«Tenta di corrompere i carabinieri»,
imprenditore rinviato a giudizio

CIVITANOVA - Un 42enne nel corso di un controllo legato al rispetto delle norme anticontagio avrebbe cercato di passare soldi ai militari. Oggi l'udienza davanti al gup del tribunale di Macerata
- caricamento letture

soldi

 

Biglietti da 50 euro nei documenti dei dipendenti da consegnare ai carabinieri: rinviato a giudizio per istigazione alla corruzione. Sotto accusa al gup del tribunale di Macerata una cinese di 42 anni, titolare di un opificio di Civitanova.

Il 17 agosto del 2021 nell’azienda dell’imprenditore si sono presentati i carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro, per fare un controllo legato al rispetto delle norme anticontagio. I militari hanno chiesto i documenti dei dipendenti.

A quel punto il titolare, secondo l’accusa, sostenuta dal pm Rosanna Buccini, avrebbe messo alcuni biglietti da 50 euro nei documenti. I carabinieri, visti i soldi, li hanno restituiti all’imprenditore cinese. L’uomo però, una volta che i carabinieri hanno finito i controlli, sarebbe tornato alla carica cercando di dare i soldi ai carabinieri. I militari lo hanno denunciato. Oggi si è svolta l’udienza preliminare davanti al gup Claudio Bonifazi che ha rinviato a giudizio il 42enne. Il processo si aprirà il 12 dicembre dell’anno prossimo.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X