Atletica Avis Macerata,
le ragazze in Serie A
per il 15esimo anno di fila

IN PISTA - A Palermo le donne si confermano nel gotha italiano della disciplina, a Saronno gli uomini per soli tre punti mancano la promozione nella massima categoria
- caricamento letture
La-squadra-femminile-in-festa

La squadra femminile in festa

E’ stato un fine settimana straordinario che ha visto le squadre femminile e maschile dell’Atletica Avis Macerata in trasferta per le finali nazionali del campionato di società assoluto su pista. Le squadre del presidente Fabio Romagnoli sono state le sole nelle Marche a centrare l’accoppiata e portare in finale sia il settore maschile che femminile, con le ragazze biancorosse che sono riuscite nell’impresa: quella di rimanere in Serie A per il quindicesimo anno di fila.

Eleonora-Vandi

Eleonora Vandi

L’appuntamento era di quelli da far tremare i polsi, la sede Palermo che più complicata non c’è e dodici le squadre in campo per la Finale Bronzo. Le avisine trascinate dalle sorelle Vandi, particolarmente ispirate, sono riuscite a bloccare una classifica senza sbagliare un colpo, consentendo alle più giovani del gruppo di esprimersi in un contesto di livello assoluto, vivendo due straordinarie giornate di sport.

Scendendo nel dettaglio, è Sofia Stollavagli (junior) ad aprire le danze con un bel quarto posto nei m. 100 in 12”23, poi è’ scesa poi in campo Elisabetta Vandi, reduce da una brillante partecipazione ai Giochi del Mediterraneo under 23 di Pescara, dove è stata oro nella staffetta 4 x 400 e argento individuale dei 400 piani. In Sicilia la forte velocista avisina ha dominato i 200 e i 400 m. in 24”04 e e 54”36, portando anche un contributo fondamentale alla staffetta 4 x 400 vinta in 3’53”06 con Meskerem Paparello in prima frazione, Eleonora Vandi in seconda e Chiara Menotti in terza e lei in ultima frazione.

Premiazione-Ilaria-Sabbatini-

La premiazione di Ilaria Sabbatini

Eleonora Vandi è stata la colonna della squadra nel mezzofondo veloce, vincendo con autorità via la prova dei m. 800 in 2’12”29 che quella i m. 1500 in 4’35”85. Una sicurezza Ilaria Sabbatini nei m. 5000 dove, con un grande finale di gara, ha vinto la prova con assoluta sicurezza in 17’19”29. Con una base di 81 punti nelle gare di corsa, la squadra è riuscita a rimanere nelle posizioni di testa anche nei salti dove Rachele Tittarelli ha ottenuto un importante secondo posto nel salto l’asta valicando la misura m, 3,30, nell’alto con Mara Marcic settima con m. 1,60 e nel triplo dove Serena Mazzoni è riuscita ad entrare in finale con 10,59 dell’ottava posizione. La stessa posizione di quest’ultima l’ha guadagnata Francesca Cinella nei 5 km di marcia in 28’74”54. Nei lanci: in finale nel disco Chiara Marangoni con m. 33,97 dell’ottavo posto.

La-staffetta-4-x-400-325x217

La staffetta 4 x 400

Il prezioso punteggio accumulato ha consentito di assorbire le défaillance della staffetta 4 x 100 di Sofia Stollavagli, Gaia Palmieri, Anna Mengarelli e Chiara Menotti incappata in una sfortunata caduta di quest’ultima sulla linea del traguardo che ha tolto la squadra dal punteggio che conta. Stessa sorte per Gaia Palmieri nei 100 ostacoli.
Ciò nonostante la squadra ha retto ed è riuscita nell’impresa di conservare un prezioso sesto posto finale che consente la permanenza dell’Atletica Avis Macerata in serie A.

Rachele-Tittarelli

Rachele Tittarelli sul podio

Nella stessa data la squadra maschile si è battuta a Saronno per tentare di agguantare nella Finale Nazionale B la sperata promozione. I ragazzi si sono battuti come leoni in particolare Giovanni Faloci che ha vinto la gara di lancio del disco in 57,24 ed è stato argento nel peso con m. 15,73. Sul podio in tre gare anche Ndiaga Dieng che è stato argento negli 800 in 1’52”45, ha poi guadagnato il bronzo nei 1500 m. in 3’59”79 e ha portato la staffetta 4 x 400 metri al terzo posto insieme a Andrea Pietrella, Federico Vitali, Matteo Vitali in 3’21”00.

La-squadra-sul-podio

La squadra sul podio

Bel secondo posto di Gregorio Giorgis nel lancio del martello con m. 60,23
Preziosi terzi posti di Emanuele Salvucci nel lancio del giavellotto con 61,11, in una gara molto da un forte vento, e di Riccardo Ricci che nell’alto ha ottenuto il terzo posto, con la stessa misura del vincitore, m. 1,90, completato con 12,93 nel triplo. Ottimo quarto posto per Federico Vitali nei 400 piani in 49”90. Si è difeso Sebastiano Compagnucci nei 110 ostacoli corsi in 16”46 del sesto posto, così come la staffetta 4 x 100 di Simone Coppari, Andrea Pietrella, Matteo Vitali e Sebastiano Compagnucci, ottava al traguardo in 45”06.

Elisabetta-Vandi

Elisabetta Vandi

Giornata no invece per Lorenzo Angelini, un numero uno della corsa veloce, afflitto da problemi muscolari e la sua condizione ha inciso in ben tre gare: 100-200 e staffetta. Può succedere nello sport. Un bravo anche a Marco Pallotta nei 3000 siepi in 10’56”41, Simone Coppari (allievo) nei 400 ostacoli in 1’00”79, Leonardo Storani nei 5000 in 18”25”16. La squadra maschile ha sommato, alla fine delle due intensissime giornate di gara, 122 punti e il settimo posto, ma non ce l’ha fatta a centrare la promozione in serie A che ha premiato invece le prime quattro squadre. Sono mancati appena tre punti, l’appuntamento è al prossimo anno.

(Foto Sofia Stollavagli e Maurizio Iesari)

 

La-staffetta-4-x-400-maschile-650x434

La staffetta 4 x 400 maschile

ndiaga-Dieng-1-650x434

Ndiaga Dieng

Riccardo-Ricci-1-650x434

Riccardo Ricci

Giovanni-Faloci

Giovanni Faloci

Gregorio-Giorgis

Gregorio Giorgis

Emanuele-Salvucci

Emanuele Salvucci

Ragazze-in-festa

La gioia delle ragazze

In-attesa-delle-premiazioni

Le ragazze in attesa delle premiazioni



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X