Sanità, Ciarapica difende Saltamartini:
«Da Micucci e Silenzi sterili polemiche,
lavoro encomiabile della giunta»

CIVITANOVA - La maggioranza difende l'operato dell'assessore e sulla situazione del pronto soccorso cittadino: «Tutti sanno quanto l’efficienza e il potenziamento del nostro ospedale siano al centro dell’azione politica ed amministrativa del centrodestra. La carenza di organico è nazionale»
- caricamento letture
progetto-bretella-ss77-e-ss16-ciarapica-civitanova-FDM-10-325x216

Fabrizio Ciarapica, sindaco di Civitanova

 

«La carenza di organico è nazionale, sterili polemiche, non è un problema solo civitanovese». Il sindaco di Civitanova Fabrizio Ciarapica e la sua maggioranza difendono le scelte della giunta regionale, del presidente Francesco Acquaroli e dell’assessore Filippo Saltamartini sulla politica sanitaria.

Dopo gli appelli e le grida di emergenza da parte dei dirigenti dei pronto soccorso regionali e, in particolare, di quello di Civitanova il sindaco replica alle parole dell’ex consigliere regionale Francesco Micucci e a quelle del capogruppo Pd Giulio Silenzi. «Tutti sanno quanto l’efficienza e il potenziamento del nostro ospedale siano al centro dell’azione politica ed amministrativa del centrodestra da decenni. Al contrario, la sinistra che si è occupata fino alla scorsa legislatura della nostra sanità in regione ha tentato in tutti i modi di depotenziarlo» sostiene Ciarapica assieme a tutte le forze politiche che lo sostengono.

Il dibattito nasce dalla criticità al pronto soccorso civitanovese dove sabato c’erano ben 48 pazienti in attesa di essere visitati alle 20 e 3 medici in meno a casa per Covid. La primaria Rita Curto attraverso Cronache Maceratesi aveva lanciato un appello a non recarsi al Pronto soccorso per episodi leggeri e codici verdi e lamentato la carenza di personale.

Il Centrodestra però appoggia l’operato della giunta e taccia come “sterili polemiche” le obiezioni della minoranza: «il presidente Acquaroli e l’assessore alla sanità Saltamartini sono impegnati in prima linea per trovare una soluzione a questa emergenza che mette in difficoltà non solo i malati Covid, ma tutti coloro che devono ricorrere al pronto soccorso e che hanno il sacrosanto diritto di essere curati – spiegano -. Che senso ha considerare come un problema tutto civitanovese una carenza di organico che sta sovvertendo ogni modello nazionale e internazionale di sanità a causa del personale sanitario contagiato e non vaccinato, difficilissimo da sostituire per mancanza di figure formate? Chi solleva oggi sterili polemiche, impieghi la stessa foga nello spiegare quali siano state ieri le strategie e gli impegni della Regione targata Pd per potenziare il nostro sistema sanitario e, in particolare, il nostro ospedale».

pronto-soccorso-ospedale-civitanova-FDM-8-650x439Il sindaco e la sua maggioranza aggiungono: «spieghi Silenzi come mai, e non da oggi, fa il consulente di un soggetto sanitario privato dopo che non ha mai aperto bocca negli anni in cui la Regione ha tentato in tutti i modi di cassare l’ospedale di Civitanova dalle mappe della sanità. Spieghi Micucci perché, con lui presente sui banchi di maggioranza, la sinistra ha favorito la sanità privata a danno di quella pubblica. Non si attuano sacrosanti principi di libera concorrenza a discapito dei contribuenti e dei malati. Oggi scontiamo le loro scelte sbagliate il cui gravame è fortemente amplificato dalla pandemia che tutto condiziona.

L’assessore Saltamartini sta affrontando ogni ostacolo con encomiabile dedizione – aggiungono – competenza e serietà. Siamo certi di una risoluzione dei problemi contingenti pur nelle molteplici difficoltà oggettive e cogliamo l’occasione per esprimere solidarietà e ringraziamento ai medici e a tutti i sanitari».

Nelle scorse settimane nove consiglieri di maggioranza avevano fatto alcune rimostranze sull’operato della giunta regionale in materia sanitaria e il sindaco aveva richiesto a Saltamartini di riaprire il Covid hospital, richiesta poi ritrattata dopo le lamentele di FdI e Lega arrivate dall’alto e indirizzate a Ciarapica.

«Sfruttati e ignorati dalle istituzioni» Gli infermieri scioperano dopo 23 mesi di pandemia

«Pronto soccorso, Micucci stia tranquillo: stiamo risolvendo gli errori ereditati»

«Pronto soccorso, Regione e Comune assenti e a rimetterci sono i pazienti»

Pronto soccorso in crisi «48 pazienti e 3 medici a casa per Covid Così non si va avanti, siamo stremati»

Riconversione dei reparti e chiusura Covid hospital Nove del centrodestra contro Saltamartini

Ciarapica apre al Covid center: «Un’eccellenza, ha salvato molte vite Ho parlato con Bertolaso»

Pronto soccorso intasato, Curto: «Venite solo per situazioni gravi»

I Pronto soccorso nella quarta ondata: «I pazienti aumentano ma teniamo» «E’ un inferno, arrivi in continuazione»

Coperta corta nei Pronto soccorso: lista di medici da altri reparti in caso manchi personale

 

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni = 1