per suggerire alla nostra amministrazione comunale di cercare di portare questa mostra nella nostra città. Sarebbe un evento di portata almeno nazionale riprendendo la tradizione delle ottime mostre di arte moderna che per tanti anni ha organizzato la Fondazione CARIMA .
  • Casa Pound in piazza commemora le vittime delle Foibe

    70 - Feb 16, 2014 - 12:09 Vai al commento »
    Sig. Giorgi non è detto che i figli debbano necessariamente essere i depositari della interpretazione autentica del pensiero di un poeta e pensatore le cui idee sono talmente chiare ed evidenti che non possono essere mistificate da tentativi di normalizzazione postumi.
  • C’è tanta Macerata nella mostra
    che il Mo.Ma ha dedicato
    a Dante Ferretti

    71 - Feb 8, 2014 - 20:32 Vai al commento »
    Bravissima Elisabetta.  Da ottima giornalista quale sei tienici aggiornati sulle novità interessanti degli States. A presto. Spero di leggerti sulle nostre testate anche quando rientrerai a Macerata
  • A proposito del presunto “restauro” dell’orologio della Torre Civica

    72 - Feb 1, 2014 - 8:51 Vai al commento »
    Ritengo il rilievo del presidente dell'associazione il Glomere non condivisibile. Ripristinare l'antico orologio significa ricostituire e riconsegnare  alla città un simbolo che per secoli ne ha caratterizzato l'immagine. Sul punto è giustissimo quello che espone il sig. Cerasi circa gli interventi di ricostruzione ex novo nella forma originale di monumenti danneggiati per vari motivi (ricordiamo per tutti il teatro La Fenice di Venezia). In Giappone si ricostruisce ex novo ogni venti anni seguendo il progetto originario il più antico e importante dei templi shintoisti in legno legato alla stessa figura sacra dell'imperatore. Nessuno si scandalizza per questo, né viene meno l'interesse culturale, artistico, turistico e cultuale del sito.  Ricollocare l'orologio in sito significa restituire alla torre civica l'integrità del progetto originario coì come era stato pensato dai nostri concittadini dell'epoca. Quanto alla lapide a Vittorio Emanuele II direi che basterebbe sottolineare come sia veramente brutta e come stoni con il resto della torre per giustificare una sua rimozione. Tanto più che la nostra città di Vittorio Emanuele II non può avere alcun buon ricordo visto che per sua volontà venne spogliata dal ruolo di capoluogo della regione, della Facoltà di Medicina che aveva tradizione plurisecolare, della Corte di Appello ecc. ecc.  Una città ha "anima" solo se non dimentica la sua storia che è fatta anche da presenze urbanistiche.
  • “Bando per 13 dirigenti in Regione, ce n’è bisogno?”

    73 - Dic 6, 2013 - 21:44 Vai al commento »
    Sig. Sarnari. Stia sereno non è mio costume minacciare nessuno, si figuri chi non conosco personalmente.  Grazie a Dio il lavoro a Macerata non manca. Buona serata al pub e li giunto mi saluti i suoi amici amministrativisti e le loro correnti di pensiero sulle quali magari un giorno avremo modo di confrontarci serenamente anche su queste "pagine" senza bisogno di contumelie e pregiudizi sui pubblici dipendenti (sapesse quanti luoghi comuni girano sui commercianti e in particolare sui rivenditori di mobili per interni).
    74 - Dic 6, 2013 - 16:22 Vai al commento »
    sig. Sarnari, è veramente incredibile come nei Suoi interventi non entri in alcun modo nel merito dei dati oggettivi esposti nell'articolo per dare una Sua opinione e/o valutazione, ma si limiti a formulare contumelie nei confronti della sig.ra Santucci, rea ai Suoi occhi di essere un dipendente di una amministrazione locale e come tale da privare del diritto di parola e da ritenere sempre in malafede a priori. Lei è il classico esempio di chi si fissa sul dito e non vede la luna (forse a causa della proverbiale nebbia londinese). Quando poi espone la Sua ricetta per la riforma della articolazione dell'amministrazione del territorio, si limita ad affermazioni apodittiche senza fornire gli obiettivi che si dovrebbero raggiungere e le ragioni per le quali ritiene la Sua ricetta funzionale ad essi. In tipico stile da "bar dello sport" (o meglio nel Suo caso da Pub dello sport) la butta sul chi la "spara" più grossa senza preoccuparsi di argomentare circa la bontà dei Suoi assunti. Ho notato inoltre che sia in questo che in precedenti suoi commenti ad interventi della sig.ra Santucci usa argomenti e frasi palesemente diffamatori (tacciandola una volta di essere assuntrice di stupefacenti, oggi di essere portatrice di atteggiamenti e messaggi di tipo mafioso per tacer di altro). Forse se non riesce a comprendere la differenza tra il linguaggio da usare in un intervento su un giornale online e quello che ci si può permettere tra amici dinanzi a qualche pinta di birra di troppo, si potrebbe suggerire alla sig.ra Santucci di farglielo spiegare da un magistrato in una aula di giustizia.  Infine, mi permetta di darle un modesto consiglio, non sprechi il Suo talento solo sul nostro Cronache Maceratesi, illumini anche la slendida Albione sulle malefatte delle Pubbliche Amminstrazione locali, scriva al sito del Guardian o a "Cronahce Londinesi" e reclami (per utilizzare la Sue stessa raffinatezza argomentativa) l'abolizione dell'inutile Parlamento di Edimburgo che serve solo ad ingrassare quei politici e dipendenti pubblici scozzesi notoriamente ubriaconi, alle spalle dei produttivi cittadini inglesi, oppure invochi l'abolizione dell'appannaggio ai componenti della famiglia reale utilizzato per foraggiare quei mangia pane ad ufo dei dipendenti loro addetti. Sono sicuro che lì troverà menti più aperte pronte ad apprezzarla. Per prevenire la Sua esuberante dietrologia Le anticipo che io non sono un dipendente pubblico.    
  • Università tra presente e futuro
    Calano le risorse e gli iscritti
    Aumentano i finanziamenti per la ricerca

    75 - Ott 25, 2013 - 12:35 Vai al commento »
    Egregio sig. Berdini, prima di inviare commenti bisognerebbe leggere bene l'articolo: il dato relativo al calo degli iscritti era nazionale, cioè relativo a tutte le sedi universitarie nazionali nel complesso. Nulla si dice di specifico sul numero di iscritti di quella di Macerata.  La fretta e l' acredine gioca brutti scherzi.
  • Caso Palas, mozione di censura
    “Abbiamo perso la dignità”

    76 - Set 29, 2013 - 13:00 Vai al commento »
    Permettetemi una considerazione più generale letto l'articolo e i commenti, in particolare le valutazioni di Giuseppe Bommarito. Siamo tutti consapevoli di quanto non è stato fatto o è stato fatto male negli ultimi quindici - venti anni  a Macerata, così come siamo tutti consapevoli che siamo stati amministrati da una classe politica nella migliore delle ipotesi incapace, nella peggiore dedita unicamente a favorire speculazioni e guadagni di amici a discapito degli interessi e dello sviluppo della nostra città. Su tali argomenti soprattutto grazie a Cronache Maceratesi  abbiamo potuto leggere decine di analisi, inchieste, ricostruzioni e recriminazioni. Credo sia giunto il momento di andare oltre. Non basta lamentarsi e abbandonarsi a sterili lamentazioni, è necessario a questo punto cambiare approccio al problema  nella consapevolezza che non esistono "destini ineluttabili" ma che è sempre possibile modificare il nostro futuro se solo lo vogliamo e ci impegniamo per questo. Per fare ciò, a mio avviso, sono necessarie alcune indispensabili premesse: 1 - smettere di tenere sempre lo sguardo rivolto al passato per lamentarsi di ciò che poteva essere e non è stato, utile solo a scoraggiarsi e a vivere la nostra città con rassegnazione e amarezza; 2 - valorizzare quel tanto di buono che a Macerata c'è e da cui partire per creare un nuovo sentire positivo, realisticamente ottimista e propositivo pur mantenendo un principio di ragionevolezza (ignorare la realtà e le difficoltà non serve a nulla). Penso all' Università che  ben sta agendo; all' Accademia di Belle Arti che ha bisogno di nuovi spazi per il suo sviluppo e sempre più si sta integrando con la città; alla presenza di case editrici piccole ma di alto profilo culturale; al nuovo corso dell' Associazione Sferisterio ecc. ecc. ; 3 - richiedere ai maceratesi di "buona volontà" di impegnarsi direttamente per dare nuove prospettive alla nostra città, nella consapevolezza che Macerata è il risultato del quotidiano agire ad ogni livello e in ogni settore dei suoi abitanti e che, quindi, nessuno può dire "non è colpa mia" e limitarsi a criticare. A chi è più consapevole deve essere richiesto anche un "di più" che consiste nel provare ad assumersi l' onere di amministrare questa città sostituendo chi per decenni non è stato grado di farlo (un invito che è anche per Giuseppe Bommarito naturalmente).     
  • Viaggio nella comunità shaolin
    “Siamo diversi,
    ma aperti a farci conoscere”

    77 - Ago 10, 2013 - 14:44 Vai al commento »
    Non è mio costume commentare vicende in cui in qualche modo sono coinvolto professionalmente, ma il commento del collega e amico Bommarito mi costringe ad intervenire.  Bommarito è attualmente il legale del ragazzo e di sua madre e, pertanto, si trova in evidente conflitto di interessi che, a mio avviso gli dovevano far evitare la stesura dell'articolo e del commento di oggi. Nel merito, naturalmente, l'associazione risponderà nelle opportune sedi giudiziarie con i suoi testi e le dichiarazioni scritte del ragazzo che riconosce i danni da lui provocati e il corretto comportamento tenuto nei suoi confronti durante la sua permanenza. Da parte mia posso solo dire che conosco i ragazzi dell'associazione da anni avendoli seguiti nelle questioni relative alle truffe subite dalle ditte edili che dovevano ristrutturare l' immobile e posso dire che si sono sempre dimostrate brave persone forse troppo fiduciose negli altri e un poco ingenue. L' avv Bommarito invitato ad incontrarli per verificare di persona ha ritenuto di non farlo. Libero di farlo, ma una verifica sarebbe stata opportuna prima di trarre conclusioni errate.  
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy