Pronto soccorso, polemica senza fine
Udc: «Pd si finge verginello della politica»
Italia Viva: «Riorganizzare la struttura»

CIVITANOVA - La politica continua il confronto dopo la situazione emergenziale denunciata dalla responsabile del reparto e la risposta della Regione che ha inviato due medici militari. Gli interventi di Luciano Brunetti e Luca Doria
- caricamento letture
pronto-soccorso-ospedale-civitanova-FDM-5-650x488

Il pronto soccorso di Civitanova

«Il ruolo di verginelli della politica non si addice al Pd, ridicolo non prendere atto che mancano medici per le loro scelte sbagliate». Anche l’Udc interviene nella scia polemica sulla sanità dopo il grido di allarme lanciato dalla responsabile del pronto soccorso per la mancanza di personale sanitario, a cui la Regione ha risposto con l’invio di due medici militari in rinforzo. La questione alla fine, in tempo di elezioni, è diventata di contrapposizione politica e ognuno ha la sua ricetta.

coalizione-corvatta-luciano-brunetti-civitanova-7-325x217

Luciano Brunetti Udc Civitanova

«La polemica del Pd sul malfunzionamento del pronto soccorso dell’ospedale di Civitanova non è sbagliata o fastidiosa ma semplicemente ridicola – dice Luciano Brunetti a nome dell’Udc Civitanova – non prendere atto che mancano i medici, anche per le politiche di programmazione, è sbagliato. I cittadini sono veramente stanchi di queste parole al vento, la giunta regionale sta facendo di tutto per mantenere le strutture esistenti evitando accorpamenti pericolosi e bene ha fatto l’assessore regionale a chiamare i medici militari disponibili. Siamo in emergenza e questa non è né di destra né di sinistra. Il Pd torni ad essere un partito propositivo, se ci riesce, il mondo dei “verginelli improvvisati alla politica” non gli si addice proprio».

luca-doria-e1637315478538-325x234

Luca Doria Italia Viva Civitanova

Sull’argomento interviene anche Italia viva a sostegno della candidata Silvia Squadroni. «Il pronto soccorso è la punta dell’iceberg – afferma il coordinatore cittadino Luca Doria – la politica deve operare scelte rivolte a ridurre la pressione e migliorare i servizi. Vanno bene i 2 medici militari che andranno a sostituire i medici assenti per Covid-19, ma l’organico è sottodimensionato da anni e non è adeguato ad un territorio come quello di Civitanova. Le soluzioni temporanee, pur importanti nell’immediato, rischiano di essere solo un pannicello caldo, se non sono accompagnate da interventi di potenziamento del capitale umano e da una riorganizzazione strutturale».

Tra le proposte avanzate da Italia Viva l’istituzione di posti letto di osservazione breve intensiva a degenza limitata a 24 ore,  «i pazienti che arriveranno in pronto soccorso potranno essere rapidamente dirottati secondo necessità e opportunità verso il reparto di competenza. Questo potrebbe ridurre il non dignitoso e non decoroso stazionamento dei pazienti in barella, ciò esiste già solo per pediatria e ostetricia e andrebbe quindi esteso a tutti gli altri reparti e poi ripensare il ruolo dei punti di primo intervento anche ipotizzando la chiusura notturna di quei punti a basso numero di accessi, recuperando così turni medici e infermieristici che potrebbero essere dirottati presso l’ospedale. Infine chiediamo di conoscere quali siano i progetti a breve e medio termine per potenziare tutte quelle funzioni che un Dea deve avere per essere definito di primo livello e con quali risorse si intende intervenire».

«Il sistema 118 al collasso nelle Marche, mancano almeno 50 medici Pesanti le carenze nel Maceratese»

Sanità, Ciarapica difende Saltamartini: «Da Micucci e Silenzi sterili polemiche, lavoro encomiabile della giunta»

«Sfruttati e ignorati dalle istituzioni» Gli infermieri scioperano dopo 23 mesi di pandemia

 

«Pronto soccorso, Micucci stia tranquillo: stiamo risolvendo gli errori ereditati»

«Pronto soccorso, Regione e Comune assenti e a rimetterci sono i pazienti»

Pronto soccorso in crisi «48 pazienti e 3 medici a casa per Covid Così non si va avanti, siamo stremati»

Riconversione dei reparti e chiusura Covid hospital Nove del centrodestra contro Saltamartini

Ciarapica apre al Covid center: «Un’eccellenza, ha salvato molte vite Ho parlato con Bertolaso»

Pronto soccorso intasato, Curto: «Venite solo per situazioni gravi»

I Pronto soccorso nella quarta ondata: «I pazienti aumentano ma teniamo» «E’ un inferno, arrivi in continuazione»

Coperta corta nei Pronto soccorso: lista di medici da altri reparti in caso manchi personale



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni = 1